Haas abbandona il marchio russo Uralkali per l’ultimo giorno di test di F1

Le forze russe hanno iniziato la loro invasione dell’Ucraina giovedì dopo mesi di accresciute tensioni, che hanno portato alla condanna mondiale.

I capi della F1 terranno un incontro giovedì sera a Barcellona per discutere i piani per il Gran Premio di Russia A settembre, con il quattro volte iridato Sebastian Vettel Oggi ha detto che non avrebbe corso lì.

Il team Haas di proprietà americana ha la sponsorizzazione del titolo dalla russa Uralkali e da un pilota russo Nikita Mazepin in una delle sue auto. Di solito in alcuni luoghi viene utilizzato un colore rosso, bianco e blu simile alla bandiera russa.

Ma giovedì il team ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che avrebbe completato l’ultimo giorno di test a Barcellona senza il marchio Uralkali e con una semplice vernice bianca.

Haas F1 Team La VF-22 sarà presentata in bianco e nero, senza il marchio Uralkali, per il terzo e ultimo giorno della pista del Circuit de Barcelona-Catalunya venerdì 25 febbraio”, ha affermato il team.

Nikita Mazepin guiderà con lui la sua vettura come previsto nella sessione mattutina Mick Schumacher Prendi il comando nel pomeriggio.

Al momento non verranno rilasciati ulteriori commenti sugli accordi con i partner del team.

Mick Schumacher, Nikita Mazepin, Haas F1 Team VF-22

Mick Schumacher, Nikita Mazepin, Haas F1 Team VF-22

Fotografia: Carl Bingham / foto di sport motoristici

Haas ha rilasciato la dichiarazione utilizzando il suo vecchio logo, che non include il nome della squadra degli Uralkali.

All’inizio della giornata, gli impegni di Mazepin e del capo squadra Gunther Steiner sono stati annullati.

Il Gran Premio di Russia si terrà a Sochi il 25 settembre. Domani, la Federcalcio europea dovrebbe annunciare che la squadra di San Pietroburgo sarà spogliata della finale di Champions League, mentre prevalgono i dubbi sulle qualificazioni ai Mondiali in programma in Russia nel prossimo futuro.

READ  40 La migliore cavalletto alzamoto del 2022 - Non acquistare una cavalletto alzamoto finché non leggi QUESTO!

La Formula 1 corre in Russia dal 2014, con il presidente Vladimir Putin che è apparso in alcune delle precedenti edizioni di eventi per presentare premi sul podio.

Leggi anche:

Vettel ha detto alla conferenza stampa di oggi che, sebbene l’Associazione dei piloti del Grand Prix non avesse ancora discusso la questione, aveva deciso di correre a Sochi.

“La mia opinione è che non dovrei andare, non andrò, penso che sia sbagliato correre in questo paese”, ha detto Vettel.

“Mi dispiace per le persone, gli innocenti che perdono la vita, vengono uccise per ragioni stupide sotto una guida molto strana e folle.

“Sono sicuro che è qualcosa di cui parleremo, ma come ho detto a nome della GPDA, non ci siamo ancora incontrati.

“Ma personalmente sono scioccato e triste nel vedere cosa succede. Vedremo andare avanti ma la mia decisione è già stata presa”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,514FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles