Olimpiadi invernali di Pechino: la Cina minaccia gli Stati Uniti di ritorsioni per il boicottaggio diplomatico

L’amministrazione Biden ha detto lunedì che non invierà una delegazione ufficiale degli Stati Uniti Giochi invernali di Pechino Rapporto sul “genocidio e crimini contro l’umanità in corso in Cina nello Xinjiang”. Gli atleti americani potranno ancora partecipare allo sport.

In risposta all’annuncio della Casa Bianca, il ministero degli Esteri cinese ha avviato una “rappresentanza personale” con gli Stati Uniti e si è impegnato a prendere “decise contromisure”.

“Sulla base di pregiudizi ideologici, bugie e voci, gli Stati Uniti stanno cercando di sabotare le Olimpiadi invernali di Pechino, esponendo i loro intenti malevoli e minando ulteriormente la loro autorità morale e credibilità”, ha detto il portavoce del ministero Zhao Legion in una conferenza stampa martedì. .

“Le azioni illecite degli Stati Uniti hanno minato le fondamenta e l’ambiente per gli scambi sportivi sino-americani e la cooperazione olimpica. Si sono sparati. Gli Stati Uniti devono comprendere le gravi conseguenze delle loro azioni”, ha detto Zhao.

Le relazioni tra le due superpotenze hanno iniziato a migliorare di recente dopo il mese scorso Vertice virtuale Tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping.

Sebbene l’incontro non abbia compiuto progressi significativi, ha consentito il ritorno a una relazione più costruttiva e stabile, a seguito di una rottura totale nell’ultimo anno dell’amministrazione Trump e della continua ostilità nei confronti dell’amministrazione Biden.

Non ha fornito alcun indizio su quali contromisure stia prendendo in considerazione Pechino, ma la possibilità di ulteriori ritorsioni ora minaccia di destabilizzare nuovamente le relazioni bilaterali.

Rispetto alla risposta rabbiosa del ministero degli Esteri cinese, alcuni diplomatici cinesi e personale dei media statali hanno prestato maggiore attenzione a Twitter – che è stato bloccato in Cina – e i politici americani non sono ancora stati invitati ai giochi.

“I politici che chiedono il boicottaggio delle #2022Olimpiadi di Pechino lo fanno per i propri interessi politici e la propria posizione. L’ha twittato Liu Pengui, portavoce dell’Ambasciata cinese negli Stati Uniti.

Anche Hu Jijin, caporedattore del quotidiano nazionalista Global Times, è intervenuto.

“Perché il clamore? Lascia che sia se i funzionari statunitensi non vengono. La Cina non li ha comunque chiamati”. Lui L’ha twittato. “La maggior parte dei nazisti considererà la loro assenza solo una potente omissione. La maggior parte dei funzionari del governo degli Stati Uniti è in stretto contatto con i pazienti Kovit-19 secondo gli standard cinesi, e sono testardi e ipocriti. Non sei ciò che i residenti di Pechino vogliono vedere”.
Perché Pechino potrebbe rinunciare al boicottaggio delle Olimpiadi invernali?

Sebbene Pechino non sia troppo preoccupata per l’assenza di politici americani, diventerà un grosso grattacapo se l’azione degli Stati Uniti sarà combinata con più paesi. In precedenza, il Regno Unito, il Canada e l’Australia avevano dichiarato che avrebbero preso in considerazione il boicottaggio delle ambasciate.

READ  L'aggiornamento di Assassin's Creed Valhalla migliora la traballante stealth del gioco • Eurogamer.net

Gli attivisti chiedono da tempo il boicottaggio dei Giochi di Pechino per protestare contro le violazioni dei diritti umani da parte della Cina nello Xinjiang e in Tibet e la repressione politica di Hong Kong. Nell’ultimo mese, il silenzio di Pechino sulle accuse di molestie sessuali contro la star del tennis cinese Peng Shuai ha esacerbato tali appelli.

Il boicottaggio diplomatico statunitense è stato accolto con favore dai gruppi per i diritti umani. Human Rights Watch ha affermato che si tratta di “un passo importante nel prendere di mira gli uiguri e altre comunità turche e sfidare i crimini contro l’umanità del governo cinese”.

“Ma questa non dovrebbe essere l’unica azione. Gli Stati Uniti devono ora raddoppiare i propri sforzi con i governi che la pensano allo stesso modo per esplorare modi per responsabilizzare i responsabili di questi crimini e portare giustizia ai sopravvissuti”, ha affermato Sophie Richardson, direttore di Human Diritti, in una nota.

Il potenziale effetto valanga è chiaro nella mente di alcuni diplomatici cinesi. La missione della Cina presso le Nazioni Unite, ad esempio, ha definito la mossa degli Stati Uniti “un riflesso della loro mentalità da Guerra Fredda”.

“L’America vuole politicizzare il gioco, creare divisioni e provocare conflitti. Questo approccio non troverà supporto e fallirà. Li isolerà ulteriormente e si opporrà al corso del tempo e contro la maggioranza. Nazioni e popoli in tutto il mondo”, missione Il portavoce Zhu Zhiqiang ha detto in una nota.

La risposta di Washington ai Giochi invernali di Pechino è stata molto diversa dal suo approccio alle Olimpiadi estive di Pechino 13 anni fa, quando il governo cinese ha dovuto affrontare forti critiche e opposizione alla sua repressione del Tibet.

READ  Zoe Suzo Bethel muore: Miss Alabama muore otto giorni dopo aver riportato ferite orribili in un incidente

Nel 2008, l’allora presidente George W. Bush ha partecipato alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi e ha tifato per gli atleti americani durante i Giochi. Anche suo padre, l’ex presidente George HW Bush, ha partecipato ai Giochi come capitano onorario della squadra americana.

Allie Malloy, Kate Sullivan e Kaitlan Collins della CNN hanno contribuito al rapporto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,430FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles