I candidati perdenti in Indonesia sollecitano la corte a squalificare il presidente eletto

Scritto da Stanley Widianto e Ananda Teresa

GIACARTA (Reuters) – I candidati perdenti alle elezioni presidenziali indonesiane hanno presentato mercoledì ricorso in tribunale contro le elezioni del mese scorso, accusando lo Stato di ingerenza e sollecitando una nuova votazione e la squalifica del vincitore, Prabowo Subianto.

Gli ex governatori Anies Baswedan e Ganjar Prabowo hanno affermato che la clamorosa vittoria del ministro della Difesa Prabowo è stata sostenuta dalle pressioni sui funzionari regionali dell'amministrazione del partito e del presidente Joko Widodo, con l'aiuto sociale utilizzato come strumento per garantire un solo risultato.

Anis ha affermato che le elezioni hanno dimostrato che la terza più grande democrazia al mondo corre il rischio di ricadere nel suo passato autoritario e ha avvertito che ciò potrebbe costituire un brutto precedente.

“Questa pratica sarebbe considerata normale, normalmente”, ha detto alla Corte Costituzionale.

L'amministrazione uscente di Jokowi, come è noto il presidente, ha respinto le accuse di interferenze elettorali.

Prabowo ha ricevuto quasi il 60% dei voti, aiutato dal tacito sostegno del suo popolare ex rivale Jokowi.

Ha promesso di mantenere l'agenda del suo predecessore di rinnovamento delle infrastrutture, aggiunta di posti di lavoro e sviluppo delle industrie manifatturiere per sfruttare meglio le vaste risorse minerarie dell'Indonesia.

Anis ha ricevuto un quarto dei voti, mentre Janjar Branwo, terzo classificato, ha ricevuto il 16%.

Invito alla neutralità

Le sfide ai risultati elettorali sono comuni in Indonesia e la corte dovrebbe emettere la sua decisione il 22 aprile.

Il team di Anies ha esortato la corte a escludere Prabowo dal ballottaggio in quanto beneficiario di pratiche sleali, e ha chiesto di ordinare a Jokowi di rimanere neutrale in qualsiasi ripetizione e di non utilizzare l'apparato statale o il budget per aiutare un singolo candidato.

READ  Guerra della Russia in Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Il suo team legale ha affermato che il conflitto di interessi di Jokowi violava una disposizione costituzionale che impone elezioni giuste e giuste, nonché una legge anti-corruzione nel governo statale.

Ha chiesto: “Le elezioni del 2024 si sono svolte liberamente, equamente e giustamente?” ha chiesto Anis alla corte. “Rispondiamo: no. Quello che è successo è stato il contrario”.

Prabowo ha sottolineato di aver vinto in modo chiaro ed equo. Il suo team legale ha affermato mercoledì che l'offerta fatta dai due candidati mancava di prove, aggiungendo che non c'erano mai state nuove elezioni presidenziali nella storia dell'Indonesia.

La squadra di Janjar ha chiesto alla corte di ordinare una ripetizione delle elezioni entro il 26 giugno, squalificando Prabowo e il suo vice, Gebran Rakabuming Raka, che è il figlio di Jokowi, affermando che la sua inclusione all'ultimo minuto nella lista ha influenzato ingiustamente il voto.

Hanno aggiunto che il “nepotismo e l'abuso di potere” di Jokowi riguardo alle elezioni hanno violato la costituzione, citando la nomina di Gebran e la nomina dei suoi sostenitori a ruoli regionali.

“Le violazioni elettorali ci sorprendono perché hanno distrutto la nostra morale, e si tratta di un abuso di potere”, ha detto Ginger alla corte.

Gebran ha potuto candidarsi solo a causa di un improvviso cambiamento delle regole da parte della stessa corte dove era presidente il genero di Jokowi, Anwar Usman.

Ad Anwar è stato vietato di presiedere le controversie elettorali da quando la Commissione Etica lo ha ritenuto colpevole di violazioni.

I sostenitori di Jokowi hanno negato che abbia abusato della sua posizione per aiutare Prabowo.

READ  I futures di Wall Street ed Euro salgono sulle speranze del vertice Biden-Putin

L'analista elettorale Titi Anggraini ha detto che le lamentele di Anis e Janjar sul ruolo del figlio del presidente nelle elezioni potrebbero essere difficili perché la corte stessa gli ha permesso di candidarsi.

“Le persone che portano avanti la loro causa sono al centro dei problemi che circondano le elezioni del 2024”, ha aggiunto.

(Segnalazione di Stanley Widyanto e Ananda Theresia; Montaggio di Raju Gopalakrishnan, Clarence Fernandes e Alex Richardson)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto