Il lancio dello Starliner è stato ritardato a metà maggio

WASHINGTON – Il primo volo con equipaggio del Boeing CST-100 Starliner sarà ritardato di almeno un’altra settimana e mezza per sostituire una valvola difettosa sul veicolo di lancio Atlas 5.

La NASA ha annunciato alla fine del 7 maggio che la missione Crew Flight Test (CFT), il cui lancio il 6 maggio era stato annullato a causa di un malfunzionamento della valvola nello stadio superiore del razzo Centaur, era stata riprogrammata entro e non oltre le 18:16 del 17 maggio.

Il lungo ritardo consentirà alla United Launch Alliance di riportare il razzo all’hangar della Vertical Integration Facility (VIF) vicino alla piattaforma per sostituire la valvola di regolazione della pressione dell’ossigeno liquido del Centaur. Questa valvola ha iniziato a oscillare dopo che il palco è stato caricato con ossigeno liquido, creando un ronzio notato dall’equipaggio della rampa di lancio.

In una conferenza stampa dopo la pulizia del 6 maggio, Torey Bruno, presidente e CEO di ULA, ha affermato che la preoccupazione era che le vibrazioni potessero far avvicinare la valvola alla sua durata nominale di 200.000 cicli. Notò che la valvola vibrava ad una frequenza di 40 Hz.

Successivamente, ha detto, gli ingegneri controlleranno se tali vibrazioni includono giri completi della valvola. In tal caso, ULA dovrà sostituire la valvola. Tuttavia, se la valvola si muove solo parzialmente, è possibile che la valvola non sia vicina alla sua durata prevista e possa essere conservata. I funzionari hanno detto in conferenza stampa che potrebbero provare a lanciare nuovamente il giorno successivo, ma in seguito hanno rivisto la data di lancio alla prossima opportunità, il 10 maggio, prima di quest’ultimo ritardo.

READ  La bizzarra previsione di un fisico delle particelle di 67 anni è stata finalmente confermata

Nella dichiarazione della NASA sul nuovo ritardo, l’agenzia ha affermato che mentre la vibrazione della valvola è stata attenuata una volta chiusa la valvola dopo il lavaggio, la vibrazione è ritornata due volte mentre il propellente veniva scaricato dal razzo.

“Dopo aver valutato la storia della valvola, le firme dei dati del tentativo di lancio e la valutazione dei rischi legati all’uso continuato, il team dell’ULA ha stabilito che la valvola superava le sue qualifiche e i responsabili della missione hanno accettato di rimuovere e sostituire la valvola”, ha affermato la NASA.

La nuova data è leggermente successiva rispetto alle previsioni presentate nel briefing. La procedura di sostituzione delle valvole, che prevede l’installazione di strumenti per sostenere il palco, richiede diversi giorni, ha detto Bruno. “Difficilmente saremo pronti a fare un altro tentativo prima di domenica [May 12],” Egli ha detto.

Questo non era uno dei giorni fissati dalla NASA come data di lancio, con date di riserva per il tentativo di lancio originale che erano il 7, 10 e 11 maggio. Steve Stich, direttore del Commercial Crew Program della NASA, ha stimato che la prossima opportunità di lancio disponibile dopo l’11 maggio sarebbe stata il 14 o 15 maggio.

Non vi è alcun conflitto nel programma a breve termine per il lancio sulla Stazione Spaziale Internazionale, dove attraccherà la navicella spaziale Starliner. “Abbiamo intenzionalmente cancellato il nostro programma estivo per avere più spazio per questa missione CFT”, ha detto alla conferenza stampa Dana Weigel, responsabile del programma ISS della NASA.

La NASA ha affermato che i due astronauti alla guida della missione CFT, Butch Wilmore e Sonny Williams, rimarranno al Kennedy Space Center in quarantena pre-volo fino a questo ritardo finale.

READ  “Parlare” con le piante può aiutarle a prepararsi agli attacchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto