Gennaio 17, 2022

Il Tarlo

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Il Tarlo

L’analista afferma che l’incontro Biden-Xi non ha risposto a una grande domanda

Le bandiere degli Stati Uniti e della Cina stanno dietro un microfono all’ambasciata degli Stati Uniti a Pechino il 9 aprile 2009.

Federico J. Marrone | AFP | Getty Images

Gli Stati Uniti e la Cina sono appena usciti Primo incontro Tra i loro due leader, entrambe le parti hanno un tono positivo su come la loro relazione sta andando avanti, ma una grande domanda rimane senza risposta, ha detto un analista.

“Se gli Stati Uniti e la Cina possono gestire in modo costruttivo il conflitto emergente al rallentatore che ora emerge tra le loro diverse visioni del mondo è una questione aperta per una relazione più ampia”, ha affermato Stephen Olson, collega di ricerca senior presso la Heinrich Foundation. Vertice.

Gli Stati Uniti e la Cina devono affrontare “differenze difficili e inconciliabili” profondamente radicate – e resta da vedere se le ricadute tra loro si attenueranno dopo la riunione presidenziale degli Stati Uniti. Joe Biden E il presidente della Cina Xi Jinping, ha detto Olson.

“Nessun paese scomparirà. Nessun paese accetterà il punto di vista dell’altro. Il percorso prudente da seguire è trovare modi credibili per convivere con storie diverse da ogni parte”, ha detto.

Differenze difficili e senza compromessi sono incorporate nella visione dell’altro. Questi non possono essere lasciati al caso.

Stephen Olson

Ricercatore senior, Fondazione Heinrich

Olson ha spiegato che la Cina vede gli Stati Uniti come una potenza in declino in un momento in cui Pechino appare più fiduciosa sulla scena mondiale. Ha detto che gli Stati Uniti considerano le circostanze che circondano la rivolta cinese come contrarie ai propri interessi e dovrebbero essere pronti ad “affrontare e sfidare la Cina con più forza”.

READ  Gradi della settimana 16 della NFL: i patrioti dominano le bollette ottengono "A", i caricabatterie ottengono "F" per brutte perdite

“Differenze difficili e senza compromessi sono incorporate nella visione dell’altro. Queste non devono essere apprezzate”, ha detto Olson.

Anche Pitan ha accettato la sfida. Ha detto a una lettura della Casa Bianca dopo il suo incontro con Xi che “sono necessarie guardie di conoscenza generale per garantire che la concorrenza non si trasformi in conflitto e che le vie di comunicazione rimangano aperte”.

Maggiori informazioni sulla Cina da CNBC Pro

Nel frattempo, Xi ha affermato durante l’incontro che Cina e Stati Uniti devono aderire a una “nuova era” di armonia. Principi di rispetto reciproco, convivenza pacifica e cooperazione vantaggiosa per tutti, secondo la lettura ufficiale in lingua inglese della Cina.

Pechino generalmente usa un linguaggio come “rispetto reciproco”

‘Le cose andranno meglio’

L’incontro virtuale tra Biden e Xi è stato una stretta relazione tra i due leader da quando Biden è entrato in carica a gennaio.

Le relazioni tra Stati Uniti e Cina sono state tese negli ultimi anni poiché il commercio e la tecnologia, i diritti umani e il conflitto tra le due parti si sono intensificati nelle origini dell’epidemia del governo 19.

L’incontro Biden-Xi ha prodotto piccole e solide distribuzioni, ma gli osservatori hanno affermato che è stato un passo importante nel rafforzamento delle relazioni tra i due paesi.

“È positivo che i due leader si siano incontrati. È qui che le cose migliorano”, ha detto alla CNBC Gary Locke, ex segretario al commercio degli Stati Uniti e ambasciatore degli Stati Uniti in Cina.Squawk Box Asia“Mercoledì.

“Entrambi i paesi hanno bisogno l’uno dell’altro, ed entrambi i paesi devono lavorare insieme e lavorare insieme per risolvere molti problemi”, ha affermato Locke, presidente ad interim del Bellu College.

– Evelyn Cheng della CNBC ha contribuito a questo rapporto.