Caro lettore, ti chiediamo di sostenere il nostro lavoro con un semplice "Mi piace" alla nostra pagina Facebook. Aiuta il giornalismo libero e d'inchiesta.



PartinicoStorie e Uomini

Venioo. L’app di tre giovani virtuosi che vuol rivoluzionare il mercato del delivery italiano

Totò Ales, Gianpaolo Gaglio e Marco Corso sono tre giovani partinicesi con le idee chiare: portare le consegne a domicilio nelle case di tutti gli italiani

Caro lettore, ti chiediamo di sostenere il nostro lavoro con un semplice "Mi piace" alla nostra pagina Facebook. Aiuta il giornalismo libero e d'inchiesta.



Chi ha detto che il delivery puo’ funzionare solo nelle grandi città? Potremmo sintetizzare in questa domanda lo slancio di 3 giovani imprenditori partinicesi che nella scorsa primavera – nel pieno della prima ondata del coronavirus – hanno dato forma ad un’app che da Partinico punta al mercato nazionale delle consegne a domicilio sfruttando il “collo di bottiglia” offerto dalle aziende leader, da sempre recalcitranti ad investire in contesti diversi dall’area metropolitana. E se è vero che nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità, ecco Venioo: un’applicazione che intende rivoluzionare il delivery in tutta Italia che deve alla software house londinese “Eyeora” il suo sviluppo e che ha recentemente affidato la promozione a “Cominic@”, giovane azienda di comunicazione e web-media e sviluppo digitale anch’essa di Partinico. Ne abbiamo parlato con Totò Ales, Gianpaolo Gaglio, Marco Corso padri – insieme a Daniel Corazzi – dell’app che intende portare il delivery in tutte le case d’Italia.

Venioo è un’applicazione che sta rivoluzionando il panorama del delivery a Partinico, un’idea concretizzata durante il periodo del lockdown, in che modo?

Venioo è nata poco prima del lockdown per pura casualità, la scintilla è arrivata mentre ci trovavamo in auto a Palermo. Avevamo già interesse per il fenomeno del delivery nelle città. L’intuizione è stata quella di focalizzare il tutto a misura di paese, una realtà non semplicissima, che stiamo scoprendo giorno dopo giorno. Entrare in un mercato più ridotto non è affatto facile, dalla cura dei contatti con gli affiliati alla mentalità del consumatore in contesti più a misura d’uomo, tutto merita valutazioni e decisioni diverse. Con fierezza possiamo dire che Venioo riesce a garantire lavoro a circa 20 rider ed ha un po’ rivoluzionato il mondo del delivery di Partinico, dai menù online alla gestione delle affiliazioni: tutto questo in soli 6 mesi durante il periodo del lockdown sull’asse Partinico-Londra per arrivare al lancio ufficiale in settembre.

Quante attività conta ad oggi Venioo?

Ad oggi contiamo circa 40 attività, ci siamo volutamente concentrati sulle attività già esistenti. Si tratta di 3 app che interagiscono tra di loro, intendiamo garantire ad ogni cliente una consegna celere e diretta, sapere che il nostro rider in quel momento sta lavorando per te, senza fare consegne multiple è ciò che vogliamo. I nostri clienti hanno modo di monitorare e comunicare con il rider attraverso l’applicazione senza attese o code, consci di chi sta la consegna, tutto questo in forma anonima grazie all’applicazione.

Come ha risposto Partinico?

Siamo felici! C’è una crescita esponenziale, ciò che ci fa piacere è ricevere i complimenti della gente, questo ci gratifica e ci rende orgogliosi, vuol dire che abbiamo trovato la chiave giusta, specie in un paese come Partinico. Siamo riusciti a garantire un servizio che non c’era e questo è stato accettato con entusiasmo dai ristoratori e dai consumatori.

Parliamo del domani, pensate di estendere i servizi di Venioo anche in altri paesi?

Assolutamente si! Borgetto conta già una buona copertura del servizio, ci stiamo affacciando su Balestrate, Trappeto, Terrasini, Cinisi, Villagrazia, Carini, Capaci ed Isola delle Femmine ed abbiamo accordi in altre regioni come la Campania, il Lazio e la Lombardia, sempre all’insegna di contesti locali ed al servizio dei piccoli paesi. Abbiamo pensato ad una formula in franchising così da offrire ad ogni imprenditore la possibilità di investire nel marchio Venioo.

Ecco, Venioo, come avete scelto il nome?

E’ stata una bella avventura anche questa, il nome deve la sua radice alla lingua latina. Abbiamo pensato di incentrare tutto sul rapporto diretto tra rider e cliente, un po’ come a dire “Vengo io!”, il nostro servizio si presta anche a supermercati, farmacie e parafarmacie, dunque in ogni momento gli utenti potranno effettuare le commissioni senza perdere tempo, dedicandosi ad altro nella certezza di poter tenere sempre sotto controllo i propri ordini.

Avete utilizzato il periodo del lockdwon per mettere a punto l’applicazione, è stata tuttavia una grande scommessa lanciare il progetto in un periodo assai particolare.

Non è stato semplice, specie nel primo periodo dove le incertezze erano tante e le paure ancor di più, abbiamo puntato molto sull’accortezza dotando i riders di ogni precauzione a salvaguardia dei clienti e dei nostri ragazzi. Proveniamo da ambiti lavorativi differenti, chi dalla pubblicità, chi dai servizi, il mondo delle app era per noi sconosciuto se non da semplici fruitori, abbiamo scoperto molte sfumature ed ogni giorni è buono per arricchire il nostro bagaglio di conoscenze al servizio dei clienti. Abbiamo maturato grande capacità di problem solving insieme ad “Eyeora”, la software house che ha sviluppato l’applicazione e che è socia di Venioo: una realtà straordinaria impegnata nel mondo della realtà virtuale e che vanta collaborazioni di altissimo profilo.

I vostri buoni motivi, infine, per utilizzare Venioo

Uno dei motivi principali è che si tratta di una realtà locale, nata da imprenditori locali con circa 20-25 famiglie che lavorano grazie all’applicazione, poi per il prezzo modico se confrontato alla qualità del servizio offerto. Inoltre la comodità! Con Venioo tutti potranno fare un’ordine in piena autonomia avendo modo – grazie ai photo-menu – di vedere e modificare ciò che si ordina. Infine la valorizzazione di Partinico, una realtà spesso agli onori della cronaca, che ha tanta voglia di distinguersi, di riabilitarsi in azioni virtuose. Venioo è una grande famiglia, i nostri ragazzi sono parte integrante del progetto, per questo ci impegniamo a garantire loro una retribuzione spesso superiore a quella offerta da alcuni colossi del delivery. Famiglia, comodità e virtù, questi sono gli aspetti su cui maggiormente puntiamo.

Articoli Correlati

Back to top button
Close