I negoziatori sono vicini a raggiungere un accordo con Hamas per il rilascio degli ostaggi

I negoziatori sono vicini a raggiungere un accordo Accordo con Hamas Un primo rilascio di 50 civili in cambio della concessione di maggiori aiuti da parte di Israele Compreso il carburanteDiverse fonti hanno detto a CBS News che ciò ha coinciso con una cessazione limitata dei combattimenti. Probabilmente seguirà il rilascio di altri ostaggi civili.

A questo punto, non c’è un accordo definitivo in mano, ma piuttosto una bozza scritta di accordo in fase di approvazione tra le parti che rimangono bloccate in quelli che sono stati descritti a CBS News come colloqui molto difficili raggiunti con l’aiuto degli Stati Uniti. America e QatarSecondo due fonti informate.

In un’intervista con “Face the Nation with Margaret Brennan”, il vice consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca John Feiner Ha detto che “Molte aree di disaccordo precedentemente esistenti sono state ristrette” nei colloqui sugli ostaggi, e gli Stati Uniti sono “più vicini di noi a raggiungere un accordo finale”.

Viner ha affermato che non sarebbe utile dettagliare pubblicamente lo sviluppo della diplomazia e ha riconosciuto l’avvertenza che gli accordi precedenti erano conclusi prima che fallissero. La scorsa settimana c’erano grandi speranze che ci sarebbe stata una svolta imminente nella diplomazia, ma due funzionari della regione hanno sottolineato che l’attacco militare israeliano all’ospedale Al-Shifa ha complicato la diplomazia con Hamas.

Una fonte vicina alla bozza di accordo ha detto a CBS News che la proposta, così come redatta attualmente, includerebbe il rilascio di 50 ostaggi il primo giorno con una cessazione limitata dei combattimenti che durerebbe circa quattro giorni per sei ore al giorno. Se il rilascio e la pausa avverranno come previsto, secondo questa fonte ci sarà un secondo rilascio di circa 20-25 ostaggi. I funzionari della Casa Bianca hanno rifiutato di commentare la delicata diplomazia.

In una conferenza stampa tenuta domenica a Doha, il primo ministro del Qatar Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim Al Thani ha descritto i rimanenti punti critici nell’accordo emergente tra Israele e Hamas come questioni logistiche “molto semplici”, e ha affermato che le parti sono “vicine al raggiungimento di un accordo”. un accordo.” “.

Il ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim Al Thani parla durante una conferenza stampa con l’alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell a Doha il 19 novembre 2023.

AFP tramite Getty Images


Fonti vicine ai colloqui hanno affermato che ci sono state diverse questioni recenti complesse, inclusa la possibilità che la sorveglianza pubblica venga effettuata durante gli schieramenti. Israele ha anche chiesto ad Hamas di fornire alcune informazioni sui prigionieri che detiene o che può ottenere da altri gruppi armati come la Jihad islamica, poiché il numero totale di oltre 200 ostaggi è ancora solo una stima. La settimana scorsa sono state ritrovate due persone scomparse ritenute ostaggi, Noa Marciano e Yehudit Weiss. Trovato morto Vicino al complesso ospedaliero Shifa di 4.500 metri quadrati a Gaza. I resti delle persone massacrate da Hamas e altri militanti durante l’attacco del 7 ottobre vengono ancora identificati in Israele.

“Gaza è chiaramente un luogo molto pericoloso per i civili da tenere in ostaggio a questo punto”, ha detto Weiner a Margaret Brennan della CBS, “quindi c’è bisogno di tempo”.

Weiner ha detto che non userà la frase “il tempo sta per scadere”, ma “siamo fermamente convinti che ciò dovrebbe essere fatto il prima possibile”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu Ha detto a CBS News Norah O’Donnell ha detto la scorsa settimana che Israele aveva “forti indicazioni” che degli ostaggi fossero tenuti presso l’ospedale di Shifa, una delle ragioni che ha addotto per la decisione dell’IDF di entrare nell’ospedale di Shifa. Ma Netanyahu ha aggiunto: “Se fossero stati lì, sarebbero stati portati via”.

Gli Stati Uniti non hanno fornito informazioni per confermare questa valutazione, ma lo hanno fatto Versione a bassa intelligenza La settimana scorsa, membri di Hamas e della Jihad islamica palestinese gestivano un “nodo di comando e controllo” dall’ospedale Al-Shifa e dai tunnel sottostanti, e li usavano sia per armi che per ostaggi.

Weiner ha detto che gli Stati Uniti rimangono fiduciosi nella sua valutazione, e ha detto che l’IDF sta ancora “sfruttando” la struttura di Shifa per trovare maggiori informazioni.

Sabato a Manama, Brett McGurk, consigliere senior del presidente Biden per il Medio Oriente, ha descritto i colloqui sugli ostaggi come intensi e continui prima di recarsi a Doha per incontrare quella notte il primo ministro del Qatar. Nei commenti pubblici, McGurk ha ribadito l’appello di Israele a rilasciare un “gran numero di ostaggi” al fine di ottenere una “significativa cessazione dei combattimenti” e quella che ha descritto come una “massiccia” ondata di aiuti umanitari. Ha ammesso che una delle richieste di Hamas è quella di ottenere carburante e aiuti umanitari. McGurk non lo ha dichiarato pubblicamente Una precedente richiesta di Hamas Liberare un numero imprecisato di donne e bambini palestinesi dai centri di detenzione israeliani.

“Questo è l’accordo che hanno stabilito”, ha detto McGurk fin dai primi giorni. McGurk ha detto che la responsabilità di liberare tutti gli ostaggi ricade su Hamas: “le donne, i bambini, i giovani, i neonati, tutti quanti”.

Il direttore della CIA Bill Burns è tornato a Washington, ma è rimasto impegnato dopo gli incontri delle ultime settimane con il capo del Mossad. Lo stesso presidente Biden ha gestito i telefoni, chiamando l’emiro del Qatar dal 12 novembre fino a venerdì, segno che una soluzione è vicina.

Il Qatar sta usando la sua relazione con Hamas per mediare, e gli Stati Uniti stanno aiutando a mediare le proposte che vengono passate da un circolo ristretto di Doha ai leader di Hamas a Gaza e al gabinetto di guerra israeliano composto da cinque persone guidato da Netanyahu.

READ  Il tifone Quino attraversa Taiwan con forti piogge; Un morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto