BalestratePolitica

Balestrate, mozione revoca Presidente Consiglio Comunale: l’opposizione sospende proposta di deliberazione

I consiglieri comunali Giuseppe Cavataio, Piera Chiarenza, Giuseppe Curcurù, Guido De Amicis, Tonino Palazzolo: “Pensiamo a costruire per la nostra comunità. Al Presidente del Consiglio penseremo dopo. I balestratesi sono la nostra priorità”


I consiglieri comunali del Comune di Balestrate, Giuseppe Cavataio, Piera Chiarenza, Giuseppe Curcurù, Guido De Amicis e Tonino Palazzolo attraverso una nota stampa hanno comunicato di aver deciso di sospendere la proposta di deliberazione in merito alla mozione di revoca del Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Vitale, già presentata in Consiglio e ritirata per una sua migliore definizione.


“Pensiamo a costruire per la nostra comunità. Al Presidente del Consiglio penseremo dopo. I balestratesi sono la nostra priorità – dicono i consiglieri comunali –  I consiglieri comunali dei gruppi di opposizione, dopo una attenta analisi e un confronto costruttivo interno sulla mozione di revoca del Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Vitale, già presentata in Consiglio e ritirata per una sua migliore definizione, hanno deciso di sospendere la proposta di deliberazione. In questo periodo complicato di emergenza sanitaria e sociale la politica deve dare risposte ai cittadini; deve trovare soluzioni alle loro richieste, deve farsi promotrice di percorsi fattivi che contribuiscano al benessere individuale e alla serenità sociale”.


“Per questo motivo i gruppi di opposizione lavoreranno su una serie di proposte di deliberazioni da sottoporre all’Amministrazione Rizzo, che anche in questo periodo si sta caratterizzando per una assenza di progettualità e di vero interesse per la comunità che amministra. Se alla difficoltà di gestione della “cosa pubblica”, determinata dalla complicata situazione che si sta vivendo, si aggiunge una superficialità amministrativa e politica dell’attuale maggioranza, la soluzione ad alcuni problemi risulta difficile da realizzarsi. In questa direzione, per il bene della nostra comunità che siamo chiamati a rappresentare, anziché portare in Consiglio, la faziosità del Presidente del Consiglio ed evidenziare la sua condotta limitativa e irrispettosa verso l’istituzione consiliare e i diritti delle opposizioni, preferiamo canalizzare il nostro impegno verso azioni concrete in favore dei più piccoli della nostra comunità; in favore del diritto allo studio, primario per la crescita di un paese; in favore degli operatori economici”, lo dicono i consiglieri Cavataio, Chiarenza, Curcurù, De Amicis e Palazzolo, che concludono: “La nostra azione avrà come metodo il coinvolgimento e la partecipazione; la politica è affare dei cittadini ed è con loro che vanno affrontate alcune questioni. Non rimarremo sordi alle richieste dei balestratesi che oggi, ancor di più, sono lasciati soli e senza soluzioni dall’Amministrazione Rizzo”

Articoli Correlati

Back to top button
Close