Punti salienti dai playoff NBA di sabato: i Mavericks sono in testa alla serie, i Celtics rimbalzano forte

Scritto da Anthony Slater, Tim Cato, Jay King, Jared Weiss e Joe Vardon

I Boston Celtics si sono ripresi da un’imbarazzante sconfitta in Gara 2 sconfiggendo i Cleveland Cavaliers e riconquistando il comando della serie sabato con una vittoria esterna per 106-93.

I Cavaliers hanno tentato una vivace rimonta nel quarto quarto dopo essere stati in doppia cifra per gran parte della partita, ma le stelle di Boston Jayson Tatum e Jaylen Brown – che hanno segnato 61 punti e 22 rimbalzi – hanno risposto per proteggere la vittoria.

Lunedì i Celtics cercheranno di continuare il loro successo in trasferta.

Nella Western Conference, i Dallas Mavericks hanno sconfitto gli Oklahoma City Thunder per la seconda partita consecutiva portandosi avanti 2-1.

L’attaccante dei Mavs, PJ Washington, ha continuato il suo gioco dominante, segnando 27 punti, record per la squadra, su 11 su 23 con cinque triple nella vittoria per 105-101. Le guardie stellari Kyrie Irving e Luka Doncic hanno segnato 22 punti ciascuna, con Irving che ha fornito sette assist e Doncic che ha preso 15 rimbalzi.

Per i Thunder, Shai Gilgeous-Alexander è stato l’unico giocatore a segnare più di 16 punti. I suoi 31 punti sono stati un record, così come le sue cinque palle perse.

Dallas ha superato Oklahoma City grazie a 15 rimbalzi offensivi.

Celtics 106, Cavaliers 93

serie: Boston conduce 2-1

Gioco 4: Lunedì a Cleveland

L’intensità difensiva di Boston è tornata

I Celtics hanno avuto l’opportunità di chiudere la porta a Cleveland dopo essersi portati in vantaggio di 23 punti all’inizio del terzo quarto, ma i Cavaliers non si sono allontanati. Hanno ridotto il deficit a 9 punti all’inizio del quarto quarto. Con i tifosi di Cleveland entusiasti, avrebbe potuto essere un problema per Boston.

Dopo il timeout, Tatum ha guidato verso un secchio. Qualche istante dopo, Brown guidò la sua macchina in un’altra direzione. I Cavaliers hanno mantenuto il ritmo per un po’ ma non sono mai riusciti ad avvicinarsi ai 9 punti per il resto del percorso. I Celtics avevano tutte le risposte. Brown ha colpito un corridore con una gamba sola. Tatum affondò il saltatore di fuga. L’offesa di Boston si è ripetuta di volta in volta.

I Celtics hanno lasciato Gara 2 delusi dalla loro difesa. Non potevano credere di aver mostrato la loro intensità nei playoff perdendo. Il tema che i giocatori hanno sollevato durante la sparatoria di sabato mattina era che, qualunque cosa facessero in attacco, dovevano lavorare di più dall’altra parte del campo. L’hanno fatto. Ma devono ancora eseguire l’esecuzione dall’altra parte del tratto. Se continuano a farlo nei momenti importanti, come hanno fatto in Gara 3, sarà difficile per qualsiasi avversario batterli. -Jay King, i Celtics hanno battuto lo scrittore

Tatum è ancora efficace nonostante il suo scarso tiro

Mentre questa serie andava avanti, il tiro acuto di Tatum non è mai arrivato. Non aveva importanza in Gara 3. È stato il più aggressivo di questa serie quando ha attaccato il cerchio, ha dominato il tabellone ed è stato il miglior protettore del cerchio di Boston. Tatum dimostra che mentre alla maggior parte delle stelle non si può impedire di segnare, passare o fare qualunque cosa sappiano fare meglio, lui farà tutto il resto ad alto livello per avere un impatto.

READ  Playoff NBA: PJ Washington brilla ancora mentre i Mavericks superano Thunder in Gara 3, portandosi in vantaggio per 2-1 nella serie

Con le luci dei Browns di nuovo spente, Boston non è rimasta troppo delusa. Jrue Holiday si è fatto strada con prepotenza verso il bordo per mantenere a galla la seconda unità. Derrick White ha iniziato a fare tiri quando ne avevano bisogno. Questo è stato l’equilibrio raggiunto dai Celtics. Cleveland ha bisogno di più tiratori per liberarsi e fare rumore, ma Donovan Mitchell è quello che porta l’attacco. Semplicemente non è sufficiente che Boston dia il massimo. — Jared Weiss, lo scrittore battuto dai Celtics

Cleveland sta male senza Jarrett Allen

Dean Wade ha giocato la sua prima partita in due mesi, ma Allen non si è unito a lui – e potrebbe avere un grande impatto in questa serie se sarà in grado di giocare.

Mentre Wade ha saltato due mesi interi per una distorsione al ginocchio ed è tornato in campo in Gara 3 per 5 punti in 16 minuti, Allen ha saltato sei partite consecutive di playoff con quello che la squadra chiama un livido alla costola. È stato segnalato da L’atleta e altri punti di vista su quanto dolore provi Allen: la sua costola è stata “trafitta” da Franz Wagner degli Orlando Magic due settimane fa.

Allen sarebbe stato una grande presenza in questa serie perché avrebbe reso Al Horford più vulnerabile. Horford inizia con Kristaps Porzinis, che probabilmente salterà la serie per un infortunio al polpaccio, e la sua assenza sottolinea la sua importanza per Boston. I Celtics si sono rivelati saggi in Gara 3 e hanno mantenuto Horford più vicino all’area, lasciando Isaac Okoro completamente aperto per tirare da 3. Questo è ciò che fanno spesso le squadre che cercano di battere Cleveland: costringono Okoro a tirare. Ha funzionato; Ha mancato tutti e quattro i tre e ha tirato 1 su 7 dal campo.

READ  Il giocatore dei Nuggets Jamal Murray si assume la “responsabilità” della rabbia contro i Wolves

Con Allen ed Evan Mobley in campo insieme, sì, i Cavaliers rinunceranno ad uno spazio in cui giocano bene. Ma in questa serie particolare, potrebbe avvantaggiare Cleveland se Boston dovesse proteggere Allen e Mobley o rischiare di essere distrutto in corsia, cosa che i Cavaliers si sono dimostrati disposti a fare in Gara 2.

Mitchell è ancora brillante, avendo segnato altri 33 punti nella partita. Sembra che i Cavaliers stiano inseguendo la tripla e allontanandosi da ciò che ha funzionato così bene in Gara 2. Erano 12 su 36 su 3 e 36 su 84 in totale: numeri di tiro scarsi che non sarebbero stati abbastanza buoni per battere i Celtics.

I Cavaliers hanno avuto un po’ di successo alla fine del terzo quarto e all’inizio del quarto, dato che sono andati molto piccoli, con Sam Merrill che ha giocato con Mitchell, Darius Garland e Caris LeVert. Con Horford a terra, sembrava che il ritmo potesse essere troppo veloce.

La cosa più importante da imparare da Gara 3 per i Cavs è che esistono ancora opzioni. Boston non sembra una squadra che abbia ancora capito tutto (non lasciare Okoro libero di tirare in Gara 2 è stata una negligenza fondamentale). C’è tempo per Cleveland per trovare le combinazioni giuste e sfruttarle.

Sarà più facile per Allen ritrovare la via del ritorno. — Joe Vardon, scrittore senior dell’NBA


Luka Doncic festeggia sabato durante la vittoria in Gara 3 dei Mavericks. (Tim Hittman/Getty Images)

Mavericks 105, Tuono 101

serie: Dallas conduce 2-1

Gioco 4: Lunedì a Dallas

La strategia di breakout del tuono non funziona

I Thunder hanno ottenuto un vantaggio a doppia cifra nel terzo quarto ed sono entrati in modalità disperazione a metà del quarto quarto, sotto di pochi punti e con la necessità di prolungare la partita. Quindi l’allenatore di Oklahoma City Mark Daigneault è passato a una strategia di breakout, commettendo intenzionalmente fallo sul centro esordiente Derek Lively II quattro volte.

All’inizio ha aiutato. Lively, un tiratore di tiri liberi al 50% che non ne ha effettuato uno nelle prime due partite della serie, è andato 1 su 4 dopo i primi due falli. I Thunder hanno fatto un passo indietro e l’allenatore dei Mavericks Jason Kidd lo ha temporaneamente ritirato.

READ  Russell Wilson ha intenzione di firmare con gli Steelers

Ma Kidd tornò rapidamente da Lively e i Thunder mancarono altre due volte. Lively ha realizzato tutti e quattro, estendendo il vantaggio di Dallas a cinque con 3:06 rimasti.

“Ci piace farlo quando c’è un vantaggio numerico per farlo. Dò merito a Live. Ha realizzato gli ultimi quattro”, ha detto Daigneault riguardo al fallo.

Ciò è stato sufficiente per mantenere in vita i Mavericks, battendo i Thunder per portarsi in vantaggio per 2-1 nella serie e forse scoraggiare OKC dall’utilizzare nuovamente la strategia. Lively ha concluso la partita 8 su 12 dai tiri liberi.

I Thunder hanno concesso 15 rimbalzi offensivi, sono stati superati 52-38 nell’area, e continuano a essere impressionati dal loro desiderio di mantenere Washington, che ha combinato per 56 punti nelle due vittorie dei Mavericks nella serie, aperta. È tempo di riorganizzarsi per una squadra dei Thunder improvvisamente in difficoltà. — Anthony Slater, scrittore dell’NBA

Un lavoro di squadra completo per Dallas porta a termine l’obiettivo

Dallas non avrebbe vinto Gara 3 senza il suo intero roster. Questa è una squadra costruita attorno a Dončić, che domina l’attenzione degli avversari e l’attenzione del campionato in ogni partita. Ma con Doncic che soffriva di un infortunio al ginocchio, i Mavericks dovevano riprendersi la loro stella, e lo fecero.

Washington ha guidato la squadra nel segnare dopo la sua seconda partita da 29 punti. Irving ha avuto periodi brillanti, chiudendo con 22 punti su 10 su 17.

D’altra parte, Dončić è salito al livello difensivo dei suoi compagni di squadra. Ha toccato il terreno correndo più e più volte, lottando contro i suoi vari disturbi per partecipare a ogni possesso. Intorno a lui tutti si sono uniti al massimo: Oklahoma City ha attraversato lunghi tratti senza riuscire a trovare tiri positivi.

Lively è stato il giocatore che più lo ha permesso. Sebbene Lively abbia impressionato fin dall’inizio della sua stagione da rookie, si è costantemente trasformato nel difensore più duro dei Thunder e ha comunque tenuto testa in questa serie.

Con il ritorno della fisicità in Gara 3 che ha permesso a Dallas di trovare il successo difensivo negli ultimi mesi della stagione regolare, questa squadra può ancora una volta creare ricette vincenti da entrambi i lati del campo. — Tim Cato, Mavericks batte lo scrittore

Programma della domenica:

Lettura obbligatoria

(Foto in alto di Jayson Tatum e Evan Mobley: Jason Miller/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto