PoliticaTrappeto

Trappeto, Salvo Randazzo sull’intitolazione delle vie ai partigiani: “Ci faremo sentire in consiglio comunale”

Il consigliere di minoranza affida ad una nota il rammarico per una toponomastica già approvata durante la precedente sindacatura e mandata in soffitta dalla nuova maggioranza cittadina

E’ di qualche giorno fa l’intervento del consigliere di minoranza Salvatore Randazzo che riprende quanto gridato ad alta voce dal vicepresidente nazionale dell’ANPI Ottavio Terranova a chiusura della camminata antifascista dello scorso 19 gennaio. Randazzo ricorda la risposta avuta dal sindaco Santo Cosentino poco dopo il suo insediamento, correva l’anno 2017.

«Pensavo – scrive il consigliere di minoranza – a quando l’attuale amministrazione comunale (nella persona di Santo Cosentino Sindaco) appena insediatasi nel 2017 rispose all’interrogazione sulla delibera toponomastica con la quale il mio gruppo consiliare aveva chiesto se avessero l’intenzione di portarla a compimento con l’intitolazione delle vie a uomini di cultura, della società civile, dell’impegno sociale, che si sono caratterizzati nella vita per meriti sportivi, artistici e di lotta al nazifascismo (tre fratelli partigiani di Trappeto). Rispose che la loro “è un’altra amministrazione e che hanno facoltà di cambiare o scegliere altri nomi per le vie di Trappeto” mandando in soffitta di fatto una delibera toponomastica il cui iter era in stato di avanzamento presso la Prefettura. Che dire oggi? In effetti la loro è “un’altra amministrazione”. Ci rifaremo sentire in consiglio comunale sulle questioni che danno valore alla nostra repubblica democratica d’Italia.».

L’allusione di Randazzo alla nuova toponomastica studiata durante la precedente amministrazione cittadina è chiara. Il consigliere promette battaglia in Consiglio Comunale anche su una questione – quella dell’intitolazione di una via a tre partigiani trappetesi Collica, Orlando e Sanfilippo – che è stata ampiamente dibattuta e chiesta a gran voce proprio da Terranova dinanzi il palazzo comunale.

Leggi tutto l'articolo

Articoli Correlati

Back to top button
Close