Gli ospedali di Ascension Wisconsin sono stati colpiti da un attacco informatico, interrompendo le cure

Mercoledì, gli ospedali Ascension nel Wisconsin e in tutti gli Stati Uniti sono stati colpiti da un attacco informatico che ha interferito con la loro rete informatica e ha portato a gravi interruzioni nella cura dei pazienti che sono continuate fino a giovedì.

L’attacco informatico ha portato alla cancellazione di appuntamenti, ritardi nelle cure e confusione negli ospedali e nelle strutture sanitarie di Ascension nel Wisconsin e in tutto il paese.

Gli operatori sanitari dei siti di Ascension Wisconsin hanno riferito di non essere in grado di accedere a Epic, un importante sistema di cartelle cliniche per archiviare le informazioni mediche dei pazienti e gestirne le cure. Questa interruzione significa che medici e infermieri non possono vedere le storie mediche dei pazienti o altre informazioni sui pazienti, non possono comunicare come prima tra i reparti ospedalieri e hanno una capacità limitata di vedere i precedenti esami dei pazienti o i risultati dei test. Secondo gli operatori sanitari, devono utilizzare documenti cartacei per monitorare le condizioni del paziente, ordinare procedure e scrivere prescrizioni.

Secondo quanto riferito, alcuni pazienti non sono stati in grado di utilizzare MyChart, una piattaforma online che consente ai pazienti di fissare appuntamenti, controllare i risultati di laboratorio e parlare con il proprio medico.

“Questa è una situazione di crisi”, ha detto Tracy Schwerdtfeger, un’infermiera professionale presso l’Ascension St. Francis Hospital nella parte sud di Milwaukee e un funzionario del sindacato che rappresenta gli operatori sanitari lì. “In realtà sembra paralizzare molte delle cose che dobbiamo fare.”

Non è chiaro quando la situazione potrà essere risolta.

L’azienda ha affermato che sta lavorando per risolvere il problema

In un’e-mail ottenuta dal Journal Sentinel insieme a un messaggio del CEO di Ascension Joseph Impicciche agli operatori sanitari, ha affermato che Ascension sta lavorando “hard per risolvere i problemi il più rapidamente possibile”.

READ  Lo straordinario impatto economico della diaspora indiana

“Non è chiaro quanto tempo ci vorrà per riportare tutti i sistemi in carreggiata”, si legge nella lettera di Impicciche.

L’e-mail indirizzava inoltre gli operatori sanitari a “prepararsi e agire come se questo periodo di inattività continuasse nel prossimo futuro”.

In un comunicato pubblicato sul suo sitoAscension ha dichiarato di aver rilevato mercoledì “attività insolita su determinati sistemi di rete tecnologici”, che è stata successivamente definita un “evento di sicurezza informatica”. Non è chiaro di che tipo di attacco si tratti e se sia coinvolto un ransomware.

La dichiarazione afferma che Ascension ha risposto immediatamente, ha aperto un’indagine e ha avviato gli sforzi per correggere la situazione. La dichiarazione indicava interruzioni in corso ad alcuni sistemi a causa di questa situazione, ma non forniva dettagli.

“I nostri team sanitari sono stati formati su questi tipi di disturbi e hanno avviato misure per garantire che l’assistenza ai pazienti continui a essere fornita in modo sicuro e con il minor impatto possibile”, si legge nella nota. “Si è verificata un’interruzione delle operazioni cliniche e stiamo continuando a valutare l’impatto e la durata dell’interruzione.”

Una versione precedente della dichiarazione d’imbarco Ha esortato i suoi partner commerciali a interrompere temporaneamente le connessioni online al suo sistema.

L’interruzione porta a un cambiamento nella cura dei pazienti

Connie Smith, presidente della Federazione degli infermieri e degli operatori sanitari del Wisconsin, ha affermato che le interruzioni significano che ci vorrà più tempo prima che i pazienti ricevano cure, ma gli operatori sanitari stanno facendo del loro meglio per prendersi cura dei pazienti e trovare soluzioni alternative. Rappresenta gli operatori sanitari dell’Ospedale Ascension St. Francis.

READ  I tassi MTA sono aumentati domenica per la prima volta in 4 anni

I membri del sindacato St. Francis si preoccupano della loro capacità di fornire assistenza di qualità se non dispongono della tecnologia necessaria. Senza accesso al sistema di registrazione, alcune unità ospedaliere non sanno nemmeno quali pazienti dovrebbero presentarsi agli appuntamenti, per non parlare di quando, ha affermato Gavin Rice, tecnico ecografico del St. Francis Hospital e amministratore del St. Francis Hospital. Il sindacato che lì rappresenta gli operatori sanitari.

Molti pazienti che avrebbero dovuto sottoporsi a un altro esame o imaging al St. Francis mercoledì hanno visto i loro appuntamenti rimandati o cancellati perché gli operatori non erano in grado di accedere alle prescrizioni dei medici per confermare la procedura, ha detto Rice. Per i pazienti al pronto soccorso, è possibile ottenere l’imaging, ma è più complicato, ha detto.

“I risultati delle immagini richiedono ore, il che può avere un impatto molto negativo soprattutto se il problema è molto serio”, ha affermato Schwerdtfeger.

La chiusura del sistema Epic ha inoltre avuto un impatto negativo sulla capacità degli operatori sanitari di monitorare i segni vitali dei pazienti nel pronto soccorso, visitare i medici e individuare un medico o uno specialista per un consulto, ha affermato.

Un medico che lavora all’Ascensione, che ha parlato in condizione di anonimato per paura di ripercussioni, ha consigliato ai pazienti gravemente malati o con malattie croniche che richiedevano un follow-up dettagliato di evitare i siti dell’Ascensione fino al superamento della crisi.

In questa situazione, quando un paziente si reca in un ospedale o in uno studio dell’Ascensione per un appuntamento o una visita, i medici “volano alla cieca”, ha detto il medico.

READ  Rimbalzo dei mercati asiatici, LPR cinese resta invariato

“Non hai un retroscena sulla persona. Non sai quale sia il reclamo principale. Non conosci la storia del paziente”, ha detto il medico. “Sei completamente cieco.”

Gli attacchi informatici stanno diventando sempre più comuni

Gli attacchi informatici sono diventati sempre più comuni nel settore sanitario, spesso colpendo informazioni sanitarie protette insieme ad altri dati, come numeri di conto, numeri di previdenza sociale, numeri di telefono e indirizzi.

All’inizio di quest’anno, Change Healthcare, parte del gruppo UnitedHealth, è stata colpita da un attacco informatico – uno dei peggiori hack per colpire il sistema sanitario statunitense – che ha causato interruzioni diffuse nei pagamenti a medici e strutture sanitarie. UnitedHealth ha finito per pagare un riscatto di 22 milioni di dollari in criptovaluta, Il suo CEO lo ha detto a una commissione del Congresso all’inizio di questo mese.

Ascension sta collaborando con Mandiant, una società di consulenza sulla sicurezza informatica, per indagare sull’attacco informatico e aiutare a determinare quali informazioni, se presenti, sono state compromesse nell’attacco.

Ascension ha affermato nella sua dichiarazione che avviserà tutte le persone interessate se rileverà che qualsiasi informazione sensibile è stata compromessa.

Un sistema sanitario cattolico con sede a St. Louis, Missouri, Ci sono circa 140 ospedali nell’Ascensione, insieme ad altre strutture assistenziali, in 19 stati e nel Distretto di Columbia. Il Sistema Sanitario Nazionale conta circa 134.000 dipendenti A metà del 2023.

Nel Wisconsin, il sistema sanitario comprende 17 ospedali nel Wisconsin sud-orientale e nella Fox Valley, oltre a numerosi studi medici e altri centri sanitari.

La Detroit Free Press e la Reuters hanno contribuito a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto