Zendaya spiega perché la tuta robotica virale di Mugler è stata una “cattiva idea”

Zendaya ha creato uno dei suoi momenti più iconici sul tappeto rosso fino ad oggi Dune di sabbia: seconda parte tour stampa, ma secondo la star, quasi non è successo.

In un nuovo video per La rivista Vogue'S Serie “La vita negli sguardi”.L'attrice 26enne ha condiviso la storia dietro la sua tuta robotica Mugler del 1995 alla première del film il 15 febbraio a Londra.

Quando ha avuto l'idea per la prima volta, era completamente impegnata a realizzarla, anche se il suo parrucchiere, Lou Roach, non era convinto. “Mi ha detto, 'Dici sul serio? Non giocare con me! Non farmi iniziare qualcosa e non farmi fare questo, altrimenti andrai nel panico all'ultimo minuto e sarai troppo spaventato per indossarlo.' Zendaya ha ricordato.

I due sono riusciti a mettere le mani sul modello d'archivio e uno degli uomini che hanno realizzato l'abito negli anni '90 ha assistito alla prova e l'armatura “calza come un guanto”. .

Zendaya mostra le sue guance indossando una tuta da robot Mugler nel 1995.

Mike Marsland/WireImage; Samir Hussein/WireImage


Prima della grande rivelazione, Zendaya iniziò a pensare che fosse una “cattiva idea”. Ha avuto alcune complicazioni quando finalmente è caduta sul tappeto.

“Subito dopo averlo indossato per 10 minuti o meno, ho avuto delle vertigini. Il metallo conduce il calore, lo trattiene molto rapidamente e lo intrappola. Indosso una tuta intera. C'è una barriera, quindi in realtà hai uno strato di materiale sopra la tua pelle”, ha spiegato Zendaya. Ma l'ho indossato, sono andato là fuori e l'ho fatto.”

Non è rimasta a lungo nell'aggeggio di metallo e in seguito si è trasformata in un abito Mugler nero con collo ad anello, orecchini Bulgari vintage e un anello con smeraldi.

Non perdere mai una storia: iscriviti Newsletter quotidiana gratuita delle persone Per rimanere aggiornato sul meglio di ciò che PEOPLE ha da offrire, dalle notizie sulle celebrità alle avvincenti storie di interesse umano.

Zendaya nel suo secondo look Mugler alla première di “Dune:Part Two” il 15 febbraio a Londra.

Samir Hussein/WireImage


Mentre lei Dune di sabbia Quell'era è giunta al termine e la star vincitrice del Golden Globe continua a tenere i fan sulle spine. Unito Dipartimento Stampa. Finora, il guardaroba comprende sette diversi look ispirati al tennis – comprese le leggendarie scarpe da tennis – e due importanti cambiamenti di capelli.

Mark Piasecki/WireImage; James Gurley/Getty; Vittorio Zunino Celotto/Getty


Tutto questo sta solo fissando il livello di ciò che verrà dal look del Met Gala 2024 di Zendaya, che sarà sicuramente ispirato al codice di abbigliamento “The Garden of Time” di quest'anno. Nella sua prima apparizione alla serata più importante della moda dal 2019, sarà una delle quattro celebrità co-presidenti, tra cui Jennifer Lopez, Chris Hemsworth e Bad Bunny.

READ  Millie Bobby Brown risponde ai commenti sulla perdita del suo accento britannico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto