Nuove regole per riformare le reti elettriche potrebbero dare impulso all’energia eolica e solare

Lunedì i regolatori federali Approvate modifiche globali al modo in cui le reti elettriche americane sono pianificate e finanziate, in una mossa che i sostenitori sperano stimolerà migliaia di chilometri di nuove linee elettriche ad alta tensione e renderà più facile aggiungere più energia eolica e solare.

La nuova norma della Federal Energy Regulatory Commission, che sovrintende alla trasmissione elettrica interstatale, è il tentativo più significativo degli ultimi anni di modernizzare ed espandere la fatiscente rete elettrica della nazione. Gli esperti hanno avvertito che oggi non vengono costruite abbastanza linee elettriche ad alta tensione, il che espone il Paese a un rischio maggiore di interruzioni di corrente dovute a condizioni meteorologiche estreme e rende più difficile il passaggio a fonti di energia rinnovabile e far fronte alla crescente domanda di elettricità.

Il comitato ha affermato che una delle ragioni principali della lentezza dell’espansione della rete è che gli operatori raramente pianificano a lungo termine.

Le tre principali reti elettriche del paese sono supervisionate da un mix di servizi pubblici e operatori di rete regionali che si concentrano principalmente sulla garanzia di elettricità affidabile per case e imprese. Quando si tratta di costruire nuove linee di trasmissione, gli operatori di rete tendono ad essere reattivi, rispondendo dopo che lo sviluppatore di un parco eolico richiede una connessione alla rete esistente o quando viene scoperto un problema di affidabilità.

IL Nuova sentenza federalela cui preparazione ha richiesto due anni, impone agli operatori di rete di tutto il paese di identificare le esigenze tra 20 anni nel futuro, tenendo conto di fattori quali i cambiamenti nel mix energetico, il numero crescente di stati che necessitano di energia eolica e solare e il rischio di gravi tempo atmosferico.

I pianificatori della rete dovranno valutare i vantaggi delle nuove linee di trasmissione, ad esempio se ridurranno i costi dell’elettricità o ridurranno il rischio di blackout, e sviluppare metodi per dividere i costi di tali linee tra clienti e imprese.

“Dobbiamo pianificare la rete del nostro paese a lungo termine”, ha affermato Willie Phillips, un democratico che presiede il Comitato per l’Energia. “L’invecchiamento della rete elettrica del nostro Paese viene messo alla prova in modi mai visti prima. Senza un’azione significativa adesso, non saremo in grado di tenere le luci accese di fronte alla crescente domanda, alle condizioni meteorologiche estreme e alle nuove tecnologie.

“Questa regola non riesce completamente a proteggere i consumatori”, ha affermato Christie. Ha affermato che “mira a facilitare il trasferimento su larga scala di ricchezza dai consumatori agli interessi privati ​​a scopo di lucro, in particolare agli sviluppatori di energia eolica e solare”.

Potrebbero volerci anni prima che la norma entri in vigore e la Commissione potrebbe affrontare sfide legali da parte di paesi preoccupati per l’aumento dei costi.

A livello nazionale, le aziende energetiche hanno proposto più di 11.000 progetti eolici, solari e di batterie, ma molti rimangono nel limbo perché non c’è abbastanza capacità di rete per accoglierli. Inoltre, i singoli sviluppatori attualmente devono pagare per gli aggiornamenti della rete per accogliere i loro progetti in un processo frammentato e lento.

Alcuni critici sostengono che questo sia come chiedere a un’azienda di autotrasporto di pagare per una corsia in più su un’autostrada che alla fine verrà utilizzata da tutti gli automobilisti. Affermano che un approccio migliore è pianificare in anticipo aggiornamenti su larga scala con costi condivisi tra un’ampia gamma di fornitori e utenti di energia.

Ma la questione di chi paga per l’espansione della rete ha suscitato un acceso dibattito.

I funzionari degli stati meno entusiasti dell’energia eolica e solare, come il Kentucky o il West Virginia, affermano che potrebbero dover pagare il conto per nuove linee di trasmissione multimiliardarie volte ad aiutare stati come il New Jersey o l’Illinois a raggiungere le loro ambizioni di energia rinnovabile.

Per dissipare queste preoccupazioni, il comitato ha stabilito linee guida su come ripartire i costi dei nuovi progetti di trasporto. Prima di pianificare qualsiasi linea, gli operatori dei servizi pubblici e della rete dovrebbero lavorare con gli stati su una formula per allocare i costi ai clienti in base ai potenziali benefici derivanti dalle nuove linee.

Ci sono alcuni precedenti a riguardo. La rete che gestisce l’elettricità in 15 stati del Midwest, nota come MISO, ha recentemente approvato 10,3 miliardi di dollari in nuove linee elettriche, in parte perché molti dei suoi stati hanno obiettivi ambiziosi di energia rinnovabile che richiedono una maggiore trasmissione. Linee stimate MISO Creerebbe fino a 69 miliardi di dollari in benefici totali, compresi minori costi del carburante e minori interruzioni di corrente. L’operatore della rete è stato quindi in grado di dividere i costi anche tra gli stati che non avevano politiche rinnovabili ma avrebbero condiviso i premi.

READ  Tyson Foods chiude il suo stabilimento di carne suina a Perry, Iowa, licenziando 1.200 lavoratori

“È molto difficile, e non tutti hanno ottenuto quello che volevano, ma siamo tutti d’accordo nel sederci in una stanza e capirlo”, ha detto Carrie Zalewski, ex funzionario di regolamentazione dello stato dell’Illinois che ora lavora con l’American Clean Energy Association. Gruppo commerciale per le energie rinnovabili.

Christie ha affermato che la norma finale non dà agli Stati il ​​potere sufficiente per opporsi al modo in cui i costi vengono condivisi. Ma Allison Clements, l’altra democratica del comitato, ha detto che dare a ogni stato il potere di veto è “una ricetta per l’inazione”.

La norma richiederebbe inoltre ai servizi pubblici e agli operatori di rete di prendere in considerazione nuove tecnologie che potrebbero costare di più in anticipo ma che possono rendere le reti più efficienti e fornire vantaggi a lungo termine, come connettori avanzati che possono trasportare il doppio della corrente rispetto alle linee tradizionali.

I gruppi ambientalisti e le società di energia rinnovabile hanno elogiato le nuove regole.

“Questo è un grande giorno nella lotta contro il cambiamento climatico”, ha affermato il senatore Chuck Schumer di New York, leader della maggioranza democratica, che ha esortato il comitato ad approvare una regola forte per la pianificazione della rete.

Nell’ultimo anno, Schumer e altri democratici hanno avvertito che gli sforzi per combattere il cambiamento climatico potrebbero fallire se le reti elettriche della nazione non saranno riparate. Le centrali elettriche a carbone e gas sono una delle principali fonti di inquinamento che sta riscaldando pericolosamente il pianeta. Mentre l’Inflation Reduction Act del 2022 ha investito centinaia di miliardi di dollari in alternative più pulite come l’energia eolica e solare, una di queste… Analisi finale Si è scoperto che metà dei benefici climatici derivanti da questa legge potrebbero andare perduti se gli Stati Uniti non riuscissero a costruire nuovi trasporti a un ritmo più rapido.

Resta da vedere quanto sarà efficace la nuova regola, poiché dipenderà da come gli operatori di rete la implementeranno. Un tentativo del 2011 da parte della Commissione di incoraggiare la pianificazione dei trasporti Ha vacillato notevolmenteCiò è in parte dovuto al fatto che molti servizi pubblici si sono opposti alle nuove linee a lunga distanza che potrebbero indebolire i loro monopoli, ha affermato Ari Pesco, direttore dell’Electricity Law Initiative presso la Harvard Law School. Data la natura decentralizzata delle reti del Paese, i regolatori federali possono fare ben poco per obbligare gli operatori a conformarsi.

READ  Fonti: la Cina chiede alle principali banche di scaglionare e adeguare i loro acquisti di dollari

“Penso che questa regola sarà utile in alcune parti del Paese dove c’è già lo slancio per un ulteriore sviluppo della trasmissione”, come il Nordest, ha affermato Pesco. “Ma nei luoghi in cui le grandi strutture sono resistenti a ulteriori trasmissioni, non so se il FERC possa fare così tanto”.

La nuova regola influisce sul layout della griglia In 12 grandi regioni del PaeseMa non sarà necessaria una pianificazione del trasferimento dei dati per collegare insieme queste diverse regioni, cosa che secondo alcuni esperti è una necessità maggiore. La norma inoltre non influenzerebbe la rete principale del Texas, che è isolata dalle normative federali perché non attraversa i confini statali.

La norma inoltre non affronta le sfide logistiche e politiche legate alla costruzione di nuove linee elettriche a lunga percorrenza. Possono essere necessari dieci anni o più affinché gli sviluppatori localizzino un progetto in numerose giurisdizioni, ottengano permessi da una varietà di diverse agenzie federali e statali e risolvano cause legali per opinioni corrotte o danni agli ecosistemi.

L’amministrazione Biden ha recentemente finalizzato un programma volto a dimezzare il tempo federale concesso per alcune grandi linee di trasmissione. Ma accelerare ulteriormente le cose potrebbe richiedere un’azione da parte del Congresso, poiché i legislatori faticano a concordare nuove politiche di transizione.

Lunedì, in una norma separata, la Commissione federale per l’energia, Delinea situazioni specifiche Potrebbe ignorare le obiezioni statali su un piccolo sottoinsieme di nuove linee elettriche.

Al centro del dibattito una serie di dieci “Corridoi di trasmissione elettrica di interesse nazionale” istituiti dal Dipartimento dell’Energia È stato provvisoriamente identificato In tutto il Paese, luoghi in cui le nuove linee saranno particolarmente utili. Se i regolatori statali bloccassero o ritardassero un progetto in quei corridoi, la Fed potrebbe intervenire per approvarlo.

Ma alcuni esperti si chiedono quanto spesso ciò potrebbe accadere, perché storicamente la Commissione ha preferito cooperare con gli Stati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto