Paige Bueckers guida il Connecticut oltre l'USC fino alle Final Four

PORTLAND, OR – Sei Paige Bueckers, hai appena portato la tua squadra alle Final Four e non riesci a smettere di sentire chiamare il tuo nome. Hai delle foto da scattare. Hai un sacco di persone da abbracciare. A questo punto, sei abituato alle persone che urlano per te, che vogliono qualcosa e che sperano che tu ti prenda un secondo del tuo tempo e lo passi a modo loro.

Tu, 22 anni, sei un'esperta nel bilanciare il desiderio di privacy con le aspettative del mondo del basket femminile. Sei una star, dopo tutto, e le star firmano autografi quando preferiscono fare un bagno nel ghiaccio. Quindi corri attraverso il campo e noti le due ragazze che hanno urlato il tuo nome per quasi 10 minuti. La tua squadra, il Connecticut, aveva appena battuto l'USC, 80-73, al Moda Center lunedì sera nella finale della regione 3 di Portland del torneo NCAA. Ho autografato una maglia rosa di Paige Bueckers, proprio sul numero 5. Ho autografato una maglia rossa dei Chicago Bulls, evitando il numero 23 di Michael Jordan.

Hai autografato una scarpa da ginnastica. Hai firmato una maglietta nera e forse non potrai mai dimostrare di averlo fatto. Una volta che ti muovi, farai muovere anche 13 telecamere e quattro guardie di sicurezza. Le tue statistiche, nella terza vittoria Elite Eight della tua carriera universitaria, erano di 28 punti, 10 rimbalzi, sei assist, tre palle recuperate e due stoppate. Lunedì ho giocato tutti i 40 minuti. Hai giocato tutti i 40 minuti anche sabato, quando tu e la tua squadra avete perso sei titolari per infortuni e avete battuto Duke.

Non c'è da stupirsi che continui a sentire il tuo nome.

“Oggi è stata una delle sensazioni più divertenti che abbia mai provato in vita mia”, ha detto Bueckers in seguito, dopo che gli Huskies hanno sconfitto la stella della matricola e testa di serie della USC JoJo Watkins. “Oggi ho rivisto dov'ero un anno fa, facendo allenamenti individuali, e ricomincio a sentire il basket… Adesso sono qui con i miei compagni e lo staff tecnico e andiamo alla Final Four.

READ  Aggiornamenti LIVE di Chiefs-Bears - Arrowhead Pride

Un anno fa, Bueckers si stava ancora riprendendo da una rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, il suo secondo grave infortunio in circa otto mesi. Ho visto Kaitlyn Clark e Angel Reyes competere per il campionato nazionale, e sono stati messi da parte quando il gioco femminile è esploso. Ma ora affronterà Clark e Iowa a Cleveland venerdì. Nell'altra semifinale giocheranno la Carolina del Sud e lo Stato della Carolina del Nord. Terzo seme U-Conn. Vedremo fin dove potrà arrivare questa corsa miracolosa.

E lunedì Bueckers, Aliyah Edwards e Nika Mohl non si sono mai seduti, anche dopo che Mohl ha commesso il suo quarto fallo del terzo quarto. Senza così tanti contributori, gli Huskies non possono permettersi il lusso di riposarsi molto. Edwards, attaccante senior, ha chiuso con 24 punti. Quando Muhl commise il suo quarto fallo, Geno Auriemma, il 70enne allenatore degli Huskies, appoggiò i gomiti sul tavolo degli ufficiali di campo e chiuse gli occhi. Tredici minuti al record della sua 23esima Final Four. Gli Huskies erano in testa a nove.

Ma Muhl non era il solo nei guai. Anche la guardia matricola KK Arnold ne aveva quattro.

“Mi sono detto che non avrei commesso un errore”, ha detto Muhl, una guardia anziana. “Ma non mi ero detto che non ne avrei avuti quattro.”

Sapendo di non poter perdere Muhl, Auriemma ha cambiato Bueckers con Watkins, che ha chiuso con 29 punti (e 10 rimbalzi) e ha battuto il record di punteggio di una sola stagione NCAA per una matricola. Tuttavia, fin dall'inizio, proteggere Watkins e il playmaker Mackenzie Forbes è stato un lavoro di squadra completo. Watkins ha notato come, ogni volta che guidava, si sentiva come se ci fosse un altro U-Conn. Le armi stanno arrivando. Gli Huskies si scambiavano costantemente e circondavano i marcatori dei Trojan attorno agli schermi delle palle.

READ  I 49ers elevano Curtis Robinson dalla squadra di allenamento dopo l'infortunio di Dre Greenlaw - NBC Sports Bay Area e California

Nel mezzo di quello sforzo, Bueckers ha combattuto contro gli anziani dell'USC, poi contro Watkins, poi contro chiunque avesse bisogno di Auriemma. Come matricola nel 2021, dopo aver vinto il premio di Giocatore dell'anno, ha guadagnato l'U-Conn. Verso le Final Four. Al secondo anno, guidò gli Huskies alla partita del campionato nazionale, perdendo contro la Carolina del Sud. E qui, dall'altra parte degli infortuni consecutivi al ginocchio, è a due vittorie di distanza da ciò che è sfuggito agli Huskies dal 2016.

“È basket”, ha detto la guardia matricola Ashlyn Shedd. “Incarna la grandezza ogni volta che mette piede in campo.”

“Poiché ogni bambino ha questo, so che c'è la paura di: 'E se non posso?'”, ha detto Auriemma lunedì sera. “Chiunque ti dica che non c'è, sta mentendo, okay? Ma i grandi… se lo mettono in mente e vanno a fare quello che fanno. Abbiamo avuto delle cose fantastiche sul Monte Rushmore. Non so se riusciremo a inserirli tutti, sai? “Ma tutto ciò che devi fare è vincere il campionato nazionale.”

Nel profondo del quarto trimestre, come U-Conn. Bueckers si allontanò, divise una doppia squadra, inchiodò un floater, quindi corse immediatamente per affrontare la guardia Watkins. Durante la pausa stampa della USC, in qualche modo stava tenendo d'occhio Auriemma, ricevendo la successiva chiamata di gioco. Quando gli Huskies vinsero, lei fu la prima giocatrice a ritirarsi dalla celebrazione e ad unirsi alla linea della stretta di mano.

La sua mente sembra essere piena di tutte le possibilità sul campo da basket. Viene elaborato a velocità di curvatura.

Ma dopo aver aderito a quelle ragazze urlanti, tu, Paige Bakers, ti stai concedendo un piccolo regalo. Fai un respiro profondo. Poi dall'altra parte del campo, più tifosi in attesa, più persone che implorano la tua attenzione, scarabocchi un altro giro di firme. Puoi prendere l'iPhone di qualcuno e farti un selfie.

READ  Coco Gauff oscilla e poi ruba la scena agli US Open

Sopra il tunnel, un giovane adolescente grida: “Paige! Guardami! Per favore, guardami!”

All'interno del tunnel potrete finalmente rilassarvi.

Davanti a te, sulla strada per gli spogliatoi, vedi Andrea Huddy, il direttore delle prestazioni atletiche degli Huskies. Con solo otto giocatori che beneficiano di borse di studio sanitarie, è Felpa con cappuccio che aiuta a mantenere tutti attivi. Quindi saltò con il corvo, sospesa in aria, prima di colpire il culo di Hoody. La felpa con cappuccio grida. Ti sei guardato alle spalle, un grande sorriso sul viso.

Una volta che vi sarete uniti ai vostri compagni di squadra, vi preparerete tutti ad affogare Auriemma con le vostre borracce. Quando lo fa, alcune macchie schizzano sul trofeo del Campione dell'Area di Portland nell'angolo, e si deposita lì accanto al frigorifero. Ovviamente nessuno vuole rovinarlo, anche se prima i tuoi compagni di squadra hanno lasciato cadere il trofeo sul campo accanto alla panchina degli Huskies. Sperate tutti di vincere presto un premio più grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto