BalestratePolitica

Beni confiscati alla Mafia, il coordinamento di Balestrate Partecipata: “Dal 2019 non si muove ancora nulla”

Il coordinamento di Balestrate Partecipata: “Sui beni confiscati alla mafia, il 28 maggio 2019 è stata approvata all’unanimità in Consiglio Comunale una mozione presentata da “Balestrate partecipata” che impegnava il Sindaco a predisporre un piano di utilizzo o di destinazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata, ma dopo un anno tutto è rimasto inattivo”



“Sui beni confiscati alla mafia: il 28 maggio 2019 è stata approvata all’unanimità in Consiglio Comunale una mozione presentata da “Balestrate partecipata” che impegnava il Sindaco a predisporre un piano di utilizzo o di destinazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata: dopo un anno come si è comportato il Sindaco? Come sempre davanti ai problemi spinosi: è rimasto inattivo”. Lo afferma il Coordinamento di Balestrate Partecipata.

“Il primo cittadino invece di organizzare manifestazioni blande e prive di contenuti (passeggiate con fascia e lenzuolo sul balcone del palazzo comunale) dia dimostrazione che alle parole seguono i fatti e che la “resistenza civica” sia un fatto reale e non una apparenza istituzionale – termina il coordinamento di Balestrate Partecipata – la politica e tutti gli amministratori si attivino affinché la mozione di un anno fa sia resa operativa: basta con i proclami inefficaci, il Sindaco faccia seguire i fatti”.

Articoli Correlati

Back to top button
Close