Liccate a SardaTrappeto

Trappeto. Seconda stella a Destra, questo è il cammino: tre consiglieri e un assessore aderiscono a Fratelli d’Italia

Dopo la migrazione massiva di sindaco e assessori a Forza Italia, arriva l'adesione a Fratelli d'Italia dell'assessore Bologna e dei consiglieri Billitteri, Cosentino e Francoforte


Seconda stella a Destra, questo è il cammino e poi dritti fino a un nuovo Cosentino? Scomodiamo, certo non senza mille sentite scuse alla sua poetica, niente meno che Edoardo Bennato per raccontare di come la maggioranza trappetese guidata da Santo Cosentino abbia scelto di schierarsi pubblicamente al fianco della coalizione del centro-destra regionale. Decisioni che dicono molto circa l’ambizione del sindaco ad un secondo mandato e la necessità di dover essere persuasivo verso le “grandi famiglie” che a Trappeto muovono i voti del centro-destra in tempi di Regionali e Nazionali.

Dopo la confluenza a Forza Italia di sindaco, vicesindaco ed alcuni tra assessori e consiglieri comunali arriva l’adesione a Fratelli d’Italia del resto della truppa, nello specifico a salire sulla carrozza di Giorgia Meloni sono l’assessore Emanuele Bologna ed i consiglieri comunali Tommaso Billitteri, Mimma Cosentino e Salvatore Francoforte che si uniscono alla già meloniana Francesca La Corte.

Un quadro delineato che, di fatto, chiude i conti con la passata lista civica “Noi per Trappeto” che permise a Cosentino di vincere le elezioni del 2017. Dietro questa convergenza, verosimilmente, si celano ben più ampie manovre finalizzate a captare finanziamenti per il comune marinaro, questo sembra trasparire analizzando la location – il plesso sportivo “Salvatore Militello” – che fa da sfondo ai nuovi Fratelli d’Italia, all’assessore regionale a Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina e coordinatore provinciale Raoul Russo.

Potrebbe dunque arrivare il tanto atteso finanziamento per il rifacimento del campo sportivo di Trappeto? La notizia è nell’aria e voci ben informate parlano di un risultato ormai raggiunto e che darebbe a Cosentino un altro importante elemento per chiedere il rinnovo del consenso alle Comunali del 2022.

Ma la decisione della maggioranza si impresta anche a visioni prettamente numeriche e strumentali in funzione alla prossima campagna elettorale, il sindaco ed i suoi falchi sono consci, infatti, di quanto ardua sia stata la vittoria su Cutrò e Vitale alle scorse amministrative e di come Cosentino – di fatto – non sia riuscito a convincere gli elettori dei suoi consiglieri raccogliendo circa 400 preferenze in meno rispetto alla lista a suo sostegno. L’adesione al centro-destra regionale puo’ dunque essere vista come un tentativo di fare campagna acquisti tra le famiglie che a Trappeto votano compattamente a Destra? A circa un anno e mezzo dalle elezioni è lecito porsi domande del genere consci che gli esclusi del 2017 stanno già affilando le armi per tornare con una figura che possa essere una buona sintesi tra tutti ed i falchi del sindaco sono ben consci che in un confronto con un solo avversario politico sostenuto dall’elettorato forte di Trappeto ci sarebbero ben poche possibilità di spuntarla.

Santino guarda a Destra e a Destra guardano in Regione, potremmo chiosare molestando il capolavoro di De Gregori, di certo però i risultati in casa Cosentino sembrano arrivare e quale che sia lo sfidante alle prossime elezioni dovrà fare i conti con un’agguerrita e ben oleata squadra che al netto dell’ironia sta facendo della compattezza la colonna portante della sua tenuta.

Articoli Correlati

Back to top button
Close