Gli astronomi sono preoccupati per questo satellite che è più luminoso della maggior parte delle stelle

Non è un uccello, non è un aereo e sicuramente non è Superman. A circa 330 miglia sopra la superficie terrestre si trova un satellite commerciale che eclissa la maggior parte delle stelle e, di conseguenza, minaccia la raccolta dei dati del nostro cielo notturno da parte degli astronomi. Si prevede che l’inquinamento luminoso peggiorerà poiché le aziende pianificano di inviare migliaia di ulteriori satelliti nello spazio senza regolamentazioni sulla loro luminosità.

Nel 2022, AST SpaceMobile, con sede in Texas, ha lanciato nello spazio il satellite BlueWalker 3 per fornire un servizio di telefonia mobile transcontinentale. Ma l’ambizioso progetto ha brillato così tanto che, secondo uno studio, è stato tra i 10 oggetti più luminosi del cielo. Uno studio pubblicato questa settimana.

“Il satellite sarebbe tra i 10 oggetti più luminosi se si contano le stelle e il sole. È incredibile”, ha detto Siegfried Eagle, coautore dello studio e ingegnere aerospaziale presso l’Università Urbana-Champaign dell’Illinois. un sottoprodotto del fatto che queste considerazioni ambientali non sono state fatte.” in generale.”

Il nuovo studio quantifica la luminosità del satellite su un periodo di 130 giorni. Astronomi dilettanti e professionisti hanno registrato passaggi sopra la testa da Cile, Stati Uniti, Messico, Nuova Zelanda, Paesi Bassi e Marocco. I ricercatori hanno valutato il bagliore su una scala di magnitudo, con numeri più piccoli che indicavano oggetti più luminosi. Ad esempio, la Stella Polare ha una magnitudine più due. Il team ha scoperto che BlueWalker 3 ha registrato una luminosità di +0,4.

Il problema con il satellite BlueWalker 3 è la sua dimensione. Il suo array di antenne ha un’area di 64 metri quadrati ed è il più grande sistema di antenne commerciali mai utilizzato nell’orbita terrestre bassa. La grande antenna aiuta i segnali cellulari a rimbalzare avanti e indietro in tutto il mondo; Più grande è l’antenna, migliore è la qualità della chiamata. Ma l’antenna riflette anche molta luce verso la Terra, facendola apparire molto luminosa nel cielo.

READ  L’estremo calo dell’ossigeno un giorno soffocherà la maggior parte della vita sulla Terra: ScienceAlert

“Una volta liberate le antenne, è diventato 100 volte più luminoso o più”, ha detto Brad Young, un astronomo dilettante che lavora all’osservatorio. Centro per la protezione dei cieli bui e silenziosi dalle interferenze delle costellazioni satellitari. “quello [a] “Aumento significativo dell’area dell’antenna che riflette la luce.”

La luce extra ha molte implicazioni per gli astronomi, ma anche per i non scienziati. Eagle ha detto che la luce interferisce con la raccolta dei dati. Ad esempio, le strisce satellitari possono mascherare oggetti vicini alla Terra, come un asteroide. Uno studio precedente di Eagle ha mostrato che una porzione di oggetti vicini alla Terra potrebbe essere influenzata da queste linee nei dati.

L’inquinamento luminoso influenza anche i ritmi circadiani delle persone e i modelli migratori di altri animali.

Gli astronomi stanno già combattendo alcuni di questi problemi utilizzando sciami di satelliti, inclusi i satelliti per comunicazioni Starlink di SpaceX. Migliaia di satelliti Starlink viaggiano nel cielo notturno in formazione di treni, a volte apparendo come un UFO proveniente da un altro mondo. Ogni singolo satellite Starlink è 10 volte più luminoso di quanto la comunità astronomica desidera, ha affermato Eagle. SpaceX prevede di lanciare 40.000 satelliti.

Ma il satellite BlueWalker potrebbe rapidamente peggiorare le condizioni. Il satellite completamente esteso è molto più grande e luminoso del satellite Starlink. Con l’ultimo lancio come prototipo, AST SpaceMobile prevede di inviarne altre centinaia nello spazio. Alcuni sono potenzialmente più grandi.

Anche senza luce aggiuntiva, lo streaming satellitare può rappresentare un problema per il lancio di altri oggetti. Le collisioni possono produrre uno sciame di detriti, che può colpire o addirittura danneggiare altri satelliti sul suo cammino.

READ  Gli astronomi hanno avvistato una stella simile al Sole “ripetutamente lacerata e consumata da un buco nero”.

“Come astronomi, non vogliamo essere i fautori dello sviluppo economico o dei nuovi paesi in via di sviluppo che arrivano come attori sulla scena spaziale”, ha detto la cosmologa Aparna Venkatesan, che non è stata coinvolta nel nuovo studio. “Ma al momento, il terreno non regolamentato significa che non stiamo facendo VIA o impatto ambientale Effetto dell’inquinamento luminoso O molte altre conseguenze in modo sistematico.

L’obiettivo sarebbe quello di riunire le aziende sotto un ombrello normativo, in cui gli operatori possano condividere tra loro le loro specifiche, la luminosità dei satelliti, i rivestimenti delle pellicole che utilizzano e altri metodi per oscurare la loro attività, ha affermato Venkatesan, dell’Università di San Professore Francesco. Satelliti.

Anche l’astronomo Fabio Falchi, che non è stato coinvolto nella ricerca, ha chiesto una regolamentazione rigorosa, ma divieti, non mitigazioni. Dice che gli astronomi sono troppo flessibili nel permettere alle aziende di lanciare sciami di satelliti luminosi, e invita più astronomi a prendere posizione. Articolo di commento pubblicato a marzo.

“Interrompere lo stato incontaminato del cielo notturno è un attacco intangibile e senza precedenti al patrimonio culturale accumulato nel cielo notturno”, ha scritto al Washington Post Falchi, ricercatore presso l’Institute for Light Pollution Science and Technology. “In nessuna parte del mondo sarà possibile vedere il cielo stellato senza che un satellite rovini l’esperienza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto