Un sopravvissuto al crollo del Key Bridge di Baltimora fornisce un resoconto di prima mano

Julio Cervantes Suarez era seduto nel suo camion con sei operai edili nei loro veicoli nelle prime ore del mattino del 26 marzo quando si prese una pausa dalla riparazione delle buche sul Francis Scott Key Bridge di Baltimora.

La nave portacontainer Daly da 985 piedi si è scontrata con uno dei piloni del ponte. Il 37enne guardò i suoi colleghi Scompare nel fiume Patapsco sottostante.

Cervantes Suárez, dopo che il suo veicolo è stato sommerso dall’acqua Ha detto che non era in grado di aprire nessuna delle porte e ha dovuto abbassare manualmente i finestrini per scappare. Egli ha detto Ha scalato una lastra di cemento dalle macerie e ha aspettato i soccorritori.

Uno dei due sopravvissuti era Cervantes Suarez. Ha raccontato il tragico incidente Nella sua prima intervista con NBC News. Lo spettacolo è andato in onda mercoledì.

Nell’intervista, Cervantes Suarez ha ricordato di aver cercato altri lavoratori.

“Ho iniziato a chiamarli ciascuno per nome”, ha detto in spagnolo. “Ma nessuno mi ha risposto.”

Suo genero Carlos Daniel Hernandez, che considerava un figlio, fu il primo a cadere.

Lo ha detto Cervantes Suarez alla NBC Non la pensava così Sopravviverà alla caduta.

“Ho ringraziato Dio [the] La famiglia che mi ha dato”, ha detto. “Gli ho chiesto di prendersi cura di mia moglie e dei miei figli. Gli ho chiesto scusa per tutto quello che avevo fatto.

Cervantes Suarez, chi ha detto alla NBC Ha detto che soffriva ancora fisicamente e che lo stava davvero perseguitando Ha detto a Hernandez di andare alla sua macchina e riposarsi.

“Se gli avessi chiesto di venire con me, sarebbe stato diverso. Forse sarà con noi”, ha detto Cervantes alla rete Suárez.

READ  Il secondo Apple Airbnb a Walmart è tornato al suo prezzo più basso

Gli investigatori federali stanno ancora indagando sulle cause dell’incidente, che ha bloccato la maggior parte degli scambi commerciali nel porto di Baltimora e ha sollevato dubbi sulla capacità dei funzionari federali e statali di prevenire simili interruzioni. L’FBI sta conducendo un’indagine penale separata per verificare se la squadra di Daly fosse a conoscenza di gravi problemi di sistema prima che iniziassero.

Cervantes Suarez ha affermato che vuole che tutti i responsabili, compresa la famiglia di suo cognato Hernández Fuentes, paghino “per il danno che hanno causato”. Ma, ha detto alla NBC, nulla può riportare indietro ciò che la sua famiglia e altri hanno perso da un giorno all’altro.

“Perché so che i soldi non compreranno un abbraccio da un padre o da un figlio”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto