Dopo un'infanzia violenta, i fratelli hanno difficoltà ad andare d'accordo

Cara Amy: Io e mio fratello abbiamo sempre avuto un rapporto fragile.

Nostro padre era violento, ma siamo entrambi di mezza età e abbiamo vissuto una vita stabile e di successo.

Spesso devo camminare sulle uova quando parlo con mio fratello perché sembra sempre che consideri quello che dico o faccio come un attacco.

Lo scorso Capodanno, stavo partecipando a una riunione con gli amici e lui ha chiamato per chattare in video.

Ho inviato un breve messaggio dicendo che ero con amici e che avremmo parlato più tardi.

Mi ha mandato un messaggio dicendo che era deluso perché aveva detto ai suoi figli che potevano parlare con il loro zio (me), e a quanto pare ho scelto i miei amici invece dei miei nipoti.

Ha aggiunto che forse avrebbe dovuto “sgridarmi”, ma ha sentito il bisogno di condividere quanto fossi deluso non solo per lui, ma per i miei nipoti.

Non sapevo come rispondere e ho aspettato tre settimane per rispondergli e poi augurargli una buona giornata per il compleanno della nostra defunta madre.

Sono passate tre settimane e non ha risposto. Non comunichiamo molto, ma mi sento come se fossi punito.

La mia domanda è: cosa dovrei fare adesso? Dovrei continuare a provare a comunicare?

Sono sicuro che tutto ciò che farò sarà sbagliato.

– imparentato

Caro bloccato: La costante danza di delusione tra te e tuo fratello è il risultato di essere cresciuti con un cattivo genitore. La vostra relazione è instabile, in parte perché entrambi siete stati addestrati fin dall'infanzia a rimanere in allerta. I bambini che vivono in famiglie violente non possono mai rilassarsi e permettersi di commettere errori, essere perdonati per i loro errori ed essere semplicemente normali. Sì, la terra è lastricata di gusci d'uovo

READ  Quando esattamente Apple rilascerà l'iPhone 15 Pro Max: nuova data dichiarata

Questa tensione e instabilità definiscono la tua relazione ora.

Ma c’è un vantaggio nel sentirsi sempre come se stessi facendo la cosa sbagliata. Questo ti libera dal dover ripensare a ogni decisione che prendi, perché qualunque cosa tu faccia o dica, sembrerà sbagliata. Quindi, fallo comunque.

Non è necessario “rispondere” a tuo fratello per restare in contatto con lui. Basta mandargli un messaggio! Di': “Ehi, ti pensavo oggi e mi chiedevo come state tu e i tuoi figli. Mi piacerebbe davvero organizzare una sessione FaceTime con loro. C'è qualche possibilità che potremmo farlo presto?”

Ti suggerisco di farti strada tra i gusci d'uovo e di fare del tuo meglio per essere te stesso. I tuoi sforzi diligenti potrebbero ispirare tuo fratello a rilassarsi finalmente e a fare lo stesso.

Puoi inviare un'e-mail ad Amy Dickinson all'indirizzo askamy@amydickinson.com o inviare una lettera a Ask Amy, PO Box 194, Freeville, NY 13068. Puoi anche seguirla su Twitter @askingamy O Facebook.

© 2024 Amy Dickinson. Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Altro da MLive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto