Un operaio siderurgico di Pittsburgh parteciperà a una sessione congiunta del Congresso durante la discussione sulla vendita di acciaio statunitense

PITTSBURGH (KDKA) – Il primo ministro giapponese dovrebbe parlare prima di una sessione congiunta del Congresso poiché ci sono preoccupazioni bipartisan sulla proposta acquisizione di US Steel da parte di Nippon Steel, il più grande produttore di acciaio del Giappone.

Il deputato Chris DiLuzio (D-Aspinwall) afferma che il suo ospite sarà Rob Jones, un dipendente della US Steel, alla sessione congiunta.

“Vediamo rischi per la sicurezza nazionale qui”, ha detto il deputato DiLuzio durante un'intervista con Jessica Guay di KDKA-TV. “Continueremo il nostro rullo di tamburi pubblici per assicurarci che non vi sia alcun accordo che metta a repentaglio i posti di lavoro della Pennsylvania occidentale o il controllo locale dell’industria siderurgica, qualcosa di cui abbiamo bisogno per la difesa e molti altri scopi”.

Il mese scorso, il presidente Biden ha messo pubblicamente in dubbio la questione Acquisizione della società E il La risposta dei metalmeccanici è stata positiva.

Il senatore Bob Casey e il senatore John Fetterman Hanno anche espresso la loro opposizione alla proposta di vendita, citando la necessità di proteggere i posti di lavoro sindacali.

Alla fine dello scorso anno, US Steel e Nippon Steel hanno annunciato un accordo interamente in contanti del valore di circa 15 miliardi di dollari.

Nell’ambito dell’accordo, US Steel, fondata nel 1901 da Andrew Carnegie, J.P. Morgan e Charles Schwab, manterrà il suo famoso nome e la sede centrale a Pittsburgh, affermano le società.

In futuro l’accordo proposto diventerà probabilmente una questione politica per lo Stato Elezioni presidenziali perché la Pennsylvania è uno stato chiave di battaglia.

L’ex presidente Donald Trump si è già impegnato a fermare l’accordo se eletto.

READ  Elon Musk visita la Cina mentre Tesla cerca di implementare la tecnologia di guida autonoma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto