Kane è “molto impressionante”. Tuchel e il suo numero 9 erano euforici dopo il primo gol del Bayern

Harry Kane è stato sostituito da un crampo muscolare a nove minuti dalla fine, ma potrebbe anche soffrire di mal di calcio, stordito dalle statistiche di possesso palla alto del Bayern.

Il predominio del 72% dei campioni al chiassoso Weser Stadium era a un milione di miglia di distanza dalla semplice “palla sofferente” che il 30enne attaccante ha dovuto sopportare sotto Jose Mourinho, Nuno Espirito Santo e Antonio Conte negli ultimi quattro anni . Ovviamente ci è voluto un po’ per abituarsi.

Gli occhi di Ken si sono illuminati e hanno parlato del ritmo e della qualità dei giocatori intorno a lui. Ma fino a quando il Werder Bremen non si è aperto per inseguire il pareggio dopo l’intervallo, il controllo e lo spazio che hanno concesso agli avversari a centrocampo hanno rappresentato una sfida per il capitano dell’Inghilterra.

Dopo aver trovato un marchio di fabbrica Leroy Sane in apertura all’inizio, Keane ha trascorso il resto del tempo lottando per farsi trovare dai suoi nuovi compagni di squadra, con i padroni di casa rintanati all’interno della loro area di rigore.

Kane segna il suo primo gol per il club (Christof Koepsel / Getty Images)

Quando l’attaccante è entrato in campo con almeno 30 minuti di anticipo nella partita persa per 3-0 in Supercoppa di sabato scorso contro l’RB Leipzig, le ali Serge Gnabry e Sane hanno spostato le fasce sui loro lati naturali, con l’obiettivo di servire Kane. Lo stratagemma ha portato a così tanti infelici cross precipitosi da angolazioni impossibili, tutti ci hanno provato così tanto. Venerdì sera, Thomas Tuchel ha ricreato la tradizionale formazione del Bayern dell’ultimo decennio con giocatori larghi invertiti, costringendo loro e la sua nuova recluta ad adattarsi l’uno all’altro.

READ  Jordan Travis, QB della Florida State, ha preso il via dopo un infortunio alla gamba

Ci ho messo un po’. Pugni, passaggi e corse non sono stati allineati correttamente. L’ultima palla non è riuscita ad atterrare come un colpo di linea pronunciato in una lingua straniera. Le cose andavano un po’ bene, non del tutto perse ma piuttosto diminuite nella traduzione. Questa non era certamente la “squadra di Harry Kane” a cui si riferiva il boss del Manchester City Pep Guardiola qualche anno fa. Non ancora.


Harry Kane e il Bayern Monaco, un’estate eccezionale…


Ma neanche quello era un grosso problema. Grazie all’assist di Kane, il Bayern stava andando in alto e trasudava fiducia in se stesso che era stata stranamente assente dal loro gioco per la maggior parte dell’anno solare. Il suo posizionamento per tentativi ed errori, spesso nel canale interno destro, non ha portato a molte opportunità di tiro personali, ma ha ancorato efficacemente la linea di fondo del Werder e ha tenuto bene la palla per consentire al potente centrocampo offensivo di brillare per tutto il tempo. per lui. Fino a quando non ha aperto il suo conto nella ripresa, sembrava che l’uomo da 100 milioni di euro potesse essere battuto all’esordio in campionato dal migliorato Jamal Musiala o dall’eccezionale Kingsley Coman, un’irrefrenabile meraviglia di astuzia e dinamismo sulla sinistra.

“Sono il numero 9, prima di tutto”, ha ricordato Kane a un esercito internazionale di intervistatori che hanno tutti chiesto quale fosse la parte altruista del suo gioco. Ma si può anche sentire la gioia e il conforto di sapere che non dovrà fare tutto da solo davanti alla porta di questa squadra.

READ  Novak Djokovic affronta Daniil Medvedev nella finale maschile degli US Open

Dopo le frecciate di Tuchel la scorsa settimana – “È come se non ci allenassimo da quattro settimane” – l’allenatore del Bayern questa volta era di umore più generoso, respingendo gentilmente l’idea che Kane e la squadra non si fossero allenati affatto . Sempre sulla stessa pagina. “Non sono sicuro che debbano ancora trovarsi”, ha detto il 49enne. “Abbiamo avuto un ottimo mix di possesso palla e rapidi cambi di direzione, con buone soluzioni nella metà campo. Harry è bravo lì. È molto forte sulla palla. Fornisce profondità essendo il punto focale in avanti. E fa sempre un impatto sulla difesa, tenendola occupata”. Con i suoi movimenti agili. È molto intelligente in tutto ciò che fa e incredibilmente preciso”.

Tuchel era felicissimo del suo nuovo acquisto (Christina Pahnke – sampics/Corbis via Getty Images)

Tuchel era particolarmente affezionato al “primo tocco pulito e calmo” di Kane per il secondo gol del Bayern, che ha effettivamente spazzato via i corridori irregolari per due terzi del secondo tempo. Per una volta, Kane ha avuto spazio per correre dritto al centro dopo che una bella interazione tra Alphonso Davies e Koeman ha battuto il Werder con una tripletta e il portiere Jiri Pavlenka non ha avuto possibilità. Ho sentito un contrattacco ma non lo era. Il Bayern mirerà a creare più di queste rapide mosse offensive per mettere Kane in porta nelle prossime settimane.

La messa a punto tattica richiederà più tempo: avversari più forti del Werder, che stanno cercando di ingaggiare una battaglia per la retrocessione secondo le prove di venerdì, devono ancora arrivare. Ma se si deve credere al lungo e iperbolico discorso di Tuchel sul suo nuovo attaccante, Kane ha davvero un’influenza meno visibile ma fuori misura su una squadra che la scorsa stagione aveva bisogno non solo di gol ma di ispirazione e leadership. “Il modo in cui si allena, il modo in cui entra in campo… è molto concreto, irradia gioia nell’allenamento e ha anche un sacco di qualità”, ha detto Tuchel. “È impressionante. Renderà migliore ogni giocatore intorno a lui ottenendo molta attenzione per se stesso. È stato un ottimo inizio”.

READ  Robert Saleh, i giocatori accettano di convocare Aaron Rodgers ai Jets

Difficile discuterne dopo la vittoria per 4-0 (un secondo Sané e un brillante tiro di Matthijs Tal hanno completato le marcature). Soprattutto, ha messo in guardia il resto del campionato. Una volta che lui e il Bayern saranno veramente in sintonia, il loro dominio potrebbe raggiungere nuove vette.

(Foto in alto: Marvin Ebo Gengor – GES Sportfoto / Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto