L’Italia confisca lo yacht

ROMA (Reuters) – La polizia ha sequestrato uno yacht profondo al miliardario russo Andrei Igorevich Melnichenko, ha detto sabato l’ufficio del primo ministro italiano, pochi giorni dopo che l’uomo d’affari era stato inserito nell’elenco delle sanzioni dell’Unione Europea a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

Il governo ha dichiarato che lo yacht A di 143 metri, al prezzo di 530 milioni di euro (578 milioni di dollari), è stato prenotato nel porto settentrionale di Trieste.

Progettata da Philippe Starck e costruita da Knopskrug in Germania, il governo ha affermato che la nave è lo yacht a vela più grande del mondo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Melnichenko possedeva il più grande produttore di fertilizzanti EuroChem Group e la compagnia di carbone SUEK. Giovedì le società hanno dichiarato in dichiarazioni di essersi dimesso dal consiglio di amministrazione delle due società e di essersi ritirato dalla carica di beneficiario a partire da mercoledì.

Il portavoce di Melnichenko, Alex Andreev, ha affermato che l’uomo d’affari “non ha nulla a che fare con i tragici eventi in Ucraina. Non ha affiliazioni politiche”.

“Non c’è assolutamente alcuna giustificazione per inserirlo nell’elenco delle sanzioni dell’UE”, ha affermato Andreev. “Discuteremo di queste sanzioni infondate e ingiustificate e crediamo che prevarranno lo stato di diritto e il buon senso.

La scorsa settimana la polizia italiana ha confiscato ville e yacht per un valore di 143 milioni di euro (156 milioni di dollari) a cinque russi di alto rango che sono stati inseriti nell’elenco delle sanzioni. Per saperne di più

Le operazioni di polizia facevano parte di una campagna coordinata dei paesi occidentali per punire i ricchi russi che si dicono legati al presidente Vladimir Putin.

READ  Chiudere l'ambasciata americana a Kiev e trasferire i restanti diplomatici in Occidente tra i timori di un'invasione russa

(1 dollaro = 0,9167 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Copertura) di Emilio Parodi Scrittura di Giselda Fagnoni Montaggio di Francis Keri

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,432FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles