Tre persone sono state uccise dopo che forti venti le hanno portate via dai loro appartamenti in Cina

CFOTO/Future Publishing/Getty Images

Un cittadino affronta una forte pioggia la sera del 2 aprile 2024 a Nanchang, nella provincia di Jiangxi, in Cina.



CNN

Tre persone sono morte dopo che venti simili a tornado le hanno scagliate attraverso le finestre dei loro appartamenti nel sud della Cina, mentre il maltempo ha colpito la regione la scorsa settimana.

Sette persone sono morte nella provincia di Jiangxi da quando domenica sono iniziati venti eccezionalmente forti, ha riferito giovedì l'emittente statale CCTV. Ha aggiunto che più di 5.400 case sono state danneggiate e 313.000 persone sono state colpite, di cui circa 1.600 sono state evacuate in luoghi sicuri.

Martedì, l’Amministrazione meteorologica cinese ha emesso un’allerta arancione – la più alta in un sistema di allerta a tre livelli – la prima dal 2013, secondo il quotidiano statale Global Times.

Quattro morti e almeno 10 feriti sono stati segnalati a Nanchang, la capitale della provincia, la città più colpita, quando domenica si sono verificati forti temporali e forti piogge, secondo la China Central Television.

Tra loro c'erano una donna sulla sessantina e suo nipote di 11 anni, che sono stati strappati insieme ai loro materassi dalle finestre del loro appartamento da forti venti, secondo la CCTV, citando resoconti dei media.

Anche una donna di 60 anni dello stesso edificio è stata spazzata via da una finestra dal forte vento. La radio di Stato ha riferito che i tre sono stati confermati morti.

Una stazione meteorologica ha rilevato velocità del vento superiori al livello massimo di 12, che equivale a un uragano di categoria 1, secondo i media statali, mentre altre 29 stazioni hanno rilevato venti di categoria 10 e 11.

READ  Premio Nobel per la pace assegnato all'attivista iraniana Narges Mohammadi: aggiornamenti in tempo reale e reazioni

I media statali hanno riferito che i condizionatori d'aria sono esplosi nei grattacieli della città, mentre più di 2.000 alberi sono caduti.

La Cina è stata colpita Serie di Eventi meteorologici estremi negli ultimi anni.

L’anno scorso è stato il più caldo mai registrato, poiché ha dovuto affrontare forti ondate di caldo che, secondo le autorità, sono arrivate presto ed erano più diffuse e intense rispetto agli anni precedenti.

All’altra estremità della scala, il paese ha registrato la temperatura più bassa mai registrata lo scorso anno il 22 gennaio, quando la città di Jintao, nella provincia nord-orientale dell’Heilongjiang, ha registrato -53 gradi Celsius (-63,4 gradi Fahrenheit).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto