BalestratePolitica

Balestrate. Situazione Politica, Curcurù: “La campagna elettorale è già iniziata, un po’ troppo presto per i miei gusti”

Curcurù: “Nonostante non ci sia più una maggioranza, bisogna continuare a lavorare per il paese, unico centro e interesse della nostra attività politica”

Non servono analisi approfondite per comprendere la delicatezza del momento politico che Balestrate sta vivendo. Le ragioni sono sempre le stesse: giochi di poltrone e di potere spicciolo. Da esponente dell’opposizione dovrei gioire di questi “affanni” di maggioranza. In realtà sono dispiaciuto per la comunità balestratese. Balestrate, sta solo perdendo tempo per ritornare a essere, anche meglio di prima, la perla di una conchiglia rappresentata dal golfo. Stiamo vivendo un lungo “lockdown politico” fatto di  scelte inappropriate, fuori contesto, di assenza totale di una visione prospettica, di discutibili scelte operate da un’amministrazione “sorda”. Lo afferma il consigliere comunale e portavoce del M5S Balestrate Giuseppe Curcurù.

“In questo contesto la decisione di alcuni  consiglieri di maggioranza di non sostenere più il sindaco rappresenta il risultato di quello che, insieme al mio gruppo, abbiamo sempre denunciato, è il coronamento di un inevitabile progetto di divorzio politico. Ma non stiamo qui a ri-elencare le molteplici cose che non vanno, pensiamo al futuro, all’inevitabile “dopo”. Non ve lo nascondo, la campagna elettorale è già iniziata. Un po’ troppo presto per i miei gusti, anche perché, nonostante non ci sia più una maggioranza, bisogna continuare a lavorare per il paese, unico centro ed interesse  della nostra attività politica.  Cosa accadrà? Azzeramento di giunta? Dimissioni del sindaco? Sfiducia?  Nuovi giochi perversi per ristabilire un’apparente normalità?”. Lo aggiunge il consigliere balestratese.

Il consigliere Curcurù termina: “Ai consiglieri usciti dalla maggioranza, va il mio plauso e quello del mio gruppo per la loro chiarezza, coraggio ed onestà intellettuale, al Sindaco, all’amministrazione e alla restante parte della maggioranza chiedo un esame critico della loro posizioni, un’analisi sincera delle cause che hanno portato a questo stato di degrado della cosa pubblica e di adoperarsi, per il tempo che hanno a disposizione, per un efficace rimedio almeno ai danni macroscopici che hanno prodotto. Chi ha iniziato l’attività elettorale è caldamente invitato a riposizionarsi su una linea di centralità dell’interesse comune e a rinunciare a “metodi e strumenti” vecchi, abusati, inefficaci”.

____________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

Articoli Correlati

Back to top button
Close