Arvind Kejriwal: Il leader dell'opposizione indiana resterà in carcere per corruzione

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Arvind Kejriwal è stato arrestato con l'accusa di corruzione, cosa che nega

Un tribunale indiano ha prolungato fino a lunedì la detenzione del leader dell'opposizione Arvind Kejriwal per un caso di corruzione.

Il Primo Ministro di Delhi ha negato le accuse di aver ricevuto tangenti nell'ambito della politica di vendita di alcolici, ora abolita.

La sentenza arriva il giorno dopo che gli Stati Uniti hanno confermato di incoraggiare un processo legale “equo” in questo caso.

Kejriwal è stato arrestato la settimana scorsa tra le critiche dei partiti di opposizione secondo cui il governo li stava soffocando in vista delle elezioni generali previste per aprile e maggio.

Kejriwal ha detto alla corte che il caso contro di lui era una “cospirazione politica” e che non c'erano prove concrete a sostegno delle accuse contro di lui.

Ma SV Raju, rappresentante della Direzione di applicazione della legge, Unità per i crimini finanziari, India, ha detto che Kejriwal è stato “evasivo nelle sue risposte”.

Dopo l'udienza, l'avvocato di Kejriwal, Ramesh Gupta, ha detto ai giornalisti che il primo ministro “non ha obiezioni alla sua detenzione” ma “si oppone ai motivi per cui viene chiesta la sua custodia cautelare”.

Il partito Aam Aadmi di Kejriwal ha accusato il partito Bharatiya Janata del primo ministro Narendra Modi di vendetta politica. Il BJP nega le accuse, affermando che opera contro la corruzione.

Kejriwal è il terzo leader dell'AAP ad essere arrestato in relazione al presunto caso di corruzione. Un'alleanza di oltre 20 partiti di opposizione prevede di organizzare domenica una marcia di protesta a Delhi contro il suo arresto.

Il BJP ha affermato che la politica sugli alcolici ora abrogata – che ha posto fine al monopolio del governo sulla vendita di liquori – ha dato vantaggi indebiti ai rivenditori privati. L'amministratore delegato ha accusato i leader dell'AAP di aver ricevuto tangenti da utilizzare nelle elezioni statali. Il partito nega questa accusa.

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller ha confermato mercoledì che gli Stati Uniti stanno monitorando da vicino l'arresto di Kejriwal e le azioni intraprese contro i partiti di opposizione in India.

“Incoraggiamo processi legali equi, trasparenti e tempestivi [in both cases]. “Non pensiamo che nessuno dovrebbe opporsi a questo”, ha detto Miller.

Martedì aveva fatto osservazioni simili, spingendo l’India a convocare un alto diplomatico statunitense a Delhi per registrare la sua protesta.

Un portavoce del Ministero indiano degli Affari Esteri ha dichiarato: “Le recenti dichiarazioni sono ingiustificate. In India, il giusto processo è guidato dallo stato di diritto. Chiunque abbia un'etica simile, specialmente le democrazie sorelle, non dovrebbe avere difficoltà ad apprezzare questo fatto. ” Giovedì.

Gli Stati Uniti sono il secondo Paese a commentare l'arresto di Kejriwal. La settimana scorsa, il ministero degli Esteri tedesco ha affermato di sperare che Kejriwal possa ottenere un “processo giusto e imparziale perché l'India è una democrazia”.

Anche l'India ha risposto con forza a queste dichiarazioni e ha convocato un diplomatico tedesco per esprimere le sue obiezioni.

I leader dell'opposizione indiana hanno accusato il Bharatiya Janata Party di utilizzare le agenzie investigative per paralizzare i propri partiti e soffocare l'opposizione prima delle elezioni.

Alcune ore prima dell'arresto di Kejriwal, il 21 marzo, anche il principale partito d'opposizione indiano, il Congresso, ha tenuto una conferenza stampa in cui ha affermato che il dipartimento fiscale aveva congelato i suoi conti bancari prima delle elezioni generali.

A gennaio, l'NDS ha arrestato l'eminente leader dell'opposizione Hemant Soren per un caso di corruzione, poche ore dopo le sue dimissioni da primo ministro del Jharkhand. Soren e il suo partito hanno negato ogni addebito e hanno accusato il BJP di soffocare l'opposizione. Il BJP ha respinto la sua richiesta.

Amnesty International Ha anche affermato che la repressione del dissenso pacifico in India “ha ormai raggiunto un punto di crisi”.

Leggi altre storie sull'India dalla BBC:

READ  La Russia prevede di sequestrare i beni delle società occidentali che si ritirano | Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto