Gradi commerciali NHL: il commercio di Jake Guentzel è una piazza pulita per gli Hurricanes

Segui le ultime notizie sulle scadenze commerciali della NHL su Blog sportivo in diretta.

Scritto da Corey Broman, Sean Gentile ed Eric Duhacek

Carolina Hurricanes Ottieni: L'attaccante Jake Guentzel e il difensore Ty Smith.

I Pittsburgh Penguins ottengono: Scelta condizionale del 1° round 2024, Scelta condizionale del 5° round 2024, attaccanti Michael Bunting, Ville Koivonen, Vasiliy Ponomarev, Lucius Cruz.


Corey Bronman: Jake Guentzel si unisce a una forte squadra della Carolina e sperano che possa essere un elemento in grado di metterli al top. È un giocatore che può ottenere molto con il disco grazie alle sue mani ben sviluppate e al senso dell'hockey. È un pattinatore forte che gareggia bene e, anche se non è così grande, gareggia duramente e può creare occasioni a rete. Stilisticamente si adatta bene al modo in cui a Carolina piace giocare. Hanno pagato un prezzo alto per lui anche se non è un tipo d'élite, e ci sarà da chiedersi quanto esattamente sarebbe produttivo in un ambiente diverso in cui è il ragazzo di riferimento.

Ty Smith è un difensore mobile che pensa al gioco ad un livello molto alto. Ha mostrato un'offensiva legittima a vari livelli, ma è un difensore sottodimensionato e non difende bene.

Bunting è un giocatore che il GM dei Penguins Kyle Dubas conosce bene dopo averlo arruolato nell'OHL e aver firmato con Toronto. È un giocatore molto abile e intelligente che può creare molti attacchi. Gareggia duro e crea bene sotto rete. In un certo senso, ha alcune somiglianze stilistiche con Guentzel, con la differenza principale che Bunting è un pattinatore di livello intermedio. È un giocatore di qualità e ha anche firmato un contratto ragionevole.

Le prospettive che Pittsburgh ha acquisito da Carolina seguono una tendenza: attaccanti abili con un buon senso dell'hockey, ma privi di tratti atletici di alto livello. Non definirei nessuno di loro veri e propri potenziali clienti d'élite.

Cruz Lucius è un'ala abile e creativa che è stata uno dei migliori attaccanti di una forte squadra dell'Università del Wisconsin in questa stagione. Ha legittime capacità di regia a livello universitario, ma la sua taglia media e le sue capacità di pattinaggio portano a dubbi su quanto bene passerà ai professionisti. Ha la possibilità di giocare, ma dovrà dimostrare che il suo gioco funziona contro gli uomini.

Ville Koivunen è anche un'ala con grande abilità e visione che può gestire un gioco di potere professionale. È stato molto produttivo a 20 anni contro gli uomini per la sua abilità, ma anche perché può creare l'interno della zona offensiva. Come Lucius, anche lui non è un grande pattinatore e dovrà dimostrare che il suo gioco si tradurrà a livelli più alti.

Vasiliy Ponomarev ha fatto bella figura contro i giocatori dell'AHL e ha avuto una buona prestazione nella forma breve della NHL in questa stagione. Lavora sodo e ha eccellenti capacità con il disco. Ma è un centro più piccolo e pattina bene ma non è una giacca. Ha la possibilità di essere tra i primi sei se segna.

È difficile ottenere un pezzo premium con un contratto di noleggio come questo; Di solito si tratta di quantità rispetto alla qualità. È interessante quanto i giocatori scrivono rima in questo accordo. Ci sono stati moltissimi attaccanti esperti che si sono scambiati di mano, anche se a vari livelli. Questo accordo non lascia Pittsburgh in una posizione molto migliore per il futuro, a meno che uno di quei potenziali clienti di medio livello o una scelta di secondo turno non diventi grande. È molto probabile che Bunting diventi la parte migliore del loro ritorno.

READ  La Carolina del Sud batte Kaitlyn Clark dell'Iowa State vincendo il titolo NCAA e completando una stagione perfetta

Grado di uragano: B+
Lezione sui pinguini: B-


Sean Gentile: Ad un certo punto, durante i miei sette anni trascorsi a guardare Jake Guentzel giocare – avrebbe potuto essere durante la sua stagione da 84 punti nel 2021-22, ma chi lo sa, davvero – ho iniziato a pensare che fosse sottovalutato.

Due stagioni accorciate dal coronavirus e un infortunio alla spalla sembrano oscurare il fatto che sia diventato un affidabile marcatore da 40 gol, a giudicare dal ritmo. Sidney Crosby era responsabile di tutto ciò? Certo, ma Guentzel, pur non disponendo di alcun attrezzo fisico veramente eccezionale, credeva al gioco ad un livello che sembrava raro. Personalmente, non ero sicuro di averlo mai visto prima. Non dal Padiglione, almeno.

Quindi, ero quasi sollevato dal fatto che il GM mi avesse leggermente rimproverato durante l'estate. Siamo stati sottorappresentati da Guentzel nel nostro progetto NHL Tiers, ed è ora di andare avanti, ha detto il dirigente.

“Se l'obiettivo dell'hockey è vincere, (Guentzel) deve farsi avanti”, ha detto il direttore generale. “È molto bravo. Fa tutto bene. Mette i dischi al muro. Fa piccole giocate difensive. Fa giocate offensive. Non è un atleta d'élite, forse, ma la sua mente è d'élite in senso generale.”

Il risultato finale è stato la migliore ala per cui Sidney Crosby potrà mai giocare, un enorme colpo di stato per gli Hurricanes e uno scambio che potrebbe cambiare gli equilibri di potere nella Eastern Conference, se non nella lega. Guentzel è così buono. Affronterà bene gli uragani. E Carolina aveva disperatamente bisogno di un giocatore come lui – per la sua mente, sì, ma anche per la produzione di punti d’élite. Aiuterà anche nei giochi di potere; I problemi di Pittsburgh non c'entrano niente. È la mossa completa che il roster degli Hurricanes merita da anni. Non esiste giocatore sul mercato più bravo a convertire i possedimenti di palla in punti. Qual è il problema più grande che Carolina deve affrontare? Hai indovinato.

Per i Penguins il ritorno sembra leggero. Bunting è un attaccante tra i primi nove che ha sia aspetti positivi (la sua capacità di produrre con la posizione d'élite, come ha fatto a Toronto) che aspetti negativi (tra cui alcuni brutti numeri difensivi in ​​Carolina). Aggiungerà qualcosa nei due anni rimasti di contratto. Non farò finta di sapere nulla su tre prospettive buone ma non eccezionali, ma dirò questo: il pool di prospettive di Pittsburgh era basso e limitato. Non c'era qualità, in alto, e certamente nessuna quantità.

Kyle Dubas, se non altro, ha risolto metà del problema. E Guentzel, nonostante tutto il suo talento, è un UFA in sospeso ed è attualmente fuori per infortunio. Era sciocco aspettarsi una superstar, un giocatore nel roster e una scelta al primo turno. Tuttavia, c'è un compromesso tra questo, e il dollaro viene scambiato per un quarto, tre centesimi e una gomma, e Pittsburgh sembra essersi avvicinata a quest'ultimo.

READ  Jalen Hurts ha sofferto di sintomi simil-influenzali durante la vittoria degli Eagles

Grado di uragano: UN
Lezione sui pinguini: C-


Jake Guentzel probabilmente merita di tornare in Carolina. (James Guillory/USA Today)

Eric Duhacek: Dal tardo pomeriggio fino alla prima serata e anche fino a tarda sera, The Jake Guentzel Hour sembrava un po' di essere in un quiz televisivo, dove il conduttore tiene penzolanti fastidiosamente i concorrenti per ore e ore prima di rivelare finalmente il vincitore del premio.

Bene, conoscevamo fin dall'inizio il vincitore, erano i Carolina Hurricanes. Ma finché non sapevi a cosa hanno rinunciato gli Hurricanes per acquisire l'ala migliore sul tabellone degli scambi, non sapevi davvero come procedere, soprattutto se eri un fan di Pittsburgh. Era abbastanza? Un po' frustrato? Molto deludente? Potrebbe essere bastato?

Alla fine, sembrava debole dal lato di Pittsburgh, facendo piazza pulita su ogni fronte per Carolina. Ma cominciamo con l'idea del direttore generale dei Penguins Kyle Dubas che orchestra una guerra di offerte per il suo bene prezioso, perché tutti amavano Guentzel – e perché non dovrebbero? A 29 anni, è un tiratore puro con un impressionante pedigree nei playoff e qualcuno che può elevare chiunque, dall'aspirante Stanley Cup a legittimo contendente.

Questo è anche il motivo per cui le trattative si trascinarono prima di andare finalmente dalla parte di Carolina. Operativamente, gli Hurricanes alla fine andarono contro tutto ciò che l'organizzazione aveva sostenuto da quando Tom Dundon ne divenne proprietario – e rinunciarono a una risorsa plausibile per aggiungere un giocatore come inquilino. In passato, Carolina ha resistito alla tentazione di fare il carico entro la scadenza e alla fine ha scoperto che non funzionava. Una volta arrivati ​​ai playoff, e avevano davvero bisogno di qualcuno che facesse la differenza e che potesse cambiare la situazione, non avevano nessuno a cui rivolgersi.

E sperano che Guentzel sia quell'uomo.

È chiedere molto, ma ancora una volta, il passato di Guentzel nei playoff suggerisce che potrebbe essere all'altezza. Guentzel ha fatto irruzione nella NHL a metà della stagione NHL 2016-17 e ha registrato quasi un punto a partita in 40 partite della stagione regolare. Da lì, ha guadagnato ancora più fama per i 13 gol segnati in 25 partite di playoff, quando i Penguins hanno vinto la Stanley Cup. Guentzel è andato ancora meglio nel secondo anno di playoff, segnando 21 punti in 12 partite. Quei 58 punti in 58 partite di playoff? Questo è importante per i direttori generali in questo periodo dell’anno.

L'unico avvertimento sul curriculum di Guentzel fino a questo punto è che puoi ottenere molto nella NHL quando Sidney Crosby ti dà il disco – o anche quando è molto con te sul ghiaccio. Questo perché Crosby riceve molta attenzione dall'avversario, il che a sua volta rende più facile trovare strati nella copertura difensiva se sei abbastanza fortunato da cavalcare con lui.

La più grande forza di Guentzel è la sua capacità di trovare i punti deboli della zona offensiva e poi finire la palla intorno alla rete. La sua eccellente coordinazione occhio-mano fa sì che il passaggio non debba necessariamente essere perfetto per poterlo mettere in rete.

READ  Il proprietario dell'aereo descrive la notizia della controversia con Saleh come "completamente falsa"

Il problema con Carolina è che una volta superato Sebastian Aho, la qualità dei centri diminuisce rapidamente. Attualmente tra gli attaccanti degli Hurricanes, solo Aho è in grado di segnare 30 gol. Ha 24 anni. Nessun altro ha più di 19 anni. L'equilibrio è fantastico, ma a volte l'equilibrio non ti porta lontano. Finora Carolina non ha raggiunto la finale della Stanley Cup nell'era di Rod Brind'Amour.

Se Brind'Amour sceglie di interpretare Aho con Guentzel, l'alchimia che ha avuto con Crosby potrà essere replicata – e velocemente? Forse. probabilmente. Ma se Guentzel scivola accanto agli altri centri del roster – Jack Drury, Jordan Staal o Jesperi Kotkaniemi – beh, non è la stessa cosa, vero?

Tuttavia, il senso dell'hockey di Guentzel ti fa pensare che troverà un modo per far funzionare le cose, ovunque arrivi. È uno studio veloce. Guentzel era all'ultimo anno di un contratto che gli pagava 6 milioni di dollari a stagione e aveva una clausola di non scambio modificata per 12 squadre. Non tutti gli attaccanti alti un metro e settanta sono necessariamente apprezzati in questo periodo dell'anno, perché il gioco fisico di solito diventa più difficile nei playoff. Ma la sua stazza non ha ostacolato Guentzel negli ultimi playoff – e non c'è motivo di dubitare che continuerà.

È fuori dal 14 febbraio, per riprendersi da un infortunio alla parte superiore del corpo, ma sta pattinando, quindi il condizionamento non dovrebbe essere un problema. Se tornerà entro metà marzo, dovrebbe essere tempo sufficiente per scrollarsi di dosso la ruggine, mettere al passo i suoi tempi e quindi capire in quale posizione si sistema per giocare.

D'altro canto, il fatto che Pittsburgh abbia ripreso Michael Bunting dalla Carolina non è stata una sorpresa. La storia di Bunting con Dubas è ben consolidata e risale a Sault Ste. I giorni di Maria. Bunting si è unito agli Hurricanes come free agent la scorsa estate, firmando un contratto triennale per una modesta AAV di 4,5 milioni di dollari. Quindi per loro era fondamentalmente un agente libero. Ponting era un buon giocatore, giocava con Auston Matthews a Toronto, quindi dovrebbe trovare casa con Crosby o Evgeni Malkin. Tuttavia, con l'arrivo di Goentzel, Ponting è diventato sacrificabile.

Il resto del pacchetto dipende da quanto ti piace il fatto che la scelta del primo round sia condizionata, così come lo è quella del quinto round, e che gli Hurricanes si siano scambiati e Non l'ha fatto Separati da Alexander Nikishin, Bradley Nadeau o Scott Morrow, che erano 1-2-3 nella lista di Scott Wheeler delle migliori prospettive in Carolina.

Ponomariov, Koivonen e Lucius hanno invece concluso sesto, settimo e nono in Carolina. Alla fine tutto potrebbe risolversi. Qualcuno di loro raggiungerà le vette di Guentzel? Probabilmente no.

In effetti, sembra un vero affare.

Carolina ha pagato solo un prezzo ragionevole per un giocatore con un vantaggio significativo. Forse anche un grande torneo. Pittsburgh ha privilegiato la quantità rispetto alla qualità. Questo raramente finisce bene.

Grado di uragano: UN
Lezione sui pinguini: C

(Jake Guentzel Immagine: Mike Ehrman/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto