L’NBA stabilisce il numero di presenze nella stagione regolare per la stagione 2023-24

L'NBA ha registrato numeri record di presenze per le partite della stagione regolare in questa stagione. I record includono i massimi storici in termini di presenze totali e medie, nella percentuale di squadre al completo che hanno esaurito i propri posti e nel tutto esaurito.

Questo è il secondo anno consecutivo che la NBA stabilisce nuovi record in queste categorie. Questa stagione ha attirato nelle sue arene quasi 304.000 tifosi in più rispetto alla scorsa stagione (22.538.518 in totale) e una media di 18.324 a partita. La lega ha dichiarato che ci sono state 873 vendite in tutto il campionato, ovvero 82 in più rispetto alla scorsa stagione.

Il 71% delle partite è andato esaurito e 12 squadre hanno esaurito tutte le partite reali casalinghe (Boston Celtics, Cleveland Cavaliers, Dallas Mavericks, Denver Nuggets, Golden State Warriors, Miami Heat, Milwaukee Bucks, Minnesota Timberwolves, Philadelphia 76ers, Phoenix Suns) . Sacramento Kings e Utah Jazz).

Lunedì la lega ha inviato un chiarimento dopo la pubblicazione per apportare alcune piccole modifiche al numero di presenze e alle informazioni sulle vendite.

La lega ha anche pubblicato dati sugli spettatori per il consumo dei social e dei media digitali.

È emerso che LeBron James, Stephen Curry, Victor Wimpanyama e Luka Doncic erano di gran lunga i giocatori più visti su quelle piattaforme e gli unici a superare il miliardo di visualizzazioni totali.

L'azione più vista di questa stagione sulle piattaforme digitali e social della NBA è stata una palla rubata di Dončić che ha portato a un passaggio per Kyrie Irving e una schiacciata alley-oop di Derrick Jones Jr. L'NBA ha dichiarato che l'evento clou ha ricevuto 250 milioni di visualizzazioni da quando è avvenuto il 21 marzo contro gli Utah Jazz.

READ  Nolan Smith sarà il selezionatore ospite per College GameDay

Puoi acquistare i biglietti per ogni partita della NBA Qui.

Lettura obbligatoria

(Foto: Adam Pantozzi/NBAE tramite Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto