Chiudere l’ambasciata americana a Kiev e trasferire i restanti diplomatici in Occidente tra i timori di un’invasione russa

“Ho ordinato queste misure per un motivo – la sicurezza dei nostri dipendenti – e invitiamo vivamente tutti i cittadini statunitensi rimasti in Ucraina a lasciare immediatamente il Paese”, ha affermato Blinken in una nota.

Le mosse arrivano giorni dopo gli Stati Uniti L’ordine della grande maggioranza dei dipendenti del governo degli Stati Uniti di lasciare il paese e ha annunciato la sospensione dei servizi consolari presso l’ambasciata degli Stati Uniti a partire da domenica tra i timori di un’imminente invasione russa, anche se i funzionari statunitensi affermano di rimanere impegnati a cercare di trovare un risultato diplomatico.

Sebbene Mosca abbia dichiarato di essere aperta ai negoziati, lunedì il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha osservato che “non ci è chiaro se la Russia sia interessata a perseguire un percorso diplomatico piuttosto che usare la forza”.

Una fonte che ha familiarità con la questione ha detto alla CNN che un attacco russo all’Ucraina questa settimana sarebbe più probabile. La fonte ha osservato che se la Russia non fa un passo questa settimana, ciò non significa necessariamente che non accadrà: la Russia può mantenere la sua attuale posizione di potere per qualche tempo.

Putin può chiudere il rubinetto del gas in Europa.  Questa è la soluzione

Price ha affermato che la decisione di trasferire tutti i diplomatici rimasti da Kiev nell’Ucraina occidentale è stata presa perché il Dipartimento di Stato ha ritenuto “assolutamente necessario” a causa della “ovvia possibilità, forse la più realistica in assoluto, che la Russia deciderà di andare avanti con l’azione militare .”

“Basiamo la nostra valutazione su ciò che vediamo sul campo con i nostri occhi, che è un continuo e ingiustificato rinforzo russo ai confini dell’Ucraina e non ci sono prove di accompagnamento di una riduzione dell’escalation”, ha affermato in una conferenza stampa al Dipartimento di Stato. Ministero, osservando che il sito di Lviv “fornisce un grado di protezione che potrebbe non essere goduto da altri luoghi in Ucraina”.

READ  Bombardamento Mariupol: prima e dopo le immagini satellitari mostrano la distruzione nella città dell'Ucraina | Russia

C’è stata “molta un’attenta pianificazione che è andata allo ‘spostamento dell’ambasciata’ e come prova di ciò, ad esempio, non abbiamo dovuto distruggere alcun passaporto valido”, ha detto Price.

“Abbiamo preso precauzioni prudenti quando si tratta di documenti sensibili, apparecchiature sensibili, ma non possiamo fornire molti dettagli lì”, ha affermato.

Un alto funzionario del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato sabato che i diplomatici statunitensi si sono sbarazzati delle informazioni riservate negli ultimi giorni in preparazione al ritiro dell’ambasciata.

Price ha osservato che se il presidente russo Vladimir Putin decidesse di invadere l’Ucraina, “ci sarebbe una diffusa sofferenza umana”.

Funzionari statunitensi hanno ripetutamente invitato i cittadini statunitensi a lasciare immediatamente l’Ucraina, avvertendo che un’invasione russa potrebbe arrivare in qualsiasi momento, anche questa settimana.

“Quello che stiamo cercando di fare pubblicamente è essere trasparenti con i cittadini americani sul fatto che dovrebbero lasciare l’Ucraina immediatamente, perché non ci sarà un’evacuazione militare in caso di invasione”, ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan alla CNN’s State of l’Unione. ” Domenica.

intenzione di tornare

Price ha detto che la polizia della Guardia nazionale ucraina farà la guardia all’ambasciata degli Stati Uniti a Kiev, aggiungendo: “Abbiamo certamente intenzione di tornare in quell’ambasciata a Kiev non appena sarà sicuro per noi farlo”. Price ha affermato che il personale trasferito a Leopoli include la squadra diplomatica “centrale”, inclusa l’incaricata d’affari Christina Kvyan, e “rimarrà in contatto con il governo ucraino per coordinare gli sforzi diplomatici”.

La fonte familiare ha detto alla CNN di ritenere che il divario tra Stati Uniti e Ucraina sulla possibilità di un attacco russo si stesse riducendo: l’Ucraina era scettica sul fatto che un’invasione del genere fosse imminente, ma nelle conversazioni private erano più concentrati sull’esprimere preoccupazioni su come Avvertimenti USA su La conquista di esso a livello locale, politico ed economico.

READ  I futures di Wall Street ed Euro salgono sulle speranze del vertice Biden-Putin

Blinkin ha parlato lunedì con il suo omologo ucraino Dmytro Kuleba – la loro seconda conversazione in pochi giorni – e ha sottolineato “l’impegno degli Stati Uniti e dei loro alleati per la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, inclusa la sua stabilità economica e finanziaria”. I due hanno discusso del supporto finanziario totale, secondo KEV, e l’amministrazione Biden sta valutando la possibilità di fornire fino a $ 1 miliardo di garanzie sui prestiti all’Ucraina tra i timori di una possibile invasione russa, hanno affermato più fonti informate.

La Russia ha circondato l'Ucraina da tre lati.  Ecco dove può essere lanciata un'invasione

Negli ultimi giorni anche gli Stati Uniti hanno intrattenuto colloqui con Mosca. Blinkin ha parlato con il ministro degli Esteri Sergei Lavrov prima della chiamata del presidente Joe Biden con Putin.

“Durante la nostra chiamata, il ministro degli Esteri Lavrov ha affermato che i russi stanno lavorando a una risposta al documento che abbiamo inviato a Mosca più di due settimane fa, suggerendo aree specifiche di discussione”, ha detto Blinkin sabato, aggiungendo che “resta da vedere se lo seguiranno, ma se lo faranno. “Saremo pronti a trattare con i nostri alleati e partner”.

Lunedì scorso, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto al corrispondente della CNN Friedrich Bletgen che Putin è “pronto a negoziare”, affermando che la crisi ucraina è solo una parte delle più grandi preoccupazioni per la sicurezza della Russia.

Oggi, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto a Putin di aver visto una “opportunità” per un dialogo diplomatico con l’Occidente sulle preoccupazioni per la sicurezza della Russia, dicendo di aver raccomandato di continuare tali sforzi.

A partire da lunedì, ha detto Price, gli Stati Uniti non hanno ancora ricevuto questa risposta da Mosca, “e affinché funzioni, deve avvenire anche nel contesto della de-escalation, e non è qualcosa che stiamo facendo. Tu’ ho visto finora.”

READ  Crisi Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Questa storia è stata aggiornata lunedì con ulteriori rapporti.

Natasha Bertrand e Friedrich Bletgen della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,502FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles