Gli scontri infuriano in tutta Gaza in occasione della ripresa dei colloqui di tregua

Scritto da Nidal Al-Maghribi

IL CAIRO (Reuters) – Gli attacchi israeliani hanno ucciso 77 palestinesi a Gaza nelle ultime 24 ore, hanno riferito domenica le autorità sanitarie, mentre l'Egitto ospitava una delegazione israeliana in un nuovo ciclo di colloqui nel tentativo di raggiungere una tregua con il Movimento di resistenza islamica (Hamas). ) a Gaza. .

L'esercito israeliano ha affermato di aver ucciso un importante attivista del movimento della Jihad islamica in un raid contro un centro di comando nel cortile dell'ospedale Al-Aqsa nel centro di Gaza.

“Il centro di comando e i terroristi sono stati colpiti con precisione, con l'obiettivo di ridurre al minimo i danni ai civili non coinvolti nell'area dell'ospedale”, ha detto l'esercito. Ha aggiunto: “L'edificio dell'ospedale Al-Aqsa non è stato danneggiato e il suo lavoro non è stato compromesso”.

Non ci sono stati commenti immediati da parte del movimento della Jihad islamica, gruppo armato alleato di Hamas.

Funzionari sanitari palestinesi e media di Hamas hanno affermato che l'attacco ha colpito diverse tende all'interno dell'ospedale di Al-Aqsa, uccidendo quattro persone e ferendone altre, tra cui cinque giornalisti.

Secondo le autorità sanitarie, più di 32.000 palestinesi sono stati uccisi nell’attacco militare israeliano a Gaza dal 7 ottobre.

La guerra è scoppiata dopo che i militanti di Hamas hanno sfondato il confine e invaso le comunità nel sud di Israele, uccidendo 1.200 persone e rapendo 253 ostaggi, secondo le statistiche israeliane.

Le due parti hanno intensificato i negoziati, con la mediazione del Qatar e dell'Egitto, per sospendere l'attacco israeliano per un periodo di sei settimane in cambio della proposta di rilascio di 40 dei 130 ostaggi ancora detenuti dai militanti di Hamas a Gaza dopo l'attacco del 7 ottobre nel sud. Israele. .

READ  L'Ucraina riconquista il villaggio sud-orientale di Orozin dalle forze russe

Hamas ha cercato di sfruttare qualsiasi accordo per porre fine ai combattimenti e ritirare le forze israeliane. Israele lo ha escluso, affermando che alla fine riprenderà gli sforzi per smantellare le capacità di governo e militari di Hamas.

Un funzionario ha detto domenica a Reuters che Hamas non avrebbe partecipato ai colloqui al Cairo mentre aspettava di sentire dai mediatori se fosse sul tavolo una nuova offerta israeliana.

Nella città di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza, le forze israeliane hanno continuato ad assediare i due principali ospedali, e i carri armati hanno bombardato aree nelle regioni centrali e orientali della Striscia.

Funzionari sanitari palestinesi hanno affermato che un attacco aereo israeliano ha ucciso nove persone a Bani Suhaila vicino a Khan Yunis, mentre un altro attacco aereo ha ucciso quattro persone nel campo di Maghazi, nel centro della Striscia di Gaza.

Il Ministero della Sanità di Gaza City ha affermato che le forze israeliane hanno continuato il loro lavoro all’interno dell’ospedale Al-Shifa, il più grande ospedale della Striscia. I residenti che vivono nelle vicinanze hanno affermato che le forze israeliane hanno distrutto i quartieri residenziali vicino a Shifa.

Abu Mustafa (49 anni) ha detto: “Sono uscito per comprare delle medicine in una farmacia e quello che ho visto è stato straziante. Le strade e gli edifici che si trovavano lì erano completamente distrutti”.

“…Questa non è guerra, questo è genocidio”, ha detto a Reuters per telefono da Gaza City.

Come il resto dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza, Abu Mustafa, padre di sei figli, sta lottando per fornire cibo alla sua famiglia nella Striscia settentrionale, dove le Nazioni Unite hanno avvertito che la carestia è imminente.

READ  L'esercito israeliano dice alle Nazioni Unite che tutti gli 1,1 milioni di residenti nel nord di Gaza devono evacuare il sud entro 24 ore

Ha aggiunto: “Siamo stanchi. Dormiamo e ci svegliamo sognando un cessate il fuoco che porrà fine alla guerra e preserverà la vita di coloro che rimangono a Gaza”, rifiutandosi di menzionare il suo nome per paura di ritorsioni israeliane.

L'esercito israeliano ha affermato che le forze che operano ad Al-Shifa hanno ucciso uomini armati che stavano fortificando l'area e hanno trovato armi.

L'esercito ha detto che “gli aerei dell'aeronautica israeliana hanno bombardato diversi complessi utilizzati per lanciare missili anticarro e dove operano i cecchini” nel quartiere di Al-Rimal vicino ad Al-Shifa.

Ha aggiunto che le forze hanno ucciso 15 militanti nel centro della Striscia di Gaza e numerosi altri a Khan Yunis, anche vicino all'ospedale Al-Amal.

Israele ha affermato di aver ucciso e arrestato centinaia di militanti di Hamas e della Jihad islamica a Shifa durante un raid. Hamas e il personale medico negano qualsiasi presenza armata all'interno delle strutture sanitarie e accusano Israele di aver ucciso e arrestato civili.

Nei colloqui di pace, Hamas vuole anche consentire a centinaia di migliaia di palestinesi sfollati da Gaza City e dalle aree circostanti a sud durante la prima fase della guerra di tornare al nord.

Giovedì la Corte internazionale di giustizia ha ordinato all’unanimità a Israele, che il Sudafrica accusa di aver commesso un genocidio nella Striscia di Gaza, di adottare tutte le misure necessarie ed efficaci per garantire la fornitura di generi alimentari di base alla popolazione.

(Reporting e scrittura di Nidal al-Mughrabi. Reporting aggiuntivo di Ari Rabinovitch a Gerusalemme. Montaggio di Nick Macfie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto