Blizzard Games torna in Cina grazie a un nuovo accordo con NetEase

Blizzard ha Annunciare I suoi giochi torneranno nella Cina continentale nell’estate del 2024 dopo quasi un anno e mezzo fuori dal mercato. Inoltre, Microsoft (che ora possiede Blizzard) e NetEase hanno stipulato un altro accordo separato per portare i giochi NetEase su Xbox e altre piattaforme.

I giochi offline di Blizzard sono stati chiusi in Cina nel gennaio 2023 dopo che NetEase e Blizzard non sono stati in grado di raggiungere un nuovo accordo di pubblicazione. Tuttavia, entrambe le società hanno ormai raggiunto uno. L'accordo includerà tutti i giochi a cui i giocatori cinesi avevano accesso dall'accordo precedente, inclusi giochi come Overwatch, Diablo e World of Warcraft.

Mentre le due parti stanno lavorando per rilanciare i giochi, maggiori dettagli verranno rivelati in seguito. Phil Spencer ha elogiato la nuova partnership di Microsoft con NetEase, affermando: “Riportare i leggendari giochi Blizzard ai giocatori in Cina mentre esploriamo modi per portare più nuovi titoli su Xbox dimostra il nostro impegno nel portare più giochi a più giocatori in tutto il mondo”. Tuttavia, Spencer non ha fornito ulteriori dettagli.

Questo nuovo accordo arriva dopo un piccolo disaccordo tra Blizzard e NetEase nel novembre 2022, quando il loro contratto di pubblicazione originale stava per scadere. Blizzard China e NetEase si sono puntati il ​​dito a vicenda, con la prima che si è offerta di estendere i servizi, ma la seconda che ha rifiutato, con un dirigente di NetEase che ha affermato che l'estensione dell'accordo originale è andata in pezzi a causa di una specifica “sciocchezza”.

READ  Il sostituto creato dai fan di Nintendo, "Pretendo", non richiede più l'hacking di Wii U

In ogni caso, Blizzard si era impegnata a cercare modi alternativi per riportare i suoi giochi sul mercato cinese, ma alla fine ha raggiunto un nuovo accordo con NetEase.

George Yang è uno scrittore freelance per IGN. Scrive del settore dal 2019 e ha collaborato con altre pubblicazioni come Insider, Kotaku, NPR e Variety.

Quando non scrive di videogiochi, George gioca ai videogiochi. che sorpresa! Puoi seguirlo su Twitter @Yinyangfooey

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto