Blinken sta muovendo alcune delle più forti critiche pubbliche americane alla condotta di Israele nella guerra a Gaza

Rehoboth Beach, Del. (AP) – Domenica il segretario di Stato Antony Blinken ha espresso alcune delle critiche pubbliche più forti finora rivolte all’amministrazione Biden nei confronti Il comportamento di Israele Seguace La guerra a GazaHa detto che le tattiche israeliane comportano “un’enorme perdita di vite civili innocenti” ma non sono riuscite a neutralizzare i leader e i combattenti di Hamas e potrebbero portare a un’insurrezione permanente.

In due interviste televisive, Blinken ha sottolineato che gli Stati Uniti credono che le forze israeliane dovrebbero “uscire da Gaza”, ma stanno anche aspettando di vedere piani credibili da parte di Israele per la sicurezza e il governo nella regione dopo la guerra.

Blinken ha detto che Hamas è ricomparso in alcune parti di Gaza e che le “operazioni intensive” portate avanti dalle forze israeliane nella Striscia La città di Rafah nel sud Rischia di lasciare il più stretto alleato dell’America in Medio Oriente “con in mano il sacco della ribellione permanente”.

Ha detto che gli Stati Uniti hanno lavorato con i paesi arabi e altri per settimane per sviluppare “piani credibili per la sicurezza, la governance e la ricostruzione” a Gaza, ma “non abbiamo visto questo arrivare da Israele”. …Dobbiamo vedere anche questo.”

Blinken ha anche detto che mentre Israele si spinge più in profondità a Rafah, nel sud, dove secondo Israele Hamas ha quattro brigate e dove sono radunati più di un milione di civili, l’operazione militare potrebbe “ottenere qualche successo iniziale” ma rischia di “seri danni” alla popolazione. senza risolvere il problema. “Ciò che entrambi vogliamo risolvere è garantire che Hamas non possa governare nuovamente Gaza”.

READ  Nazanin Zaghari-Ratcliffe "torna a casa" nel Regno Unito dopo 6 anni di detenzione in Iran, afferma il legislatore britannico

Ha detto che la condotta di Israele nella guerra ha messo il paese “su una strada probabile per ereditare un’insurrezione con molti militanti di Hamas rimasti, o, se si ritira, un vuoto caotico che Hamas potrebbe riempire nuovamente”. . Abbiamo parlato con loro di un modo molto migliore per ottenere un risultato permanente e una sicurezza duratura.

Anche Blinken ha fatto eco pubblicamente per la prima volta a questo da un funzionario americano Risultati del nuovo rapporto dell’amministrazione Biden Venerdì le Nazioni Unite hanno dichiarato al Congresso che l’uso da parte di Israele di armi fornite dagli Stati Uniti a Gaza probabilmente viola il diritto umanitario internazionale. Il rapporto afferma anche che le condizioni del tempo di guerra hanno impedito ai funzionari statunitensi di determinarlo con certezza in specifici attacchi aerei.

“Quando si è trattato dell’uso delle armi e delle preoccupazioni per gli incidenti che hanno causato danni totali a bambini, donne e uomini, era ragionevole valutare che, in alcuni casi, Israele aveva agito in modi incompatibili con il diritto umanitario internazionale”, Blinken ha detto, sottolineando che “la perdita è un’enorme perdita per la vita di civili innocenti”.

Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, in una telefonata domenica con il suo omologo israeliano, Tzachi Hanegbi, ha espresso preoccupazione per un’operazione militare di terra a Rafah e ha discusso “corsi d’azione alternativi” che assicurerebbero la sconfitta di Hamas “ovunque a Gaza”, ha detto. Al riassunto della conversazione della Casa Bianca. La Casa Bianca ha affermato che Hanegbi “ha confermato che Israele tiene conto delle preoccupazioni americane”.

La guerra è iniziata il 7 ottobre dopo un attacco di Hamas contro Israele, che ha portato all’uccisione di 1.200 persone, la maggior parte delle quali civili. Furono prese in ostaggio circa 250 persone. Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, l’attacco israeliano ha provocato la morte di oltre 35.000 palestinesi, la maggior parte dei quali donne e bambini.

READ  Per la prima volta il Canada prevede di porre limiti ai flussi di residenti temporanei

Funzionari americani e delle Nazioni Unite affermano che le restrizioni israeliane sulle spedizioni di cibo dal 7 ottobre hanno portato alla completa carestia nel nord di Gaza.

Ci sono crescenti tensioni tra Biden e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu su come gestire la guerra, così come tensioni interne sul sostegno degli Stati Uniti a Israele, con proteste nei campus universitari statunitensi e molti legislatori repubblicani che affermano che Biden deve dare a Israele tutto ciò di cui ha bisogno. . Questa questione potrebbe svolgere un ruolo importante nei risultati delle elezioni presidenziali di novembre.

Biden ha dichiarato in un’intervista della scorsa settimana alla CNN che la sua amministrazione non avrebbe fornito armi che Israele potesse utilizzare per lanciare un attacco globale a Rafah.

Blinken è apparso in “Face the Nation” della CBS e in “Meet the Press” della NBC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto