March Madness: Grant Nelson consente all'Alabama di superare il numero 1 della Carolina del Nord e raggiungere il primo Elite Eight dal 2004

LOS ANGELES – Lo stato della Carolina del Nord è inciampato giovedì sera tardi e Grant Nelson era lì per capitalizzare.

Nelson ha dominato completamente il tempo, facendo un grande blocco alla fine, per portare l'Alabama a un'enorme vittoria a sorpresa per 89-87 sulla testa di serie del North Carolina giovedì sera alla Crypto.com Arena di Los Angeles. Questo ha ufficialmente inviato i Crimson Tide al loro primo Elite Eight dal 2004.

Il ritmo nel primo tempo è stato incredibilmente veloce. Le due squadre si sono combinate per 100 punti e ciascuna ha tirato meglio del 50% dal campo nei primi 20 minuti, andando in tratti in cui si sono scambiati secchio dopo secchio.

Ma è stata nell'ultima parte del tempo che la Carolina del Nord è finalmente uscita in vantaggio. Dopo una tripla di Rylan Griffen a circa 3:30 dalla fine del primo tempo, l'Alabama si è raffreddata. I Crimson Tide sono riusciti a realizzare un solo tiro per il resto del percorso mentre i Tar Heels hanno chiuso il tempo con un parziale di 11-2 portandosi in vantaggio di otto punti nell'intervallo. La Carolina del Nord ha realizzato 10 triple come squadra nei primi 20 minuti grazie al tiro molto forte di Cormac Ryan, che ha effettuato quattro dei suoi primi cinque tentativi da dietro l'arco.

Naturalmente nessuna delle due squadre è riuscita a tenere il passo con questo ritmo. Il North Carolina State ha sbagliato i primi 10 tiri del secondo tempo, sei dei quali sono stati effettuati da oltre l'arco, e non ha realizzato un canestro fino a quando Armando Bacot non ha inchiodato la palla in layup a circa cinque minuti dall'inizio del periodo. I Tar Heels sono usciti dal campo 2 su 18 per iniziare il tempo, e Bacot ha mancato una schiacciata aperta con entrambe le mani che lo ha lasciato agitato in campo, permettendo all'Alabama di rispondergli.

READ  L'impatto di Kaitlyn Clark ha reso il basket femminile uno dei biglietti più in voga di tutti i tempi

Anche i Crimson Tide sembravano sul punto di scappare con una vittoria nel finale, dopo che Nelson è riuscito a realizzare un parziale di 7-0 in solitaria coronato da un'enorme tripla che ha mandato Hubert Davis a lottare per chiamare un timeout. Ma lo stato della Carolina del Nord ha risposto con un parziale di 8-0 balzando ancora una volta un po' avanti, prima che Nelson mettesse a punto un layup e -1 per un vantaggio di due punti.

La Carolina del Nord ha provato a reagire, ma poi Nelson ha completamente riempito RJ Davis sul bordo.

Ciò ha portato a un altro turnover e alla fine ha spinto i Crimson Tide a una vittoria di due punti e alla loro seconda apparizione in assoluto negli Elite Eight.

Il gioco di Nelson è stato eccezionale per l'Alabama, non solo perché ha ottenuto 12 degli ultimi 14 punti nella vittoria, ma anche per quanto male ha giocato nelle prime due partite del torneo del Crimson Tide. Nelson ha segnato solo tre punti in ciascuno dei primi due turni e ha tirato 1 su 7 dal campo. Ha concluso con 24 punti e ha tirato 6 su 9 dal campo contro i Tar Heels.

Aaron Estrada ha aggiunto 19 punti per il Crimson Tide nella vittoria, e Griffin ha concluso con 19 punti su 5 su 8 tirando da dietro l'arco. Sears ha aggiunto 18 punti.

Bacot ha guidato la Carolina del Nord con 19 punti e 12 rimbalzi nella sconfitta, e Ryan ha chiuso con 17 punti. Davis ha chiuso con 16 punti e sette assist, anche se è andato 0 su 9 dalla linea dei tre punti.

READ  "Aiuta questo fratello": le stelle del basket reagiscono dopo il colpo della NBA da parte di Noah Lyles NBA

Sabato l'Alabama affronterà Clemson negli Elite Eight. I Tigers hanno battuto Caleb Love e sconvolto l'Arizona, seconda testa di serie, in una partita Sweet 16 giovedì sera, mandandoli agli Elite Eight per la prima volta dal 1980.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto