PartinicoPolitica

I consiglieri comunali di Partinico Piero e Giorgio Rao condannano l’aggressione del bambino


I consiglieri comunali Pietro e Giorgio Rao condannano l’aggressione perpetrata da un gruppo di migranti nei confronti di un bambino e si chiede se l’evento avrà la stessa rilevanza nazionale dei fatti accaduti nei giorni scorsi. «Mi chiedo – afferma Pietro Rao – di che colore saranno le magliette in questo frangente e con ancor più mi chiedo se qualcuno presterà la faccia ai microfoni della Rai per farsi portavoce di quanto accaduto, Partinico andrà sui network nazionali per un evento che stavolta vede vittime i partinicesi?».

: «Mi chiedo – conclude il consigliere Rao – se il responsabile della comunità andrà dai carabinieri per denunciare i propri ospiti. Ciò che più fa riflettere è il perbenismo di molti e la tacita compiacenza di una certa categoria di pseudo giornalisti che accende e spegne gli animi della gente in base alle proprie convinzioni politiche. Serve condannare senza mezze misure l’aggressione andata in scena ieri sera.».

Giorgio Rao, invece, scrive: «I fatti di ieri sono di una gravità inaudita, in tantissimi hanno visto le immagini dei circuiti di videosorveglianza condivide sui social sono scene da guerriglia urbana. Un’esasperazione pericolosa a cui bisogna porre fine quanto prima.». Intanto i carabinieri della compagnia di Partinico continuano ad indagare sull’episodio. La presunta aggressione sarebbe avvenuta in via delle Croci contro un dodicenne del luogo, da parte di un gruppo di migranti ospiti di un centro di accoglienza. Gli stessi avrebbero agito perchè’ il ragazzino avrebbe tentato di sottrarre la bicicletta ad uno dei migranti che, insieme ai compagni avrebbe reagito picchiandolo. Grazie all’intervento dei residenti il piccolo è riuscito a fuggire. All’arrivo dei militari con le sirene spiegate i migranti si sarebbero dileguati. L’episodio segue altri fatti accaduti all’inverso nell’arco di pochi giorni e cioè due aggressioni a sfondo razziale, una verificatasi in piazza Santa Caterina, l’altro nei pressi della spiaggia Ciammarita a Trappeto.

Articoli Correlati

Back to top button
Close