L'inevitabilità dell'apertura caotica del Manchester United e degli sprechi del Liverpool

Per chi segue il calcio da molto tempo, gli eventi del secondo tempo di ieri all'Old Trafford sembravano in qualche modo inevitabili.

È semplicemente così che funziona il calcio: quando una squadra domina in modo assurdo il primo tempo ma non riesce a concludere la partita, sembra sempre che se ne penta. Come previsto, il Manchester United ha segnato con il primo tiro da 50 yard, poi si è portato in vantaggio per 2-1 con un altro ottimo gol dal nulla.

Significava che il Liverpool stava recuperando terreno, il che era ironico considerando quanto erano stati bravi nel primo tempo. Hanno tentato 15 tiri rispetto allo zero dello United prima dell'intervallo e quella differenza di 15 è il terzo margine più grande di qualsiasi primo tempo in una stagione di Premier League. L'incontro del Liverpool contro il Newcastle il giorno di Capodanno è stato 18-1 nei tiri del primo tempo, e l'incontro del Manchester City contro il Manchester United il mese scorso è stato 18-2. Non dovrebbe pertanto sorprendere che il Liverpool abbia tirato a segno contro la squadra di Erik ten Hag.

A giudicare dalla combinazione delle loro recenti prestazioni e guardando la formazione titolare sulla carta, lo United aveva tre evidenti punti deboli qui. Il primo è stato sulla fascia destra, dove l'esterno destro Alejandro Garnacho è un po' sciatto in difesa, Diogo Dalot ha il compito di spingere in situazioni di cross e può lasciare spazio in difesa, e Willy Kambwala, 19 anni, ha talento ma è grezzo. Difensore centrale laterale.

Qui, cinque minuti dopo, sia Dalot che Kambuala si ritrovano a metà della metà campo avversaria. Andy Robertson passa la palla oltre loro, permettendo a Darwin Nunez di attaccare un Harry Maguire esposto.

Il secondo problema è che il sistema dello United si basa in gran parte sulla marcatura individuale a centrocampo, il che significa che i centrocampisti centrali devono monitorare costantemente i movimenti dei giocatori avversari. Ad essere sinceri, semplicemente non sono in grado di farlo. Casemiro, in particolare, sembra sempre più immobile, e in questa occasione, dopo due minuti, semplicemente non riesce a tenere il passo di Dominik Szoboszlai sulla prima occasione della partita del Liverpool.

READ  I Chiefs hanno posto fine al record di 24 vittorie consecutive dei Ravens nella preseason

Il terzo problema sono gli spazi tra le righe. Ancora una volta, ciò è in parte dovuto al fatto che i centrocampisti dello United preferiscono restare attaccati agli avversari piuttosto che mantenere la forma fisica. Qui c'è troppo spazio tra difesa e centrocampo, quindi Luis Diaz può saltare nello spazio per ricevere un passaggio da Virgil van Dijk.

Quando riceve palla, aspettandosi Dalot sulle spalle, il terzino destro portoghese è invece in una strana posizione accovacciata, segnalando di fatto ai compagni di squadra che è intrappolato tra seguire la corsa di Diaz e guardare la sovrapposizione di Robertson, che ha avanzò oltre Garnacho – e non per l'ultima volta. .

La maggior parte dei problemi dello United derivano da questi problemi. Qui, mentre il portiere Caoimhin Kelleher passa la palla a Jarel Quansah, Casemiro e Kobe Maino tentano di fermare i centrocampisti del Liverpool, Wataru Endo e Alexis McAllister. Ciò significa che dovranno seguirli anche al contrario. Ma Maino si spegne, viene risucchiato dalla palla, e McAllister gli scappa all'indietro. Quansah gli lanciò la palla e se il controllo del petto di Mac Allister fosse stato un po' migliore, sarebbe stato in grado di tirare. Era troppo facile per il Liverpool.

Il successivo incidente interessante avvenne appena 10 secondi dopo. Ancora una volta, Garnacho non riesce a eguagliare la corsa di Robertson. I gesti del terzino sinistro affinché Mohamed Salah passi a McAllister, e conoscere l'angolo del passaggio successivo lo alimenterà ben oltre la sovrapposizione. Jarnacho prova a tagliare il passaggio ma non ci riesce.

Ciò ha dimostrato il problema del divario tra le linee e della mancata corrispondenza dei centrocampisti dello United in corsa: Robertson sa come alimentare la palla davanti alla difesa dello United piuttosto che dietro. Szoboszlai sicuramente esce tardi in un'ottima posizione di tiro dal dischetto, ma sbaglia disperatamente questo tiro.

READ  Il gol di Dylan Larkin ai supplementari solleva i Detroit Red Wings sui Maple Leafs, 5-4

I tagli hanno costantemente causato problemi allo United in questa stagione. Nell'incidente successivo, se la sono cavata in modo un po' ironico, con il problema derivante da Kambwala che avanzava e poi perdeva palla, permettendo al Liverpool di rompere. Il taglio di Diaz era destinato a Szoboszlai, ma è stato respinto dal recupero Kambwala, che si trovava inavvertitamente nella posizione giusta essendo stato gravemente fuori posizione in primo luogo.

Ecco un altro esempio di Robertson che supera Garnacho per sparare un tiro fallo da una posizione decente.

Qui ci sono due problemi combinati: ancora una volta, troppo spazio tra le linee perché Aaron Wan-Bissaka, come Dalot dall'altra parte, è intrappolato tra il seguire un'ala all'interno e il contrastare un altro giocatore sulla sua fascia. Forse Salah avrebbe dovuto prenderlo con calma e dribblare al centro, ma Robertson era ancora una volta libero davanti a Jarnacho e il passaggio era troppo allettante.

Nell'incidente successivo, un giocatore del Liverpool si trovava ancora una volta nello spazio tra le linee, ma il passaggio di Szoboszlai era leggermente sbagliato e Maguire poteva intervenire e intercettarlo.

La mossa sarebbe stata l'obiettivo perfetto per evidenziare tutte le questioni tattiche dello United. Casemiro e Maino sono ancora una volta serrati nella parte alta del campo, il divario tra loro e i difensori sarà molto ampio. Van Dijk passa la palla in avanti a Diaz, che la gioca vicino a Robertson.

Robertson è ovviamente di nuovo dietro Garnacho, che cerca di fermarlo ma non riesce né ad anticipare né ad accelerare. Ancora una volta, Robertson sa giocare la palla al limite dell'area piuttosto che dietro la difesa poiché il centrocampo dello United non si riprenderà. Non si vedono da nessuna parte: i cinque giocatori dello United nella foto qui sono i quattro difensori e Garnacho.

Szoboszlai non riesce a mettere la palla in una buona posizione di tiro, e alla fine la palla va a Salah, che tira la palla oltre la porta sbilanciandosi.

READ  Risultati e takeaway dei playoff NBA di mercoledì: Heat over Celtics, Thunder domina Pelicans

Più il tempo andava avanti, più i centrocampisti dello United non riuscivano a rientrare e a fornire una seconda linea per far fronte ai tagli. In questa situazione di contropiede Casemiro e Maino non si vedono più: i quattro giocatori nell'inquadratura sono tre difensori e Marcus Rashford. Dalot, che ha effettuato alcuni contrasti difensivi tempestivi, ha bloccato il tiro di Diaz.

Ci sono anche alcuni esempi di assoluta ingenuità da parte dei centrocampisti dello United. Qui Casemiro passa la palla a Maino e poi prova a lanciarsi in attacco. Insomma, fair play per ambizione, ma poi Maino dribbla nel traffico, si mette in difficoltà e perde palla.

Il Liverpool si ritrova con più corridori e spazi da invadere, con il passaggio di Diaz che produce un discreto tentativo di Salah in fuga.

L'unico vantaggio dello United nel primo tempo è arrivato da un calcio piazzato. È difficile sapere quale sia il loro piano qui. Maino inizialmente è vicino al marcatore Diaz in corner. Ma non sembra marcarlo: il suo vero compito è quello di fare da schermo per i giocatori del Liverpool posizionati in difesa.

Ma quando arriva un calcio d'angolo di Robertson, Maino si rende conto all'improvviso che non c'è nessuno a fermarlo. Le due minacce del Liverpool in quella zona sono già state identificate. Ma non segna nemmeno la palla, quindi Nunez corre verso il primo palo per passare la palla e Diaz, che corre sul secondo palo, gira la palla in rete.

Il caos dello United è stato pari solo agli sprechi del Liverpool. Nonostante il loro gioco intelligente e le occasioni create, solo due gol sono arrivati ​​su punizione e su calcio di rigore.

Questa mancanza di spietatezza potrebbe costare loro il titolo, ma la continua apertura dello United potrebbe costare a Ten Hag il posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto