“Ho una società di produzione per bambini. Questo è ciò che ho prodotto.”

Tre volte vincitore del premio Oscar Meryl Streep Ha rivelato la sua ammirazione per le attrici che passano alla produzione dopo aver raggiunto la fama sul grande schermo, in una chiacchierata sul palco mercoledì al Festival di Cannes.

“Ci sono così tante donne che producono per se stesse, e sono così ammirata da quelle che lo fanno”, ha detto Reese [Witherspoon] E Nicola [Kidman], Natalie Portman. “Ognuno ha la propria società di produzione”, ha detto.

Altro da Scadenza

“Ho una società di produzione per bambini ed è quello che produco, ma non ho mai voluto ricevere telefonate dopo le sette di sera. Quindi non l’ho mai fatto. Sono ammirato dalle persone che lo fanno”, ha detto La Streep, che in precedenza ha sottolineato di essere madre: “Ci sono solo un certo numero di ore al giorno”.

La Streep ha parlato davanti al gremito Teatro Debussy di Cannes, dove martedì sera ha ricevuto la Palma d’Oro onoraria.

L’attrice ha ammesso di sentirsi un po’ confusa dopo essere rimasta sveglia fino alle 3 del mattino alla cerimonia di apertura, per discutere della questione Apertura del regista francese Quentin Dubieux La seconda legge.

Imparentato: Festival di Cannes 2024: tutte le recensioni dei film su Deadline

Affrontando i cambiamenti avvenuti per le donne nel settore nel corso dei suoi 50 anni di carriera e quasi 100 crediti, la Streep ha osservato che l’emergere di dirigenti donne ha rappresentato un punto di svolta per le attrici, sia in termini di retribuzione che di tipi di ruoli. in offerta.

“Le più grandi star del mondo sono donne in questo momento… anche se… c’è Tom Cruise è molto diverso da quando ho iniziato… come facevano gli affari, c’era molta leva e trading.. . sai ‘Ti darò questa grande star maschile…’ Non sono sicuro di come funzionasse in quel momento, ma stavamo minando quei negoziati.”

READ  Le denunce di violazione della privacy presso il Kate Hospital sono state "valutate" dal cane da guardia

“I film sono una proiezione dei sogni delle persone, anche gli amministratori delegati hanno dei sogni… Prima che ci fosse il via libera alle donne negli studi cinematografici, era molto difficile per gli uomini vedersi nel ruolo di una protagonista femminile… È una cosa personale… No, è solo una questione di soldi… non capiscono.

“Nel primo film che ho realizzato, un ragazzo si è avvicinato a me e mi ha detto: ‘So come ti senti'”. Il diavolo veste Prada“, ha detto, riferendosi al film di successo del 2006 in cui interpretava la direttrice di una potente rivista di moda con sede a New York.

“Più di un uomo è venuto da me e mi ha detto: ‘So come ti senti. So cosa vuol dire essere colui che prende le decisioni.’ È stato fantastico per me. Non c’è nessun uomo che guarda.” Cacciatore di cervi E mi sento una ragazza, ma posso guardare The Cacciatore di cervi E conoscere John Savage, il personaggio di Chris Walken, Robert De Niro. Possiamo farlo. Parliamo quella lingua. “È difficile per loro sentirci”.

L’esauriente discussione ha toccato alcuni dei maggiori crediti cinematografici della Streep Kramer contro Kramer, cacciatore di cervi, La scelta di Sophie, Fuori dall’Africa E Ponti della contea di Madison E le sue esperienze con registi attivi come Mike Nichols, Steven Spielberg e Clint Eastwood.

Imparentato: Breakbuzz al Festival di Cannes: Meryl Streep svela il film Mamma Mia! 3’Colloqui imminenti. L’attore francese è protagonista del film di apertura della Charles Finch Rebrands Productions

Si ricordava di Nichols, che la dirigeva Silkwood (1983), bruciore di stomaco (1986), Cartoline dal bordo (1990) affettuosamente: “Si sedeva davanti alla telecamera e quando rideva le lacrime gli scorrevano sul viso. Questo è stato fantastico e probabilmente strategico perché ci ha fatto sentire potenti e fantastici e che qualsiasi cosa abbiamo fatto è stata fantastica.

READ  Lizzo spiega che non lascerà l'industria musicale, ma solo "energia negativa"

Spielberg ha lavorato in un modo completamente diverso, ha detto: “È un genio e ha una grande comprensione della scena. Mike era interessato alle interazioni tra i personaggi. Il film di Spielberg riguarda l’intera azione, l’intera scena. Mike aggiungerebbe che più tardi con il suo editore Sam O’Steen avrebbe fatto la musica.” Steven ha già la canzone in testa.

Per quanto riguarda Eastwood, Streep ha ricordato come sia stato un regista molto efficiente e veloce nel film drammatico del 1995 Ponti del paese di Madisone talvolta possono utilizzare il filmato durante la formazione se hanno successo.

“Ha realizzato questo film in cinque settimane, e saremmo usciti entro le cinque in modo che potesse essere sul campo da golf. È stato così veloce…” ha detto.

Alla domanda su cosa rende un buon regista, Streep ha risposto inequivocabilmente: “Un buon regista è un regista sicuro di sé, e questa è la cosa più importante. Vuole davvero essere lì e sa cosa vuole dire… I grandi registi rendono felice il film inoltre, lo rendono felice.

Meglio della scadenza

Iscriviti a Newsletter con scadenza. Per ricevere le ultime notizie, seguici su Facebook, TwitterE Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto