Il presidente del Messico ha annunciato che taglierà i rapporti diplomatici con l'Ecuador dopo che la polizia ha fatto irruzione nell'ambasciata.

QUITO, Ecuador (AP) – Il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador ha detto venerdì sera che taglierà i rapporti diplomatici con l'Ecuador dopo che la polizia ha fatto irruzione nell'ambasciata messicana in Messico.

L'annuncio è arrivato dopo che gli agenti di polizia ecuadoriani hanno fatto irruzione nell'ambasciata messicana a Quito e hanno arrestato l'ex vicepresidente ecuadoriano Jorge Claus, che aveva chiesto asilo politico lì, approfondendo la spaccatura diplomatica tra i due paesi.

Klaus, l'uomo più ricercato dell'Ecuador, è indagato per corruzione, concussione e altro.

La polizia tenta di entrare nell'ambasciata messicana a Quito, Ecuador, venerdì 5 aprile 2024, dopo che il Messico ha concesso asilo all'ex vicepresidente ecuadoriano Jorge Glass, che si è rifugiato all'interno dell'ambasciata messicana a Quito, Ecuador. La polizia ha poi fatto irruzione nell'ambasciata attraverso un altro ingresso. (AP Photo/Dolores Ochoa)

La polizia ha sfondato le porte esterne della sede diplomatica del Messico nella capitale ecuadoriana ed è entrata nel cortile principale.

“L'Ecuador è un paese sovrano e non permetteremo la libertà di nessun criminale”, ha scritto venerdì sera in un comunicato la presidenza ecuadoriana.

López Obrador ha definito la detenzione di Claus “una flagrante violazione del diritto internazionale e della sovranità del Messico” e un “atto di tirannia”.

Il ministro degli Esteri messicano, Alicia Barcena, ha affermato che diversi diplomatici sono rimasti feriti nell'incidente, che ha violato la Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche.

Gli esperti che hanno osservato gli arresti hanno sottolineato che la mossa è stata una grave violazione della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche, che potrebbe creare una spaccatura permanente tra i governi di Messico ed Ecuador.

READ  40 La migliore cuscini coprisedie cucina del 2022 - Non acquistare una cuscini coprisedie cucina finché non leggi QUESTO!

“Non è possibile, non può essere, è pazzesco”, ha detto Roberto Canseco, capo dell'unità consolare messicana a Quito, davanti all'ambasciata.

Riguardo alla situazione dell'ex vicepresidente Klaus e all'eventuale arresto da parte delle forze generali, ha detto: “Sì, capisco che sono molto preoccupato perché potrebbero ucciderlo; non c'è alcuna base per farlo, è del tutto fuori dalla norma.

Il ministero degli Esteri e il ministero degli Interni dell'Ecuador non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento dell'Associated Press.

L'ambasciata messicana a Quito era sotto stretta sorveglianza della polizia venerdì sera.

Il giorno prima, la tensione tra i due paesi era aumentata dopo che il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador aveva dichiarato che l'Ecuador era stato “molto sfortunato” nelle ultime elezioni, vinte dal presidente ecuadoriano Daniel Noboa.

In risposta, il governo ecuadoriano L'ambasciatore messicano si è dichiarato un non-persona.

___

Segui la copertura di AP dell'America Latina e dei Caraibi su https://apnews.com/hub/latin-america

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto