Google sta apportando modifiche alla ricerca per respingere la concorrenza e affrontare l’intelligenza artificiale, ed ecco cosa significa.

Questo articolo proviene da Grande tecnologiaun telegiornale scritto da Alex Kantrowitz.

Per molti anni Google ha dominato la ricerca incontrando poca opposizione. Il formato ha subito qualche interruzione. Erano sempre solo un mucchio di collegamenti blu. Anche gli accordi multimiliardari della società con i produttori di telefoni per mantenere la Ricerca Google come impostazione predefinita hanno aumentato il suo vantaggio. Ma il suo comodo trespolo in realtà sta iniziando a svanire. Una causa intentata dal Dipartimento di Giustizia americano Ha rivelato le sue pratiche di distribuzione, aprendolo alla concorrenza con la conclusione di un processo antitrust federale di alto profilo questa settimana. Gli strumenti di intelligenza artificiale generativa minacciano di stravolgere il formato della ricerca e di sconvolgere il campo di gioco.

Al momento, Google sta sperimentando nuovi cambiamenti audaci che potrebbero cambiare in modo significativo l’esperienza di ricerca. Ha iniziato a consentire alle persone di lasciare feedback pubblicamente visibili nei risultati di ricerca, in un test annunciato questa settimana. quello Opzione aggiunta Per dare seguito a query di ricerca specifiche e inviarti nuove informazioni invece di richiederti di eseguire ricerche ripetute. Continua a testare risultati di intelligenza artificiale generativa che rispondono a domande in linguaggio naturale.

“Questo è il periodo più emozionante di tutta la mia carriera”, mi ha detto il vicepresidente di Google Search Cathy Edwards in un’intervista del 23 ottobre. Podcast sulla grande tecnologia questa settimana.

La ricerca è il rubinetto dei soldi di Google. Genera la maggior parte delle sue entrate e finanzia le grandi scommesse dell’azienda. Tutte quelle cose simili a Google – prodotti sperimentali, ricerca, progetti di successo, rendimenti per gli azionisti – non sarebbero possibili senza margini di ricerca. Modificare la ricetta è rischioso. Tuttavia, l’azienda sembra disposta (o costretta) a provarci.

READ  Mentre era sotto le sanzioni statunitensi, dove Huawei ha preso i chip avanzati per il suo ultimo smartphone Mate 60 Pro?

AppuntiQuello che Google ha lanciato come esperimento questa settimana, potrebbe essere la sua modifica più audace possibile. Posiziona effettivamente una sezione dei commenti online nella parte superiore della pagina dei risultati. Se stai cercando una ricetta che richieda la carne, ad esempio, qualcuno può lasciare un messaggio condividendo un’alternativa vegetariana. Trova un sito Web che contenga informazioni tempestive e qualcuno possa aggiungere una nota se non è aggiornata. Se un sito web è facile da navigare e un altro è un incubo, puoi aggiungere una nota per aiutare gli altri a decidere quale sito vogliono visitare.

“Fondamentalmente, le persone vogliono sentire informazioni da altre persone”, ha detto Edwards. Il feedback ha lo scopo di aiutarli a guidarsi a vicenda per ottenere le migliori informazioni.

I commenti online tendono a sfuggire di mano, quindi Google prende alcune precauzioni per mantenere Civile Notes. Edwards ha detto che il team ha studiato i suoi colleghi di YouTube, ripulendo la sezione dei commenti, un tempo orribile. “Siamo migliori amici adesso”, ha detto Edwards dei fratelli della compagnia. Aspettatevi filtri simili e opzioni Mi piace e Non mi piace in Notes in modo che i migliori errori dell’utente arrivino in cima.

Insieme al Feedback, questa settimana Google ha rilasciato l’opzione Segui nella ricerca che sarà implementata a livello globale. Segui ti consentirà di iscriverti a query specifiche e di ricevere notifiche sugli aggiornamenti quando arrivano nuove informazioni. Se sei interessato ai cibi vegani saltati in padella, ad esempio, Google può avvisarti quando viene online una nuova pagina di ricette. E poiché molti dei pilastri dei social media su cui gli utenti fanno affidamento per monitorare i propri interessi sono in declino – tra cui X, Facebook News Feed e Tumblr – c’è un’opportunità per Google di intervenire e colmare il divario. Edwards ha detto che l’azienda non vuole costruire un social network. Ma potrebbe fornire un vantaggio simile senza di esso.

READ  Il Samsung Galaxy S23 FE, Buds FE e Tab S9 FE sono quasi dispositivi di punta

Google Ricerca sulla competenza ostetrica– che aggiunge risposte generate dall’intelligenza artificiale in cima alle pagine dei risultati – sembra funzionare bene con le funzionalità del laboratorio. “Gli utenti sono davvero entusiasti di questa esperienza; il morale è più alto”, ha detto Edwards. “Stiamo anche vedendo gli utenti fare query più complesse.” La dichiarazione suggerisce che SGE, come la chiama Google, potrebbe offrire alcuni dei vantaggi della ricerca con un bot AI senza trasformare la ricerca di Google interamente in Chat: questo è il punto a metà strada tra la familiare interfaccia utente di ricerca di Google e ChatGPT.

Google ha ancora alcuni problemi da risolvere con la ricerca generativa. Se una risposta risolve una query senza richiedere a qualcuno di scorrere fino alla fine di una pagina di collegamenti, potrebbe limitare la quantità di annunci su cui si farà clic, mettendo a rischio l’attività. “Continuiamo la pubblicità e l’adesione [search] “Molto separato in Google”, ha detto Edwards. Ma Wall Street esigerà ancora alcune risposte.

Un altro problema è pagare gli editori le cui informazioni compaiono all’interno delle risposte prodotte dall’intelligenza artificiale. Comprendere e visualizzare i contenuti degli editori sul Web è diverso dal semplice inserimento di titoli e collegamenti blu e può inviare meno traffico agli editori. Ma fino ad ora, determinare se SGE sta inviando più o meno traffico agli editori è stato difficile perché la natura di abbonamento di SGE limita la capacità di Google di effettuare misurazioni accurate. “Fa impazzire i nostri statistici”, ha detto Edwards.

READ  Un nuovo strumento consente agli artisti di “avvelenare” le proprie opere d’arte per scoraggiare le aziende di intelligenza artificiale

L’opzione di bloccare semplicemente la scansione, come accade nella ricerca, sembra essere insufficiente per alleviare le preoccupazioni degli editori riguardo a SGE. Tuttavia, finora, nessuno sembra avere una buona soluzione al di fuori di piccoli accordi di licenza, come OpenAI Accordo con l’Associated Press.

L’ondata di cambiamenti potenzialmente di ampia portata – Notes, SGE e Follow – potrebbe equivalere alla riprogettazione più significativa della Ricerca Google negli ultimi dieci anni o più. Niente nella tecnologia dura per sempre, nemmeno i potenziali clienti più dominanti. Per Google, la speranza è che queste funzionalità – e tutto ciò che verrà – saranno sufficienti per mantenere il suo dominio per qualche tempo. lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto