Il giudice della Georgia pubblica il rapporto del gran giurì elettorale di Trump

L’ex presidente degli Stati Uniti e candidato presidenziale repubblicano Donald Trump reagisce durante una manifestazione elettorale a Erie, Pennsylvania, Stati Uniti, il 29 luglio 2023. REUTERS/Lindsay DeDario/file Foto Ottieni i diritti di licenza

8 settembre (Reuters) – Un giudice della Georgia ha pubblicato venerdì il rapporto finale di una giuria speciale sulle accuse secondo cui Donald Trump avrebbe tentato di ribaltare le elezioni presidenziali georgiane del 2020, settimane dopo l’incriminazione dell’ex presidente degli Stati Uniti e di 18 soci.

Il rapporto è sigillato per nove mesi. Ciò include raccomandazioni per gli avvocati. Il documento potrebbe mostrare se i giurati ritengono che altri associati di Trump avrebbero dovuto essere accusati oltre a quelli accusati.

Un gran giurì speciale è stato convocato nel 2021 su richiesta del procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis per assistere nelle sue indagini. Nel corso di diversi mesi, i giurati hanno ascoltato le testimonianze di 75 testimoni, inclusi alleati di Trump come il suo ex avvocato Rudy Giuliani, il senatore repubblicano americano Lindsey Graham e alti funzionari della Georgia, come il governatore Brian Kemp.

Il Consiglio speciale non ha il potere di emettere accuse. Ma Willis ha utilizzato le prove raccolte per ottenere un atto d’accusa da un gran giurì regolare il mese scorso, accusando Trump e i suoi coimputati di supervisionare una cospirazione ad ampio raggio per sabotare la vittoria in tutto lo stato del democratico Joe Biden.

L’accusa elenca 30 cospiratori non accusati che non sono stati accusati ma che presumibilmente hanno avuto un ruolo nel piano.

Tutti i 19 imputati si sono dichiarati non colpevoli. Come negli altri tre casi penali, Trump ha negato qualsiasi addebito e ha affermato di essere vittima di persecuzione politica.

READ  40 La migliore zaini universita donna del 2022 - Non acquistare una zaini universita donna finché non leggi QUESTO!

Nonostante i suoi problemi legali, rimane il favorito nella sfida all’attuale Biden per la nomina presidenziale repubblicana del prossimo anno.

Il rapporto speciale del gran giurì rimase segreto su richiesta di Willis mentre lui determinava quali accuse sporgere. Con le accuse rilasciate, il giudice della Corte superiore della contea di Fulton, Robert McBurney, ha scritto in un’ordinanza la scorsa settimana che non c’è più alcun motivo per tenerle nascoste al pubblico.

Dichiarazione di Joseph Ox; Montaggio di Scott Malone, Daniel Wallis e Howard Koller

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottieni i diritti di licenzaApre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto