Gli Stati Uniti mettono al bando il produttore di spyware utilizzato per prendere di mira funzionari governativi e giornalisti

Il Dipartimento del Tesoro ha bandito il produttore di spyware utilizzato per prendere di mira funzionari governativi, giornalisti e attivisti e ha imposto sanzioni “prime nel suo genere” contro i fornitori di spyware commerciale.

governo degli Stati Uniti Pubblicare Martedì gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni a Intellexa, un fornitore di spyware con sede in Grecia, e alla leadership dell'azienda dopo che alcuni funzionari statunitensi erano stati presi di mira.

“Le azioni di oggi rappresentano un passo avanti tangibile nello scoraggiare l’uso improprio degli strumenti di sorveglianza commerciale, che rappresenta un crescente rischio per la sicurezza degli Stati Uniti e dei nostri cittadini”, ha affermato il sottosegretario al Tesoro per il terrorismo e l’intelligence finanziaria Brian E. Nelson.

Il Dipartimento del Tesoro ha preso di mira due persone e cinque entità associate a Intellexa per il loro ruolo “nello sviluppo, nel funzionamento e nella distribuzione della tecnologia spyware commerciale” utilizzata per prendere di mira esperti politici, giornalisti, attivisti per i diritti umani e funzionari governativi.

L'annuncio di martedì segna la prima volta che gli Stati Uniti impongono sanzioni a un'entità commerciale di spyware. La tecnologia è stata oggetto di un crescente controllo sulla sua capacità di raccogliere dati, elenchi di contatti e registrazioni all'insaputa del proprietario del telefono.

Le sanzioni impediscono alle aziende e ai residenti statunitensi di fare affari con aziende e individui presenti nella lista, tra cui il fondatore di Intellexa Jonathan Dillian e Sarah Alexandra Faisal Hamo, una dei direttori del consorzio.

Il software Predator del Consorzio Intellexa è stato venduto a numerosi governi in tutto il mondo. Secondo i documenti, fanno pagare ai clienti milioni di dollari per il loro software pubblicato Amnesty International nel 2022.

READ  Nazanin Zaghari-Ratcliffe "torna a casa" nel Regno Unito dopo 6 anni di detenzione in Iran, afferma il legislatore britannico

Le sanzioni fanno seguito all'ordine esecutivo del presidente Biden dello scorso marzo che vieta l'uso di spyware commerciale in tutto il governo federale.

“Gli Stati Uniti restano concentrati sulla creazione di barriere evidenti allo sviluppo e all’uso responsabile di queste tecnologie, garantendo al contempo la tutela dei diritti umani e delle libertà civili degli individui in tutto il mondo”, ha affermato Nelson.

Copyright 2024 Nexstar Media Inc. tutti i diritti sono salvi. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto