La fine delle reti 3G è un problema per milioni di proprietari di auto

L’arresto pianificato delle reti 3G legacy influenzerà i sistemi connessi di dozzine di modelli di auto che sono entrati nel mercato in qualsiasi momento dal 2010 al 2021, in alcuni casi.

Dusan Petkovic | iStock | Getty Images

Milioni di veicoli negli Stati Uniti, tra cui TeslaAudi, Honda e aprileMartedì perderà alcune funzionalità di emergenza e di riposo, poiché AT&T è diventato il primo vettore a interrompere la sua rete 3G quest’anno.

Gli arresti – noti come tramonto sulla rete – interessano i telefoni cellulari più vecchi ma anche altri prodotti come sistemi di sicurezza domestica e veicoli che utilizzano reti 3G per aggiornamenti e comunicazioni remote.

L’impatto sui proprietari di veicoli varierà in base alla loro auto o camion, milioni dei quali sono stati realizzati negli ultimi dieci anni circa con una connessione 3G. Alcuni proprietari potrebbero non riscontrare alcun problema, mentre altri potrebbero perdere i servizi di risposta automatica alle emergenze in caso di guasto e alcune funzionalità di infotainment e comodità come la navigazione in tempo reale e le funzionalità delle app per smartphone come il precondizionamento dell’abitacolo.

ha affermato Kenny Hawk, CEO di Mojio, una società di servizi di mobilità che collabora con Volkswagen e Audi per mantenere i servizi di emergenza. “Hai molti veicoli… che hanno telecomandi 3G integrati, modem e antenne che funzionano solo su reti 3G.”

disastro al rallentatore

AT&T È il primo grande fornitore a interrompere i servizi 3G, che verranno chiusi martedì, seguito da T-Mobile E il Verizon entro quest’anno. Saranno interessati anche altri vettori più piccoli che fanno affidamento su quelle reti come Cricket, Boost e Straight Talk.

Le società di telecomunicazioni stanno conducendo tramonti 3G per liberare infrastrutture e capitale per supportare le ultime novità, come i servizi 5G emergenti.

“Dal febbraio 2019, collaboriamo con le case automobilistiche per aiutarle a convertire le loro auto connesse alla tecnologia più recente prima che i servizi 3G finiscano il 22 febbraio. I clienti hanno ricevuto e riceveranno ulteriori comunicazioni mentre collaboriamo con loro in questa transizione, anche dirette comunicazioni”, ha affermato AT&T. In una dichiarazione inviata lunedì via e-mail, “Posta, lettere di fatturazione, e-mail e messaggi di testo”.

Sebbene i fornitori di servizi cellulari abbiano avvertito che le loro reti si chiuderanno definitivamente per un po’ di tempo, molte case automobilistiche fanno ancora affidamento sulla connettività 3G fino al 2021.

William Wallace, direttore della politica di sicurezza presso Consumer Reports, ha definito la situazione un “disastro lento”, poiché le case automobilistiche non fanno nulla o si affrettano a mantenere i servizi per i proprietari.

“Stiamo parlando di milioni di veicoli che perderanno le caratteristiche promesse ai loro proprietari, che non verranno più consegnati”, ha affermato. “In alcuni casi, queste caratteristiche sono caratteristiche di sicurezza, cose che possono aiutarli a evitare la morte o lesioni gravi dopo un incidente”.

Consumer Reports ha un grande volume Elenco dei veicoli interessati per marca di auto. I proprietari, se non già contattati dalle case automobilistiche, possono controllare i siti Web dei marchi per vedere se il loro veicolo è stato interessato.

Effetto automatico

Le soluzioni offerte dalle case automobilistiche per risolvere i problemi variano ampiamente. Vanno dall’interruzione di alcuni servizi all’offerta di aggiornamenti software e hardware e alcuni richiedono ai proprietari di pagare una tariffa una tantum o di sottoscrivere nuovi abbonamenti mensili o annuali.

“È incostante”, ha affermato Brian Moody, editore esecutivo di Autotrader. “Non tutte le soluzioni per l’industria automobilistica sono uguali”.

Tesla, ad esempio, sta addebitando $ 200 ai proprietari di una Model S costruita prima di giugno 2015 per eseguire l’aggiornamento al modem dell’auto, secondo Il suo sito web. Tesla afferma che senza l’aggiornamento, i conducenti perderanno molte funzionalità remote e alcune funzionalità di infotainment, tra cui navigazione, mappe e aggiornamenti sul traffico in tempo reale.

I proprietari di alcune Honda hanno tempo fino a martedì per scaricare gratuitamente il nuovo software. Altrimenti, secondo Consumer Reports, dovranno pagare fino a $ 900 per un aggiornamento hardware o perdere alcune funzionalità.

Una vista del cruscotto di una Tesla Model S.

Getty Images

“I produttori, caso per caso, danno un’occhiata a quante persone sono effettivamente interessate da un arresto del 3G e, poiché inevitabilmente fanno con qualsiasi cosa, prendono la decisione che ci sono abbastanza persone che saranno interessate da questo per giustificare lo sviluppo di una sorta di aggiornamento?”, ha affermato Sam Abu Samid, analista principale di Guidehouse Insights.

Altri come Volkswagen, Audi e Stilantche possiede i marchi Jeep, Ram e Chrysler, offre alternative di terze parti ad alcuni dei Servizi.

La soluzione di Mojio con Audi e Volkswagen è un dispositivo ausiliario che si collega alle porte del telecomando del veicolo, o OBD, per mantenere più servizi di emergenza. Sarà offerto gratuitamente ai clienti Audi per un certo periodo prima di passare al servizio in abbonamento, ha affermato Hawke.

Wallace ha criticato alcune case automobilistiche per aver approfittato della situazione per cercare di addebitare ai proprietari i servizi che avevano promesso gratuitamente quando hanno acquistato l’auto.

motori generali, che produce automobili Chevrolet, Buick, GMC e Cadillac, ha inviato aggiornamenti remoti per mantenere i servizi da ottobre, secondo un portavoce dell’azienda. Altre case automobilistiche come Motore Toyota Stanno semplicemente lasciando scadere i servizi.

“Sebbene queste circostanze siano state causate da fattori al di fuori del nostro controllo, ci scusiamo sinceramente per gli eventuali disagi che ciò potrebbe causare”, ha affermato Toyota in una dichiarazione sul suo sito Web sulla fine dei servizi il 1° novembre.

proprietari Ford Motor Un portavoce ha affermato che le auto, incluso il suo marchio di lusso Lincoln, non saranno relativamente interessate dal tramonto 3G, a parte il fatto che una versione precedente dell’app non è più disponibile.

protezione della tecnologia automobilistica

Il tramonto sulla rete non è una novità per l’industria automobilistica, ma l’impatto sui consumatori sta diventando sempre più diffuso, poiché le case automobilistiche espandono le loro flotte e i servizi di veicoli connessi per realizzare maggiori opportunità di guadagno.

“La differenza questa volta in passato era che il numero di veicoli interessati da esso è relativamente piccolo, come percentuale del numero totale di veicoli”, ha affermato Abu Al-Samed.

Il sistema di cruscotto 4G LTE di OnStar è mostrato su una Chevrolet Impala.

Daniel Acker | Bloomberg | Getty Images

Le case automobilistiche stanno cercando di proteggere i veicoli futuri dai tramonti sulla rete per garantire che possano facilmente gestire o aggiornare per supportare nuove reti, secondo i funzionari dell’azienda. Wallace sostiene che le case automobilistiche, le società di telecomunicazioni e le autorità di regolamentazione federali devono essere più preparate per quando il 4G, ampiamente utilizzato nelle nuove auto, finirà.

“Il Congresso deve occuparsi di questo e assicurarsi che questa catastrofe totale non si ripeta nella quarta generazione”, ha affermato Wallace.

READ  40 La migliore scarpiere piccole del 2022 - Non acquistare una scarpiere piccole finché non leggi QUESTO!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,584FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles