I Big Ten AD sollecitano il commissario Tony Pettitte a pronunciarsi sullo scandalo del Michigan

In un incontro giovedì con il commissario Tony Pettitte, i direttori atletici dei Big Ten hanno continuato a incoraggiare l’azione della lega sullo scandalo del furto di segnali del Michigan e hanno offerto il loro sostegno per qualunque decisione venga presa, hanno detto fonti a Yahoo Sports.

Per la seconda volta in una settimana, gli amministratori scolastici hanno incontrato Pettitte riguardo all’indagine della NCAA su quello che è diventato uno scandalo complesso che ha coinvolto almeno un dipendente del Michigan che esplorava personalmente i futuri avversari nel tentativo di conoscere i loro segnali di chiamata.

La scorsa settimana i direttori sportivi hanno tenuto un incontro simile con il commissario. Un gruppo di presidenti dei Big Ten ha incontrato Pettitte la settimana scorsa sulla questione, dopo un incontro programmato del Consiglio dei presidenti e dei cancellieri dei Big Ten. Il presidente del Michigan Santa Ono era originariamente presente alla chiamata ma poi si è disconnesso in modo che altri potessero discutere della situazione, hanno detto fonti a Yahoo Sports.

Questo contenuto incorporato non è disponibile nella tua regione.

La chiamata di AD giovedì sera è arrivata il giorno dopo che gli allenatori dei Big Ten hanno fortemente esortato Pettitte ad agire durante l’incontro, secondo un rapporto ESPN.

Nel suo ottavo mese di lavoro, Pettitte deve affrontare una crescente pressione interna da parte degli allenatori, dei direttori atletici e persino dei presidenti per imporre sanzioni ai Wolverines, che sono 8-0 e si sono classificati al terzo posto nei College Football Playoff.

Tuttavia, la decisione della Lega è incerta, anche se si stanno discutendo le opzioni. Infatti, nei loro appelli della scorsa settimana, gli amministratori delle scuole superiori e Pitete hanno considerato un’ampia gamma di possibilità. Si è parlato, ad esempio, di eventuali calci di rigore che non colpiscano direttamente i giocatori. Una sospensione per l’allenatore Jim Harbaugh sarebbe la punizione più probabile e “più pulita” se inflitta, ha detto una fonte.

READ  Come lo straordinario fuoricampo di Kyle Harrison ha cambiato le prospettive dei Giants - NBC Sports Bay Area e CA

Con lo scandalo del furto di insegne del Michigan che domina i titoli dei giornali durante la stagione perfetta della squadra, i direttori atletici dei Big Ten vogliono risposte. (Aaron J. Thornton/Getty Images) (Aaron J. Thornton tramite Getty Images)

Una tale punizione da parte di una conferenza è in qualche modo senza precedenti e, se troppo severa, potrebbe alla fine portare ad azioni legali da parte del programma, hanno detto esperti legali a Yahoo Sports. Qualsiasi punizione per i Big Ten è radicata nella politica di sportività della conferenza, che consente al commissario di emettere azioni disciplinari per aver violato “l’integrità della competizione” nell'”arena competitiva”, afferma la politica.

La politica è stata al centro delle discussioni della scorsa settimana tra i dirigenti scolastici e Petite. In conformità con questa politica, il Commissario può intraprendere azioni disciplinari considerate “standard” o “importanti”.

La procedura standard prevede una multa non superiore a 10.000 dollari e la sospensione per non più di due gare. Un’azione importante è qualsiasi cosa che esula da tali sanzioni ed è soggetta all’approvazione del Consiglio esecutivo dei Big Ten Presidents.

Man mano che sono emerse ulteriori prove del programma di furto dei segnali, gli amministratori e gli allenatori delle scuole Big Ten hanno esortato il loro commissario ad agire. Ma è un argomento difficile.

Nel protocollo normale, le leghe si affidano alla NCAA per le azioni di applicazione. L’associazione ha avviato tre settimane le sue indagini sul Michigan.

Mentre le indagini della NCAA potrebbero trascinarsi per mesi se non anni, l’incursione dell’organizzazione nei Wolverines è su un percorso “più accelerato”, ha detto Petitti ai dirigenti scolastici.

READ  Il Chase Field ospiterà la sua prima partita di playoff dal 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto