Lo sfincione palermitano sulle tavole per cominciare il lungo periodo di festività

Pochi giorni ancora e il periodo delle feste sarà ufficialmente inaugurato. La vigilia della festa dedicata alla Madonna e poi il giorno stesso dell’Immacolata, danno inizio al lungo periodo festivo che il mese di dicembre offre.

Molteplici sono gli odori e i sapori, specie in Sicilia e in particolare nel palermitano, che già da oggi inebriano l’aria.




La tradizione vuole che per la vigilia della festa si mangi il tipico sfincione.

L’etimologia del nome è latina e  significa  “spugna”; l’antica ricetta prevede, come ingrediente base, un impasto lievitato morbido simile alla pizza, a cui vengono aggiunti la salsa di pomodoro in primis e ingredienti semplici quali la cipolla, l’origano, le acciughe e il formaggio.

La tradizione narra che siano state le suore del Convento di San Vito ad inventarlo.

Ma come si prepara questa delizia?

Ingredienti: 500 g farina “00”; 500 g farina  di grano duro; 25 g lievito di birra; 20 g olio extravergine di oliva; 750 g circa di acqua tiepida; 20 g sale; 10 g zucchero. Per il condimento: 3 grosse  cipolle; 6 sarde salate; 500 g pomodoro pelato; 200 g caciocavallo; sale, pepe, origano e pangrattato qb.

Procedimento:

  1. su una spianatoia mescolate le due farine,il sale e lo zucchero; create una fontana al centro e unite il lievito sciolto in un po’ di acqua tiepida;
  2. cominciate ad impastare e a poco a poco aggiungete l’acqua; infine unite l’olio e lavorate fino ad ottenere un impasto compatto;
  3. lasciate lievitare, con un canovaccio umido, il composto fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato; stendete la pasta su una teglia oleata e lasciate lievitare per un’altra ora;
  4. fate cuocere la cipolla per quindici minuti in acqua; dopodiché scolatele e fate soffriggere con dell’olio; aggiungete, quindi, il pomodoro e un pizzico di sale; lasciate cuocere per una decina di minuti;
  5. tagliate a pezzettini il formaggio e deprivate le sarde delle lische;
  6. sistemate il formaggio, il composto di pomodoro e le acciughe sulla pasta già stesa sulla teglia; aggiungete una spolverata di pan grattato e origano, infornate a per 40 minuti.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore