Prima edizione dell’Alchemy Comics. Le interviste ai fumettisti Iemmola e Pilato

Prima edizione dell’Alchemy Comics and Games ad Alcamo, in occasione dell’evento abbiamo intervistato i fumettisti Claudio Iemmola e GIacomo Pilato due degli autori della fortunata serie “Robotics” che narra – prendendo a prestito la sua presentazione – le vicende di un gruppo di questi androidi, la loro battaglia contro Misprizer, l’ultimo tiranno della storia, un robot sanguinario e spietato che monopolizza sia l’energia atomica da cui sono alimentati i corpi meccanici, sia la conoscenza.

Una lotta antica, quella contro il male, una lotta per non lasciare alle spalle le emozioni, una guerra senza esclusione di colpi tra Dreamer, il robot sognatore, Kat, la ladra e Neil 8M contro le schiere di Mindless, le terribili guardie “senza mente” del tiranno.

Tanti i giovani presenti all’evento: fumettisti, ritrattisti, e giocatori tra questi la pittrice e tatuatrice ventunenne Flavia Fiore con cui abbiamo avuto modo di scambiare due parole.

Flavia, anche per te prima volta qui ad Alcamo cosa contamina il tuo stile pittorico? Hai già esposto in altre location e cosa speri per il tuo futuro artistico?
Sicuramente traggo molti spunti dalla mia passione per gli animali! Ho avuto modo di esporre avvenimenti scolastici fino ad ora e come ti dicevo sono un’apprendista tatuatrice, mi auguro in un futuro prossimo di migliorare ancora il mio stile e magari un giorno aprire uno studio.

Le interviste a Iemmola e Pialato

Potrebbe piacerti anche Altri di autore