McLaughlin guida l’allenamento di San Pietroburgo dove Grosjean, Balo e Sato affrontano problemi

È stata una mattinata caotica di giri e grandi cadute durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio Firestone di domenica a San Pietroburgo. Tra le bandiere rosse, Scott McLaughlin di Penske è salito alla pole position con la Chevy n. 3 quando il neozelandese è diventato l’unico pilota a scendere sotto il segno di un minuto (59.7342 sec).

McLaughlin era abbastanza fuori dal campo poiché la maggior parte dei piloti è uscita in ritardo per fare una simulazione di qualifica con le gomme Firestone più veloci della gamma rossa. Colton Herta di Andretti Autosport è arrivato secondo (+0,3509 s) alla sua Honda #26 Andretti Autosport. Simon Pagenaud ha continuato la sua partenza veloce nel fine settimana con la sua nuova Meyer Shank Racing #60 Honda al terzo posto (+0.3511) seguito da Alexander Rossi di Andretti su #27 Honda (+0.3733s), Will Power di Penske su #12 Chevy (+0.4258 ) un secondo). Rinus VeeKay di Ed Carpenter Racing ha chiuso i primi sei con la sua Chevy n. 21 (+0,4762).

Dietro VeeKay, i primi sfortunati piloti si sono trovati settimo con Alex Palou di Chip Ganassi Racing, che ha tagliato il muro alla curva 9 e ha sbattuto forte, quasi per primo il naso, distruggendo l’angolo anteriore sinistro della Honda n. 10. Il team CGR stava colpendo duramente per spogliare la curva e valutare se si fossero verificati danni al telaio mentre le qualifiche si avvicinavano a più di due ore dalla fine della sessione di prove libere.

Jack Harvey di Rahal Letterman Lanigan Racing ha avuto lo stesso problema nella stessa curva e ha anche subito danni nella 45a testa di serie Honda, ma non è stato così male come l’effetto Baloo. Per aprire la sessione, Jimmie Johnson della CGR ha fatto un mezzo giro alla curva 1 ed è rotolato sul tappeto erboso, poi con un gruppo di piloti che hanno rallentato e accumulato all’ingresso della curva 10 per cercare di ottenere un chiaro giro simulato di qualifica, è arrivato Romain Grosjean di Andretti alla curva 9 e – in quello che sembra ignaro dell’ingorgo – ha colpito il retro di un Tacoma Sato Dale Coyne Racing con Rick Ware Racing Honda, che è stato sollevato da terra a causa della velocità e della potenza ricevuta.

READ  Rifornimento PS5: EE Stock Live - Ottieni subito una console

Sato e Grosjean hanno completato dopo l’incidente, con l’ala posteriore di Sato e altre parti in stato di abbandono mentre Grosjean è entrato zoppicando nella corsia dei box, ha parcheggiato ed è uscito dal veicolo mentre il suo equipaggio ha rimosso il gruppo anteriore rotto, l’ala anteriore e il braccio dello sterzo curvo anteriore sinistro prima di trasferire il veicolo al vettore per la riparazione. Non tutti i conducenti sono rimasti feriti.

Risultati

prossimo: Qualificazioni, 12:30 ET

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,515FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles