Un incendio boschivo fuori Atene mentre centinaia di incendi devastano la Grecia

  • Ministro: Da venerdì sono scoppiati più di 350 incendi
  • Gli incendi costringono centinaia di persone all’evacuazione
  • Un incendio vicino ad Atene brucia automobili, case e fabbriche

ATENE, 23 agosto (Reuters) – I vigili del fuoco greci, sostenuti da aerei, hanno combattuto un incendio che ha infuriato mercoledì fuori Atene per il secondo giorno, uno delle centinaia che hanno devastato il paese dove questa settimana gli incendi hanno già ucciso 20 persone.

Diverse centinaia di persone sono fuggite dalle loro case in tutto il Paese da quando sabato sono scoppiati gli incendi nel nord della Grecia, alimentati dal caldo e dai forti venti nella seconda grande epidemia estiva.

Il ministro per la crisi climatica e la protezione civile, Vassilis Kikilias, ha affermato che da venerdì sono scoppiati 355 incendi boschivi, di cui 209 nelle ultime 48 ore. Ha aggiunto che le squadre dei vigili del fuoco stanno facendo “sforzi straordinari” per contenerli.

I vigili del fuoco hanno avvertito della possibilità di nuovi incendi e il loro portavoce, Ioannis Artopios, ha affermato che le condizioni rimangono “difficili e in alcuni casi molto gravi”.

A circa 20 km a nord di Atene, più di 200 vigili del fuoco sostenuti da volontari insieme a 65 veicoli e 15 aerei, alcuni inviati dalla Svezia e dalla Germania, hanno combattuto un incendio scoppiato martedì mattina vicino al villaggio di Fili, ai piedi delle montagne di Atene. Monte Parnitha e si diffuse verso la città di Manidi.

La capitale è stata avvolta nel fumo e nella cenere da quando è scoppiato l’incendio martedì.

Mercoledì, circa 150 persone erano state evacuate in autobus da tre case di cura a Menide verso alberghi o altre strutture assistenziali.

READ  Pence dice ai donatori del GOP che il partito "non ha posto in questo partito per scusarsi per Putin", in contrasto con Trump

La polizia ha ordinato agli altri residenti di andarsene mentre un elicottero dei vigili del fuoco volava sopra la zona e gettava acqua sulle fiamme.

Uno dei volontari ha portato un’icona della Vergine Maria da un monastero in fiamme, e il suo cortile è diventato nero e coperto di cenere, mentre gli agenti di polizia hanno rapidamente rimosso grandi bombole di gas dall’edificio.

“Il fuoco si è spento per mezz’ora… ma con questo vento molto forte, sarebbe divampato e poi si sarebbe spento di nuovo”, ha detto a Reuters Dimitris Arminis, 60 anni.

Un funzionario del ministero dell’immigrazione ha detto che circa 700 migranti trattenuti nella vicina struttura di Amygdalisa sono stati evacuati in un altro campo.

L’incendio ha causato distruzione e bruciato case e automobili a Filadelfia, costringendo i residenti a fuggire a piedi, mentre alcuni si coprivano il volto con i vestiti a causa del fumo.

I volontari hanno caricato le pecore nei box delle auto per salvarle.

L’estate peggiore per gli incendi

Nella regione settentrionale di Evros, al confine con la Turchia, gli incendi divampano da ormai il quinto giorno.

Martedì i soccorritori hanno scoperto 18 corpi bruciati, ritenuti essere migranti, in un’area vicino alla foresta di Dadia, una via comune per le persone provenienti dal Medio Oriente e dall’Asia che cercano di entrare nell’Unione europea.

Nella vicina città portuale di Alessandropoli, decine di pazienti ospedalieri, alcuni in barella e altri con flebo, sono stati evacuati su un traghetto.

READ  Parenti degli ostaggi israeliani arrestati durante la protesta mentre i colloqui a Gaza falliscono

Un’immagine satellitare trasmessa dalla televisione statale ha mostrato il fumo degli incendi di Evros che si diffondeva attraverso il paese fino alle Isole Ionie nel nord-ovest, non lontano dall’Italia.

Gli incendi estivi sono comuni in Grecia, ma quest’anno sono stati esacerbati da un clima insolitamente caldo, secco e ventoso che gli scienziati collegano ai cambiamenti climatici.

“Questa estate è la peggiore da quando si sono cominciati a raccogliere i dati meteorologici”, ha detto Kikilias.

A luglio, decine di migliaia di turisti stranieri sono stati evacuati dall’isola di Rodi, dove un incendio ha infuriato per una settimana, bruciando hotel e resort, nonché aree di terreno.

“Nei miei 32 anni di servizio, non ho mai dovuto affrontare condizioni così gravi”, ha detto il capo dei vigili del fuoco Giorgos Bornaras in una conferenza stampa.

(Reporting di Carolina Tagaris e Lefteris Papadimas ad Atene; Reporting di Jaafar per The Arabic Bulletin) Alexandros Avramidis, Vidia Grulovic a Evros, scritti di Carolina Tagaris; Montaggio di Edmund Blair e John Stonestreet

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto