Apple ha citato in giudizio un ex ingegnere iOS per presunta fuga di dettagli sull'app Vision Pro e Journal

Apple ha citato in giudizio un ex dipendente per aver presumibilmente divulgato informazioni riservate, inclusi dettagli poco conosciuti sull'app Journal di Apple, sullo sviluppo delle cuffie VisionOS e altro ancora, a giornalisti e altri dipendenti dell'azienda. La causa è stata depositata dieci giorni fa presso il tribunale statale della California (24CV433319pdf), Andrew O'Dea afferma inoltre di aver divulgato strategie di conformità normativa, numero di dipendenti e altre caratteristiche hardware del prodotto.

Come accennato in precedenza da MacRumorsIn almeno un messaggio, la società afferma che Aude ha affermato di aver fatto trapelare informazioni “in modo da poter ‘uccidere’ prodotti e caratteristiche a cui si opponeva”.

Apple ha indicato diversi collegamenti nella causa:

Solo tra giugno e settembre 2023, O'Dea ha comunicato con un giornalista del Wall Street Journal (WSJ), che O'Dea ha chiamato “Homeboy”, più di 1.400 volte utilizzando un'app di messaggistica crittografata. Il signor Aude ha anche letto “Homeboy”, l'elenco definitivo delle caratteristiche del prodotto telefonico non ancora annunciato di Apple. Il signor Audi ha mandato un altro giornalista l'informazione Oltre 10.000 messaggi di testo e ho viaggiato attraverso il continente per incontrarla.

Nella denuncia appare il seguente screenshot di uno scambio di messaggi crittografati su Signal tra Aude e un giornalista del Wall Street Journal, afferma Apple: “Il signor Aude spesso prendeva e salvava screenshot delle sue comunicazioni sul suo iPhone di lavoro rilasciato da Apple per conservarli per posterità.

Apple accusa Aude di aver divulgato l’elenco finale delle funzionalità dell’app Apple Journal in una telefonata dell’aprile 2023 allo stesso giornalista. una storia su Funzionalità dell'app inedite È apparso nello stesso mese Il giornale di Wall Street.

Aude è entrato in Apple nel 2016 come ingegnere iOS concentrato sul miglioramento delle prestazioni della batteria. La natura del ruolo ha dato ad Aude l’accesso a “informazioni riguardanti dozzine dei prodotti più sensibili di Apple”, scrivono gli avvocati di Apple.

READ  Capcom risponde alle microtransazioni di Dragon's Dogma 2 e al contraccolpo prestazionale

La società afferma che le fughe di notizie non sono state scoperte fino alla fine del 2023. Quando i rappresentanti di Apple si sono incontrati per la prima volta con Aude nel novembre 2023, secondo quanto riferito ha negato il coinvolgimento nelle fughe di notizie e ha mentito sul fatto di avere con sé il suo iPhone rilasciato da Apple. Poi, sostengono, ha fatto finta di dover andare in bagno, “ha rimosso il suo iPhone dalla tasca durante una pausa e ha cancellato permanentemente grandi quantità di prove dal suo dispositivo”, inclusa l'app Signal.

Poi, in un secondo incontro il 12 dicembre, la denuncia dice: “Il signor Aude ha ammesso di aver fatto trapelare informazioni sulle strategie di conformità normativa di Apple, sui prodotti non annunciati, sulle politiche di sviluppo e sulle caratteristiche hardware di alcuni prodotti rilasciati ad almeno due giornalisti.” è stato licenziato tre giorni dopo. La dichiarazione di Apple afferma che la società sta cercando un processo con giuria, danni, “restituzione e/o rescissione” di bonus e stock option, nonché “un ordine che imponga al signor Aude di non divulgare informazioni riservate e proprietarie di Apple”. a terzi.” Senza il suo consenso scritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto