Cronaca

Partinico, spaccio e prostituzione all’area Lo Baido. La denuncia di Nanni Noto

Già negli scorsi anni Noto aveva denunciato lo stato di degrado dell'area divenuta nuovamente "zona franca" per l'illecito cittadino

Questa mattina sono stati rinvenuti diversi rifiuti all’intern dell’ex Arena Lo baido di Partinico. A denunciarlo è l’esponente di Rifondazione Comunista Nanni Noto che da 12 anni si occupa della cura del piccolo “polmone verde” cittadino.

Negli ultimi anni Noto ha inviato diverse lettere per denunciare lo stato di abbandono e degrado dell’area, missive indirizzate dapprima al sindaco dimissionario Maurizio De Luca ed in seguito al Commissario Rosario Arena ed alla Commissione Straordinaria attualmente in carica.

Nessuna risposta concreta è però stata ottenuta, fatta eccezione per qualche sparuta intensificazione dei controlli che, tuttavia, non è stata perpetrata nel tempo dando modo ai vandali di tornare in possesso di quel territorio.

Amaro il commento del militante comunista che evidenzia come l’allentamento dei controlli sia coinciso con un aumento del degrado all’interno dell’ex Arena: «Mi piacerebbe chiamare questo luogo “Arena Solidale”, questo è l’unico spazio verde in città ma è troppo degradato – commenta Noto – stamane ho trovato un cumulo di immondizie mai viste, la zona è ormai un’area di degrado, spaccio e prostituzione. Chiedo maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, dopo la nostra prima denuncia la situazione sembrava essere migliorata ma adesso tutto si è allentato e questi sono i risultati.»

La denuncia di Nanni Noto ai microfoni de “Il Tarlo”

Articoli Correlati

Back to top button
Close