I democratici propongono una tassa sui profitti delle principali compagnie petrolifere

I Democratici del Congresso stanno proponendo di tassare i principali produttori e importatori di petrolio statunitensi e di indirizzare il denaro raccolto agli americani, uno sforzo che secondo loro limiterebbe il profitto negli Stati Uniti. Era di alti prezzi del gas.

Una nuova legge del senatore Sheldon Whitehouse (DE, RI) e del rappresentante Ro Khanna (DE, CA) che imporrebbe una tassa del 50%, riscossa al barile, sulla differenza di prezzo tra il costo attuale di un barile di petrolio e il costo medio di un barile tra il 2015 e il 2019. Secondo i legislatori dietro la proposta, si prevede che raccoglierà circa 45 miliardi di dollari all’anno a 120 dollari al barile di petrolio.

In questo scenario di prezzo, le entrate suddivise per le detrazioni dei contribuenti ammonterebbero a un pagamento annuale di $ 240 per un singolo presentatore che guadagna meno di $ 75.000 e $ 360 per gli abbonati che guadagnano meno di $ 150.000, hanno affermato i sostenitori.

Khanna, che ha presentato la proposta venerdì dopo averla annunciata con i colleghi all’inizio di questa settimana, ha affermato che la proposta stimolerebbe le compagnie energetiche a fissare i prezzi, che erano già in aumento prima che la Russia invadesse l’Ucraina e limitasse ulteriormente le forniture globali.

“come L’invasione russa dell’Ucraina Fa salire i prezzi del gas e le compagnie di combustibili fossili stanno realizzando profitti record. “Queste società hanno guadagnato miliardi e utilizzato i profitti per arricchire i loro azionisti mentre gli americani ordinari si fanno male alla pompa”.

Molti dei maggiori produttori di petrolio negli Stati Uniti stanno registrando miliardi di perdite nel 2020 dopo che la pandemia ha causato la domanda di petrolio e gas. I profitti delle aziende sono rimbalzati ampiamente nel 2021 dopo aver apportato profondi tagli alle loro attività e i prezzi del petrolio sono aumentati sulla scia della crescente domanda di combustibili fossili.

READ  Hong Kong per implementare test di massa in mezzo allo shock prevede un aumento delle infezioni del governo

I prezzi del petrolio sono stati relativamente bassi negli ultimi cinque anni e l’impatto sulla redditività è variato a seconda dell’azienda. Il margine di profitto lordo per Exxon Mobil Corp., la più grande compagnia petrolifera statunitense, è rimasto stabile tra circa il 34% e il 31% negli ultimi cinque anni, secondo S&P Capital IQ. La concorrenza della Chevron ha generato margini lordi di circa il 49% nel 2015 e nel 2016, dopo il calo dei prezzi del petrolio, e i suoi margini sono scesi a circa il 41% quando i prezzi sono rimbalzati nel 2018.

La proposta, chiamata Big Oil manna tax, ha il sostegno di quasi una dozzina di senatori democratici e di due democratici della Camera, la rappresentante Barbara Lee (D., CA) e Nanette Barragan (D., CA). Nessuno dei repubblicani ha firmato la mozione.

Le società energetiche più piccole saranno esentate dalla tassa proposta.

L’American Petroleum Institute, il più grande gruppo di lobby dell’industria petrolifera e del gas, ha criticato la proposta, affermando che i legislatori dovrebbero guardare a politiche che aumentino l’offerta nel paese piuttosto che a politiche che scoraggiano gli investimenti.

“Il popolo americano cerca soluzioni, non punta il dito”, ha affermato Frank Macchiarola, vicepresidente senior del gruppo per la politica, l’economia e gli affari normativi.

Sebbene la proposta abbia il potenziale per aumentare i prezzi dell’energia perché la produzione diventerà meno redditizia e le importazioni diventeranno più costose, è possibile che le famiglie stiano meglio, ha affermato Thornton Matheson dell’Urban Institute, ricercatore presso un think tank apartitico in Washington. Con pagamenti annuali.

I precedenti aumenti dei prezzi del gas hanno spinto il Congresso a prendere in considerazione l’imposta sugli utili inaspettati, una tassa sugli utili delle società per importi superiori a uno standard predeterminato. Nel 1980, i legislatori federali ne hanno istituito uno per otto anni e lo hanno revocato quando i prezzi sono diminuiti.

READ  La violazione della sicurezza di Robinhood ha compromesso i dati di 7 milioni di utenti

Nel 2008, i legislatori democratici hanno considerato di imporre una tassa sugli utili inaspettati alle compagnie petrolifere per pagare progetti di energia alternativa poiché il gas ha raggiunto $ 4 al gallone. Sulla scia della campagna presidenziale, poi il sen. Barack Obama Sostieni una tale tassaMentre il senatore John McCain si è opposto. Ma l’industria petrolifera ha detto le proposte Non abbasserà i prezzi del gasLa legislazione è morta.

Christopher M. Matthews ha contribuito a questo articolo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,515FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles