BalestratePolitica

Il M5S Balestrate ha protocollato la proposta sulla micromobilità elettrica

La proposta suggerisce la possibilità di autorizzare la sperimentazione della circolazione su strada di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini


Il M5S Balestrate ha comunicato che nella giornata di ieri ha protocollato una proposta sulla micromobilità, cioè la possibilità di autorizzare la sperimentazione della circolazione su strada di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini.  “Il rispetto dell’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta dovrebbero essere una priorità per tutti – dice il M5S Balestrate – probabilmente penserete “ma questi nuovi mezzi già non si vedono per strada?” Si, si vedono ma non sono mai stati regolamentati da nessuna normativa. Per tale motivo proponiamo all’amministrazione di impegnarsi affinché autorizzi, in via sperimentale, la circolazione dei dispositivi per la micromobilità elettrica, nel rispetto delle condizioni previste nel decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti; provveda ad adottare la delibera relativa alla sperimentazione, regolamentando la sosta; adotti tutte le misure idonee ad informare la popolazione residente circa l’avvio della sperimentazione all’interno del centro abitato; qualora istituisca o affidi servizi di noleggio dei dispositivi in condivisione, anche in modalità free-floating, preveda di rendere obbligatoria l’attivazione di una adeguata azione di informazione nei confronti degli utilizzatori, da parte delle società responsabili del servizio, circa le regole di utilizzo, fra le quali quelle relative alla sicurezza stradale, alla velocità, alle modalità consentite di sosta; avvii una campagna di informazione della sperimentazione in atto nel territorio in corrispondenza di infrastrutture di trasporto, ricadenti nel centro abitato, destinate allo scambio modale quali porti, stazioni ferroviarie, fermate autobus, in collaborazione coi gestori delle infrastrutture stesse; fornisca al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti i dati relativi alle risultanze della sperimentazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close
Close