OItre la provinciaRagusa e Siracusa

Pachino, 38enne ristretto ai domiciliari è nuovamente arrestato dai Carabinieri per evasione

L’uomo che si trovava agli arresti domiciliari per danneggiamento a seguito d’incendio di un esercizio commerciale nonché’ per il danneggiamento all’interno di una chiesa, è stato nuovamente arrestato dai carabinieri per evasione

I Carabinieri della Stazione di Pachino (SR) hanno nuovamente arrestato F.P., netino di 38 anni, appena due giorni fa catturato su ordine dell’Autorità Giudiziaria e ristretto agli arresti domiciliari per aver danneggiato, incendiandolo, un esercizio commerciale di Pachino (SR) e per essersi introdotto all’interno di una Chiesa disturbando la funzione in corso e danneggiando alcuni oggetti sacri.

L’uomo era stato posto agli arresti domiciliari presso una Comunità Terapeutica Assistita (CTA) della provincia di Siracusa, dove avrebbe potuto essere aiutato anche dal punto di vista comportamentale onde evitare di reiterare i suoi comportamenti antisociali e molesti. Tuttavia, dopo appena 24 ore ne era evaso, per far ritorno nel comune di Pachino.(SR), suo luogo d’origine.

I Carabinieri di Pachino (SR), ai quali il soggetto è ovviamente ben noto visti i suoi trascorsi, lo hanno subito riconosciuto quando si sono imbattuti in lui durante un servizio di pattuglia cittadina e non hanno potuto far altro che trarlo nuovamente in arresto, questa volta per evasione. F.P. è stato quindi ricondotto, ancora agli arresti domiciliari, presso la CTA da cui era evaso e la sua posizione è ora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria di Siracusa.

Articoli Correlati

Back to top button
Close